147 4 minuti 12 mesi

Gli avvenimenti delle ultime ore sono stati traumatizzanti. Neanche il tempo di riprenderci per il previsto  — ma comunque terribilmente commovente — addio di Zlatan Ibrahimovic ed ecco che — del tutto imprevista — ci è esplosa in pieno volto la bomba del licenziamento di due terzi della MMM. Una bomba fabbricata e fatta improvvisamente brillare da nientepopodimeno che Red Bird, al secolo Gerry Cardinale. In questo momento, nel quale mi sento francamente confuso da sentimenti contrastanti, ancora non so se il Gerry furioso abbia mietuto o mieterà altre vittime. Non è quindi ancora molto delineato il futuro assetto societario del Milan per potersi esprimere in modo adeguato sulla situazione; di sicuro qualche giudizio sulla specifica decisione del proprietario  lo si può formulare, data la portata della decisione in questione.

Le opinioni, come ampiamente prevedibile, si stanno in questo istante accavallando e sono, neanche a dirlo, variegate. Devo dire che mi aspettavo maggior indignazione da parte del popolo milanista, invece mi sto rendendo conto che Paolo Maldini è molto meno amato all’interno di esso di quanto credessi. “Grande giocatore, nessuno lo nega, ma…”; ne ho lette molte di queste frasi. Che suonano un po’ come “non sono razzista, ma…”, oppure “ho tanti amici gay, ma…”.  Esiste una sorta di incomprensibile (almeno per me)  rancore  nei confronti di questa leggenda milanista da parte di milanisti. E’ pur vero che noi italiani perdoniamo tutto meno che il successo, e forse, leggenda milanista o no, Maldini da questo punto di vista non parte avvantaggiato: figlio d’arte, bell’aspetto, ricco, moglie figa, giocatore devastante e plurititolato, ego  (inevitabilmente e giustamente) ipertrofico. Gli ingredienti ci sono tutti per stare sulle balle agli invidiosetti in perenne assetto da combattimento, insomma. Poi sì, anche gli antichi rancori curvaioli non mancano. Lo scudetto dello scorso anno, e in generale la buona gestione di questo triennio, deve avere fatto un male terribile a questa gente. Lo capisco, ma sarebbe più onesto dirlo apertamente anziché sprecare pelosissimi endorsement alla decisione della proprietà americana, manco fossimo manager d’assalto piuttosto che semplici tifosi dotati di ricordi, sentimenti, rispetto per la nostra storia.

Dopo quanto scritto sopra, credo si sia capito come la penso.  Il che non significa nulla, non sposta alcunché sul futuro del Milan né ha la pretesa di farlo. Sono soltanto un tifoso, poco contabile e molto sentimentale. Tuttavia, per quel nulla che possa contare, la mia posizione è questa, e tale rimarrà finché l’esito delle decisioni appena prese non mi indurranno a cambiarla. Massimo rispetto per le scelte in essere (sta dimostrando di possedere due palle enormi il buon Gerry, lo ammetto), nonché per quelle che verranno, siano esse orientate verso il cosiddetto moneyball, il player trading o ciò che caspita sarà; ma per quanto mi riguarda tali scelte dovranno essere vincenti, e dovranno esserlo sin da subito. Massimo rispetto anche nei confronti di chi succederà a Paolo e Ricky (pare sarà Moncada, la M superstite, persona estremamente competente a quanto si dice), ma è evidente che la mia tolleranza  — e credo non soltanto la mia — nei confronti di eventuali errori o risultati non centrati sarà quasi inesistente. E nutro forti dubbi anche su quel ‘quasi’, a dirla tutta.

147 commenti su “La mossa di Gerry

  1. Mabell io personalmente trovo molto più grave che il Parlamento debba osservare 7 giorni di chiusura. Va beh che anche quando è aperto…
    Ma siamo in Italia, non c’è nulla di cui stupirsi.
    Chiedo scusa ai boss per la parentesi politica nonostante fosse stato chiesto di non esprimerci, ma in fin dei conti non abbiamo discusso esclusivamente di Silvio, in ogni caso la chiudo qua!.

