Secondo turno casalingo consecutivo di campionato per il Milan; dopo il Parma, un’altra squadra emiliana si frappone tra i rossoneri e l’Europa League, il Bologna dell’ex Sinisa Mihajilovic…

Il Milan inizia con Calabria e Saelemaekers titolari dal 1′. Per almeno una trentina di minuti si vede un Milan semplicemente implacabile e concentratissimo. I nostri non concedono praticamente nulla agli avversari e macinano azioni su azioni, soprattutto sul versante sinistro. Dopo due azioni sulla fascia sinistra al 5′ e all’8′, l’11 rossonero passa in vantaggio al 9′: Rebic, sulla sinistra, allunga di tacco per Theo. Il francese effettua un cross a rientrare, Ibra fa velo e la palla finisce a Saelemaekers che non deve far altro che tirare. Il Milan non frena e continua ad attaccare incessantemente. Tra il 13′ ed il 19′ i ragazzi vanno vicini al raddoppio con Calhanoglu, ottengono due corner in rapida successione e pungono con Kessie e Bennacer. Per la seconda marcatura occorre aspettare fino al 23′, quando Skorupski rinvia infelicemente sul turco che non ha alcun problema ad insaccare. Fin qui nulla da dire: il Milan è semplicemente perfetto. Non è tuttavia pensabile che il Diavolo mantenga per tutta la partita l’intensità di gioco della prima mezzora; il Bologna inizia a pervenire al 27′ con un corner e manca il pareggio al 36′ quando Sansone, in scivolata, non aggancia l’assist dalla destra di Orsolini. Incredibilmente, per quanto visto fino a quel momento, i felsinei dimezzano lo svantaggio al 44′ con il giapponese Tomiyasu, autore di un gran tiro all’incrocio dei pali imparabile per Gigio…

La ripresa potrebbe rivelarsi insidiosa ma in realtà il Milan dilagherà. Al 48′ il tris rossonero con Bennacer, servito da Calhanoglu. Il poker giunge 8′ dopo: il turco serve Zlatan che allunga per Ante; anche qui l’estremo difensore rossoblù non può nulla. Gli emiliani accusano il colpo e i nostri sfruttano il più possibile gli ampi spazi lasciati dagli ospiti. Pioli fa rifiatare Ibra, Calhanoglu e Saelemaekers sostituendoli al 60′ con Leao, Jack e Krunic. Il Milan è padrone assoluto del campo; il Bologna si farà notare solo al 75′ con un calcio di punizione a due nella nostra area. Il portoghese contribuirà alla cinquina con stop ed assist per il tiro da biliardo di Calabria…

CONSIDERAZIONI:

Uno dei Milan migliori di tutta la stagione. La squadra è stata un autentico rullo compressore per quasi tutto il primo tempo ma è stata soprattutto brava a mantenere la concentrazione necessaria dopo il gol del Bologna. Contro il Sassuolo non sarà facile ma questi ragazzi hanno tutti i numeri per riportarci in Europa…