Il posticipo serale di campionato vede affrontarsi all’Olimpico Roma e Milan, con i giallorossi obbligati a riscattare l’imbarazzante 1-7 in Coppa Italia. Il Milan, dal canto proprio, deve approfittare della debacle dell’Inter in casa contro il Bologna del neo tecnico Mihajlovic…

Il Milan parte con titolari Musacchio, Paqueta’ e Piatek, quest’ultimo assistito in avanti da Suso e Calhanoglu. La Roma parte forte: già al 2′ Donnarumma respinge coi pugni, al 5′ Zaniolo avanza pericolosamente sulla sinistra e Pellegrini calcia al volo (tiro ribattuto da Ricardo Rodríguez) e al 7′ è Calabria a spazzare via il pallone dalla nostra area. Dopo circa 10′ il Milan tenta una reazione ma, dopo un tiro da fuori area di Suso al 9′ e una punizione due minuti dopo , rischia di subire gol al 15′ con Dzeko, su cui Gigio salva in corner. La partita è caratterizzata dalle ammonizioni di Manolas al 17′ e di Zaniolo al 20′, che precedono il vantaggio al 25′ per i nostri con il solito Piatek: l’azione nasce da un’avanzata sulla sinistra di Paqueta’, il quale, una volta arrivato in fondo al campo, piazza l’assist per la conclusione del centravanti polacco di prima (bruciato sul tempo Fazio). Il Milan viene schiacciato dai capitolini, che attaccano di più e che vanno vicini al pareggio prima al 35′ con Zaniolo poi al 43′ con doppia conclusione su cui Donnarumma fa un doppio miracolo…

Nella ripresa, tempo neppure 30” dall’inizio e la squadra di Di Francesco pareggia: nulla può Gigio, bravo comunque a smanacciare l’infelice intervento di Romagnoli, sulla volata di Zaniolo. Ora una reazione da parte dei nostri c’è e la partita è certamente molto più equilibrata, anche se va detto che le nostre occasioni migliori sono praticamente sempre frutto di azioni in contropiede, come quella al 64′ con uno scambio tra Piatek e Paquetà. Le situazioni da gol più nitide sono comunque dei padroni di casa, al 70′ con incornata di Dzeko su cui ancora Gigio giganteggia e all’80’ con il palo esterno centrato da Pellegrini (che però, già ammonito, andava espulso qualche istante prima per una trattenuta su Suso). Il Milan gioca di rimessa, anche se Cutrone prima e Laxalt poi (entrambi entrati all’85’) hanno entrambi un’ottima chance per segnare…

CONSIDERAZIONI:

La squadra ha concretezza e cinismo, ma non si può pensare di puntare soltanto sulle ripartenze. Occorrerà dimostrare di avere un gioco. Pareggio che è da considerarsi grasso che cola pensando al primo tempo ma anche un’occasione mancata pensando alla ripresa…