  2. La finale 1993 l’abbiamo persa contro l’O.M., una partita scialba e brutta che si risolse grazie ad un gol di Boli su calcio d’angolo. Venne poi fuori che avevano corrotto dei colleghi del Valenciennes con l’intento di risparmiare energie in vista della finale contro il Milan e facendo uso a piene mani di sostanze dopanti tutti i calciatori tranne Voeller, prima della finalissima L’inchiesta della Uefa si risolse in un nulla di fatto, ma fu impedita alla squadra francese di disputare Supercoppa ed Intercontinentale che giocammo (e perdemmo) noi.
    Capello mise in campo, sperando in qualche miracolo, un Van Basten ampiamente non in forma causa i problemi alla maledetta caviglia. Fu quella l’ultima partita ufficiale del Cigno.
    Nel 1995 l’Ajax nel girone del 1° turno ci sconfisse due volte per 2-0, ma in finale, nonostante l’assenza di Savicevic, altro fuoriclasse con i muscoli di cristallo, disputammo una discreta partita e con Marco Simone sfiorammo il vantaggio. Ricordo ancora il salto che feci dalla sedia convinto che la palla finisse in rete. Segnarono invece gli olandesi a 5 dal termine con Kluivert.
    Per farla a breve due finali che si sono viste almeno altre 10 uguali, dove ognuna delle pretendenti potesse spuntarla senza per questo “rubare e senza probabilmente meritare più dell’avversaria.

  3. ma infatti Sacchi era un ossessivo nel suo lavoro e spremeva tutti come limoni. Se non ricordo male pure lui ha passato un brutto periodo di stress che l’ha fatto allontanare dal calcio definitivamente. Chissà che non si sopportasse più nemmeno lui 😉

  4. Mbappè “ “Da fan del Milan è difficile parlare bene dell’Inter, ma l’hanno preparata bene mettendo in difficoltà il City. Si è decisa sui dettagli. ”

    Da fan del Milan… ecco ora Mbappè mi ə molto molto simpatico e con il primo Berlusconi immagino con che maglia giocherebbe…

  5. e con il primo Berlusconi immagino con che maglia giocherebbe…
    Anche perché all’epoca non giravano questi stipendioni che girano oggi.
    Accontentiamoci di tenere quanto più possibile Leao che è già tanta roba.

  6. mabell
    avesse folle coraggio verrebbe al milan per un ingaggio da 6 netti e ne farebbe 60 in più di immagine.
    E vincerebbe il pallone d’oro
    e noi una 8va …

  7. Dopo gli Amarcord e la tristezza per la dipartita di Berlusconi, è il caso di rituffarsi nella dura realtà.

    Ci sarà da fare sul mercato, ma mi pare ci sia molta confidenza nei confronti di questo direttore sportivo di esperienza decennale, che si chiama ‘Algo Ritmo’ e potrà trovare le cose che Maldini e Massara hanno trovato a fatica. Tipo Thiaw, Kalulu, Maignan, Theo Hernandez… (è ironico, ndr)

    Essere presi per qlo da Trevisani di SkyRube anche no, comunque il compito a cui è chiamata la nuova dirigenza, o gruppo di lavoro che dir si voglia, è davvero arduo, sono andati via in sette, la rosa va completata numericamente e qualitativamente, se pensiamo che oggi il Milan titolare scenderebbe in campo con Tonali e Pobega (con Bennacer infortunato fino al 2024) e Krunic trequartista, con Leao e Giroud senza sostituti e con Messias e Saele a contendersi la fascia destra..

  8. la tecnologia informatica credo sia utilizzata dalle Società di calcio da diverso tempo.
    Il Milan è stato forse il primo a creare e ad utiizzare, lasciamo perdere l’efficacia, il famigerato MilanLab per la parte sanitaria.
    Per la parte sportiva immagino abbiano una ricca banca dati informatizzata, dunque non mi pare fantascienza.
    La questione dell’algoritmo sulla quale ci stanno ricamando sopra più o meno tutti è parte del gioco, con la differenza che se i numeri non mentono mai la conoscenza diretta del carattere e delle caratteristiche umane dei calciatori fa la differenza. Penso che ne terranno conto di questi dati, almeno spero.
    Poi, visti gli accadimenti recenti, è chiaro che veniamo perculati da cani e porci. Purtroppo.

