Il terzo turno del girone eliminatorio di Europa League segna la fine della striscia di imbattibilità del Milan. 0-3 per i francesi senza nessun tipo di attenuanti per i nostri; svogliati sin dalle battute iniziali e sovrastati sia sul piano del palleggio sia sul piano dell’intensità di gioco, il Milan incassa il primo gol al 20′ su rigore tanto generoso quanto ingenuo (ancora una volta il reo è Romagnoli). Yazici spiazza Donnarumma ma questo sarà solo l’inizio. A fronte di un Milan incapace di costruire e reagire, il numero 12 turco della squadra transalpina sarà l’autentico mattatore della partita. Inutili i cambi di Pioli nella ripresa (Calhanoglu, Leao, Bennacer e Rebic); tra il 54′ ed il 57′ Yazici porta il risultato sullo 0-3 definitivo. La cosa triste è che non c’è neppure una reazione veemente dopo il terzo gol. Ibra non pervenuto, ma tutta la squadra è da bocciare stasera. I nostri attaccanti spesso con le spalle alla porta, l’ingenuità di Romagnoli, le avanzate di Theo Hernandez stroncate sul nascere, falli di frustrazione e lanci sprecati sono indice di una serata storta. Resta da capire se questo sia solo un caso isolato o una prima crepa; onore agli avversari (non sono secondi nella Ligue per caso) ed al loro allenatore, che stasera non hanno sbagliato nulla. Cerchiano di dimenticare questa serata e vediamo di ripartire quanto prima…