Riprende l’Europa League. Il Milan gioca a Belgrado contro la Stella Rossa l’andata dei 16imi di finale, in un momento estremamente delicato tra la sconfitta contro lo Spezia e l’imminente derby per la vetta del campionato…

Anche nell’ottica del big match contro i nerazzurri il Milan si presenta piuttosto rimaneggiato: Tomori, Kalulu, Krunic, Meité, Castillejo e Manszukic (quest’ultimo affianca in attacco Rebic) scendono in campo dal 1′. A partire titolare è anche Bennacer…

Il Milan parte bene, complice anche una squadra avversaria non particolarmente pressante. tra il 5′ ed il 12′ sono ben due i gol annulati ai rossoneri, il primo da parte di Castillejo per off-side ed il secondo segnato da Theo per un tocco con il braccio del nostro numero 9 mentre fa da sponda. La partita scorre senza troppa intensità: alla ripartenza di Rebic al 22′ e a Theo che scivola in area al 28′ gli avversari rispondono più che altro con conclusioni da fuori area. Il vantaggio rossonero si materializza al 41′ su autorete di Pankov che, intervenendo in scivolata, anticipa in uscita il portiere Borjan nel tentativo di sventare un cross di Castillejo…

La ripresa vede l’ingresso di Leao al posto di Ante. Il secondo tempo non inizia nel migliore dei modi: al 47′ Ben impegna seriamente Gigio che salva in angolo e al 51′ i padroni di casa pareggiano con Kanga su rigore concesso per un tocco con il braccio di Romagnoli. Donnarumma intuisce ma il tiro risulta troppo angolato, tutto da rifare per i nostri. Al 58′ è il Diavolo a beneficiare di un penalty per l’intervento di Pankov (davvero infelice la sua prestazione stasera) su Theo Hernandez. A battere il tiro dagli 11 metri, in assenza sia di Ibra sia di Kessie, è lo stesso numero 19 che spiazza Borjan per il temporaneo 2-1. Nel secondo tempo il Milan sembra amministrare bene la partita, concedendo poco e rischiando ancora meno. Al 64′ Theo cade ancora in area e l’azione sembra sospetta ma per l’arbitro non c’è nulla. L’espulsione di Rodic al 76′ potrebbe far pensare ad una partita in discesa ma la doccia fredda arriva un pieno recupero, quando Pavkov, di testa su corner, insacca per il 2-2 finale (peraltro non senza polemiche, essendoci stato un fallo in attacco della Stella Rossa durante l’azione che ha portato al corner)…

CONSIDERAZIONI:

Davvero una beffa. Una vittoria avrebbe certamente giocato al morale della squadra. Contro un avversario tutt’altro che proibitivo e che ci ha lasciato giocare (sicuramente più di Atalanta e Spezia) si poteva e doveva fare di più. Certe disattenzioni, soprattutto se si affrontano squadre come l’Inter, possono costare carissimo. Speriamo in bene per domenica e speriamo che Bennacer, uscito per infortunio al 38′, non abbia nulla di serio…