Dopo una lunga sosta, si riprende con il campionato ed il Milan espugna il Marassi battendo per 2-0 il Genoa di Prandelli, arrivando così a quota 34 e piazzandosi quarto assoluto in classifica…

Suso ritorna dopo la squalifica e partono titolari Borini (che affianca Cutrone nel reparto avanzato), Musacchio e Paqueta’. Partita non brillantissima da parte dei nostri nei primi 30′: è il Genoa a dettare i ritmi di gioco e da parte nostra si combina davvero ben poco (conclusione debole al 7′ di Ricardo Rodríguez e diagonale di Suso al 9′). Al 10′ esce per infortunio Zapata, che viene sostituito da Conti, con lo spostamento di Abate al centro. I padroni di casa sanno rendersi temibili al 13′ con la botta alta di poco sopra la traversa di Biraschi, al 23′ con una ripartenza con il tiro di Lazovic deviato in corner da Gigio e al 26′ quando Donnarumma salva il risultato rimanendo immobile a botta sicura e a distanza ravvicinata. Dopo un altro brivido al 31′ (deviazione pericolosa di Bakayoko nella nostra area, Donnarumma in presa) il Milan si dà una svegliata e chiude dignitosamente il primo tempo (tiro di prima di Paqueta’ che si stampa sul palo alla destra di Radu)…

Il Milan dà sèguito a quanto di buono fatto nei minuti finali dei primi 45′ iniziando la ripresa in maniera molto convincente. La partita è divertente e frenetica, nessuna delle due squadre prende il sopravvento e si vive di batti e ribatti. I rossoblù vanno vicini al gol al 52′ con Lazovic, al 54′ Pandev viene fermato in area da Ricardo Rodríguez e al 58′ Criscito impensierisce la nostra retroguardia con un tiro di prima; i rossoneri rispondono con un diagonale al 48′ di Paqueta’, il tiro a giro di Borini al 54′, l’assist del brasiliano sempre per Borini con deviazione in angolo per il tocco di Radu (anche se il corner non viene concesso da Orsato) al 61′ e l’assist del turco per la testa di Paqueta’ al 65′. Dopo una parata al 67′ in due tempi del nostro portiere, il Milan sblocca il risultato al 71′ con il destro di Borini su ottimo suggerimento di Conti; il Genoa risponde con la traversa colpita da Veloso (deviazione provvidenziale del nostro estremo difensore) ma il Diavolo chiude i giochi all’82’ con il diagonale di Suso con tanto di palo interno (lancio di Borini)…

CONSIDERAZIONI:

Milan tutt’altro che trascendentale nel primo tempo, molto meglio nella ripresa. La squadra sta dimostrando continuità di risultati e può giocarsela per un posto in Champions. Paqueta’ ha i numeri ma tutta la rosa sta dimostrando miglioramenti. Si sta vedendo una squadra degna di questo nome…