  9. Io credo che se stessimo a sentire le notizie di radio/web/serva ci sarebbe da diventare matti.
    Si sta aprendo un autentico periodo di mercato in cui non ci sono regole e ogni scusa è buona per prendere tempo e lucrare dai centesimi ai milioni.

    Per quanto riguarda il software dobbiamo considerare che rispetto al 1980 *** il mondo è un po’ cambiato.

    Io ricordo quando l’ipotesi di prendere come centravanti fernado Gomes dal Porto nessuno sapesse chi era. Ed era veramente forte. Farina dovette cambiare strada perchè altrimenti avrebbe fatto la figura dell’incompetente.

    Ci sono migliaia di giocatori forti, fortissimi, campioni. L’unico modo per conoscerli bene è scegliergli attraverso dati statistici. E’ così che arrivano il 90% dei kim, dei Son, dei giocatori che sono andati sconosciuti al Borussia, All’Arsenal, Red Bull…. e si sono mostrati campioni

    1980: questo era il calcio
    https://www.ultimouomo.com/francois-zahoui/

  10. Per cercare di “tirarci” su vorrei dire che ci perculavano anche quando silvio prese Arrigo, quando si presentò con gli elicotteri e perdemmo le prime due campionato. Quando comprammo Kakà dallo stesso Moggi che disse che lui uno con quel nome non lo avrebbe mai preso. Ok era una semplice battuta, ma ad ogni modo.
    Il campionato non è ancora finito quasi, per cui è ancora presto per mandare tutti a quel paese. Ora i titoli sono tutti per i “vice campioni d’Europa”, di tizio che sta a parlare col Chelsea per avere ancora Lukaku e strappare Kouli, che è fatta per SMS, per Frattesi. Rispedito al mittene offerte per Barella…
    Attendiamo e confidiamo nel proverbio: ride bene…

  11. Certo il mercato non è ancora iniziato non si possono dare giudizi definitivi ma le sensazioni che si anno , a mio avviso , non sono per niente positive… anche la Roma si sta muovendo meglio di noi. Sembra proprio che il nostro obiettivo sia uno è solamente uno LI STADIO… ok ben venga lo stadio ma costui non scende in campo

  12. Non faccio nomi perché non sono del mestiere e non conosco tutti i giocatori acquistabili del globo. Però so che cosa ci serve, come lo sa chiunque abbia visto qualche partita del Milan dello scorso campionato. Anche di quello precedente a dire il vero, poiché anche se è stato vinto non è che certe lacune non esistessero.
    Serve un attaccante che la butti dentro con regolarità. Oliviero è un grande giocatore, ma ne avrà 37, la scorsa stagione ha giocato oltre 50 partite, quasi tutte da titolare. Non sfiderei ancora la fortuna.
    Serve un attaccante esterno, un Leao di destra. Messias e/o Saelemaekers non sono quei cani che vengono dipinti, ma nel Milan possono fare giusto le riserve, non i titolari come ora.
    Servono due forti centrocampisti, da 4-3-3. Ebbene sì, facciamola finita con ‘sto 4-2-3-1, c’abbiamo vinto uno scudetto, ma fa cagare; ma se proprio dobbiamo utilizzarlo, che si prenda un trequartista solido, non un altro Diaz.
    Servono un vice Leao e un vice Theo; decenti, per lo meno.
    Serve un mercato in uscita abbondante.
    Al centro della difesa secondo me non serve niente.
    Sarà fatto tutto ciò? Ne dubito fortemente. Sarei sorpreso se ne venisse fatto un 50%.

  13. Inutile ridirlo, non sono ottimista, mi disinteresso quasi totalmente a quello che gira (chiaramente tante chiacchiere) attorno al mercato. Sono deluso dall’ultima stagione, poi è arrivato il licenziamento di MM… vedo un Milan che è lontano dal mio sentimento. Forse sono solo vecchio e incomincio a diffidare degli stravolgimenti. Scusatemi.
    Poi ieri sera ho visto un pezzo dello speciale di Italia uno e mi sono depresso ancora di più.. e non solo per il Milan, ma anche per la consapevolezza di quanti anni sono passati.

