Ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League: in una serata spudoratamente primaverile il Milan fatica non poco ma centra il passaggio agli ottavi. Pioli dà spazio a Tomori, Dalot, Meité, Krunic e Leao; Theo Hernandez, Ibra e Rebic si accomodano in panchina. Il primo tempo ricorda molto i primi 45′ del derby: la squadra non pressa e, dopo una vera e propria apatia, bisogna aspettare fino al 37′ per il primo tiro nello specchio della porta avversaria con Dalot. La differenza rispetto alla stracittadina sta nel gol su rigore assegnatoci all’8′ e realizzato da Kessie. Nonostante il vantaggio i nostri non cercano di chiudere la partita e anzi soffrono non poco. Il gol annullato ai serbi al 18′ per un tocco di braccio e l’incrocio dei pali colpito da da Ben su punizione al 21′ sono seri campanelli d’allarme e non ingiustificati, dal momento che la Stella Rossa pareggia al 23′ proprio con Ben, ottimamente servito con un assist lungo (a vuoto la nostra difesa centrale). I rossoneri si fanno più propositivi nell’ultimo quarto d’ora ma senza impensierire seriamente la retroguardia degli ospiti…

Ad inizio secondo tempo Rebic e Zlatan rilevano Krunic e Leao; mentre lo svedese fa da playmaker e gioca a tutto tondo Ante pensa bene di fare dei tacchi sconclusionati (almeno tre) e di sbagliare occasioni piuttosto nette come quella al 52′. L’ingresso dei due nostri attaccanti di maggior peso vivacizza la manovra ma non ci impedisce di essere esposti ad azioni da parte della squadra di Stankovic, soprattutto al 67′ con la semirovesciata di Sanogo su cui Gigio si supera. L’espulsione di Gobelic dovrebbe offrire serenità ma così non è. perché di fatto, nonostante il gol annullato al Milan per fuorigioco millimetrico di Ibrahimovic al 72′, si soffre ancora tra il diagonale di Katai all’81’ e due corner in rapida successione all’89’. Si effettuano solo contropiedi, si subisce il forcing degli avversari, si continua a subire gol e a non segnare su azione ma si riesce a mantenere l’1-1 fino alla fine. Domani il sorteggio per scoprire chi affronteremo negli ottavi…

CONSIDERAZIONI:

Milan a tratti brutto, davvero brutto. Ci sono ancora molte cose da sistemare, psicologicamente e tatticamente. Ora si torna al campionato con la difficilissima trasferta contro la Roma, anch’essa vincitrice stasera contro il Braga…