Una sconfitta che brucia, quella subìta oggi nel tardo pomeriggio all’Olimpico. Il Milan non riesce a fare punti e si rimane non molto lontano dalla zona retrocessione…

Pioli dà ancora una volta fiducia a Leao, che parte titolare a scapito del pistolero polacco. Tra i titolari, Suso, Conti e Musacchio. I rossoneri partono bene, tatticamente la squadra è ordinata e le migliori palle gol sono nostre (due angoli in rapida successione tra il 3′ ed il 4′, la bordata del turco che colpisce Paqueta’ al 5′, l’esterno della rete centrato da Leao all’11’, la rete annullata al brasiliano per fuorigioco al 15′). Per almeno 37′, fino al gol che scaturisce dal colpo di testa di Dzeko – lasciato colpevolmente solo da Kessie – su sponda di Mancini, il Milan rischia davvero poco (uscita fuori tempo di Donnarumma al 7′) e avrebbe altre occasioni per passare in vantaggio (tiro dalla distanza di Calhanoglu al 27′, uno/due tra Kessie e Leao fallito al 29′ e tiro a giro di Suso su Lopez al 33′). La Roma passa così in vantaggio con il minimo sforzo, anche se c’è da ammettere che al 41′ Gigio salva su Pastore (madornale l’errore di Conti che fa iniziare l’azione)…

Molte più emozioni nella ripresa: il Diavolo non sembra essere rientrato con la giusta mentalità, almeno per quanto si vede nei primi 5′: Smalling va vicinissimo al raddoppio su incornata al 49′. I nostri si riprendono e, forse nel momento migliore per i padroni di casa, pareggia al 54′ con Theo Hernandez, davvero ben servito da Calabria, subentrato solo 3′ prima al posto di Conti. Suvvia, Calabria che sa essere risolutivo in positivo non è obiettivamente concepibile, ecco perché lo stesso giocatore si fa “perdonare” con l’errore da cui nasce il gol della vittoria giallorossa ad opera di Zaniolo al 58′. Il Milan cerca di reagire e ha qualche palla gol di un certo rilievo, anche se i capitolini si vedono un gol annullato per offside al 78′ e Donnarumma fa il miracolo all’80 su Zaniolo….

CONSIDERAZIONI:

Si sta cercando di dare un’impostazione tattica a questa squadra, ma la cosa diventa inutile se poi alcuni dei nostri fanno puttanate colossali. La squadra ha delle potenzialità ma c’è ancora molto, molto da fare…