  14. Inutile ridirlo, non sono ottimista,

    @giustiziere, non saprei come, anche con sforzo di fantasia un tifoso milanista possa essere ottimista oggi. Ho dato uno sguardo alla rosa, a oggi siamo in una situazione disastrosa a centrocampo e attacco. A centrocampo come centrali abbiamo solo Tonali, Pobega e Krunic, con quest’ultimo che verosimilmente partirebbe come trequartista titolare. Bennacer sarà indisponibile probabilmente per più di metà stagione. Sulla trequarti perdiamo il trequartista che Pioli riteneva titolare, con le incognite assolute Adli e CDK. A destra restano Saele e Messia che sarebbero forse titolari in una squadra di medio bassa classifica. In attacco resta il vuoto dietro Leao e Giroud, con Rebic e Origi che si vorrebbe sbolognare ma sarà difficilissimo. Il compito che aspetta questa nuova dirigenza tecnica (senza direttore tecnico né sportivo, credo unicum in Italia) è veramente arduo. Inutile dire che se davvero stanno aspettando Thuram, fanno lo stesso errore dell’anno scorso nell’attesa di una risposta di Sanches, non si capisce come il giocatore possa rifiutare l’offerta del PSG economicamente quasi doppia rispetto a quella che ha fatto il Milan (sempre se sono vere le voci), soprattutto considerando che il giocatore tornerebbe volentieri in Francia

  15. Grande Stefanone72, vedo che sei in forma su quell’altro blog che frequentavo anchio una volta 🙂

  16. Poi ieri sera ho visto un pezzo dello speciale di Italia uno e mi sono depresso ancora di più.. e non solo per il Milan, ma anche per la consapevolezza di quanti anni sono passati.
    —–
    si anchio ho visto un po’ dello speciale Berlusconi… Purtroppo aver visto il grande Milan non è certo sinonimo di giovinezza 😀

  17. Grande Stefanone72, vedo che sei in forma su quell’altro blog che frequentavo anchio una volta

    @Conte, non so di cosa stai parlando eh eh

    1
  18. Acquisti acquisti prima le vendite e attenzione che con la nuova logica se arriva una proposta adeguata che dia forte plus valenza tutti sono in vendita… magari comunicami cin Theo…
    Siamo in buone mani…

  19. si anchio ho visto un po’ dello speciale Berlusconi… Purtroppo aver visto il grande Milan non è certo sinonimo di giovinezza
    Nico ed io allora che ho visto il Milan di Rivera e ricordo come fosse ieri la Coppa Campioni del 1969????
    Sabato scorso mi stavo rifacendo i conti ed il mio curriculum personale in fatto di Champions è di14 coppe. 6 vinte da tifoso: 1969, 1989, 1990, 1994, 2003 e 2007. Ben 8 da gufo (senza considerare “doppia” quella del 2003 ndr altrimenti sarebbero 9) 1972, 1973, 1983, 1997, 1998, 2015, 2017 e 2023.
    Per quanto riguarda le altre due finali Roma e Samp, per i giallorossi tifo sfrenato soprattutto perché era l’anno dopo che i gobbi persero con l’Amburgo, mentre la finale Samp-Barcellona mi lasciò indifferente, né tifai e né gufai.
    null

  20. Consiglierei come ogni anno di non farsi portare a spasso dai media. Quella su Hernandez è l’ennesima, palese cagata.
    Il Milan non ha bisogno di vendere, per cui sono certo che di cessioni illustri non ce ne saranno: A meno di offerte fuori mercato ovviamente, ma in un caso del genere neppure il Real Madrid potrebbe resistere.
    Il problema sono le cessioni non illustri e gli acquisti. E’ questo aspetto che mi preoccupa. Attendo con pazienza, ma molto scetticismo.

