Trovo abbastanza arduo commentare una partita come quella di stasera. Certamente si è visto un Milan che non ha poi rischiato granché e con giocatori uniti e con forte attaccamento alla maglia, ma in tutta la partita non si è mai praticamente tirato in porta, pensando solo a controllare e senza supportare in alcun modo Piatek. Non una novità in senso assoluto (anche in altre recenti partite era capitato di non combinare chissà cosa) ma almeno nella ripresa ci si aspettava maggiore impegno. Invece nulla, anzi è la Lazio a colpire il palo con Ciro Immobile (anche se poi, seppur tardivamente, segnalato in fuorigioco)…

Il Milan regge anche se qualche momento di defiance c’è. I biancocelesti, dopo i primi 10′ di studio, pigiano sull’acceleratore, fermo restando che molte delle conclusioni sono tiri da fuori area o colpi di tedsta alti sopra la traversa. Non veri e propri pericoli, tuttavia, ai punti, i padroni di casa non avrebbero affatto demeritato…

Sperando che l’infortunio di Kessie non sia nulla di grave, tutto è rimandato alla semifinale di ritorno a San Siro ad aprile…