  21. Consiglierei come ogni anno di non farsi portare a spasso dai media
    Esattamente!!! A stare dietro loro un giorno hanno venduto Maignan, un altro Theo, domani probabilmente Leao…

  22. Serve un attaccante esterno, un Leao di destra. Messias e/o Saelemaekers non sono quei cani che vengono dipinti, ma nel Milan possono fare giusto le riserve, non i titolari come ora

    Io dico la mia. Forse sono di parte perchè sono affezionato a questi due, ma anche perchè sono convinto che siano molto più forti di quanto normalmente considerati. In particolare modo Salamella ha pure margini di crescita enormi.

    Però, dicevo, ecco la mia.
    A noi serve un attaccante che calamiti su di sè due / tre giocatori avversari.
    I centravanti moderni sono stile Osimeh/Halland/Kane/ come è stato Sheva e in parte Vanbasten: gente fortissima che prende la palla a centrocampo e parte palla al piede. Che nella palla lunga, in profondità, si esalta.

    Questo è il problema del gioco del Milan: quest’anno non lo ha fatto e non lo sa fare nessuno.
    Anche Leao gioca in profondità con la palla al piede ma prima la vuole sul piede.
    Giroud non ci arriva. Se è in area magari fa il colpo acrobatico ma in profondità non ci arriva.

    Quando hai un attaccante del genere immediatamente per gli altri è un valore esponenziale: tutta la squadra avversaria viene appunto calamitata, non basata l’Acerbi di turno nell’uno contro uno, bisogna che ci sia qualcuno già pronto a dare un aiuto e gli spazi per gli altri aumentano. Ci serve questo.

    E non deve essere un fenomeno, deve solo essere forte.: Con Ibra 38 enne e Rebic questo gioco riuscivamo a farlo.

    Theo, Maignan: io avrei venduto VanBasten al Barcellona e Kakà al City.
    Per certe cifre BISOGNA cedere
    ma se vendi a – ipotesi – 70 milioni theo devi comprare per 80 milioni+ i 20-30-40 che prevedevi in origine.
    Quello che deve essere evitata è l’impressione che non ci sia ambizione
    Se invece la vendita è percepita come un occasione per migliorare è un altro paio di maniche, come Zidane al Real.
    Per me

  23. Secondo me bisogna evitare assolutamente di cedere i seguenti giocatori: Maignan, Theo, Tonali, Leao. Tutti gli altri sono cedibili, ma a prezzi diversi. Tomori, Bennacer, Kalulu, lo stesso Thiaw, per esempio, se li vogliono devono svenarsi. Tutti gli altri possono essere ceduti tranquillamente, ovviamente senza rimetterci, ma credo che questo tipo di consigli sia l’ultimo di cui questa proprietà abbia bisogno.
    E’ anche vero che a certe cifre sarebbe d’obbligo cedere anche i quattro che ho definito incedibili. Ma certamente non alle cifre ridicole che stanno sparando i media: per sessanta milioni, di Theo cederei giusto uno scarpino. Ripeto, il Milan non ha bisogno di cedere, il prezzo dei giocatori con contratti ancora lunghi, lo fa lui. Questo in un mondo normale, nel mondo Red Bird non so.

  24. Ripeto, il Milan non ha bisogno di cedere, il prezzo dei giocatori con contratti ancora lunghi, lo fa lui.

    Vero, il Milan non ha bisogno di vendere perché chiude il bilancio in attivo e il costo della rosa l’anno prossimo diminuirà ulteriormente così come è diminuito quest’anno rispetto all’anno scorso. Ma attenzione al MU, sta passando sotto i Quatarioti che investiranno un miliardo di sterline nel mercato, il primo obiettivo potrebbe essere Leao, sul quale c’è poco da trattare, si presentano con i 175 milioni della clausola e se lo portano.

  25. Beh, 175 milioni, clausola o non clausola, porterebbero via chiunque, anche da Club meno parsimoniosi del nostro.

  26. Eh Zullida, bel curriculum. Per Samp barcellona mi dispiaccio ancora oggi. A quei tempi facevo un tifo sfrenato per le italiane che non fossero juve e inter, ora simpatizzo ancora ma in maniera molto più diluita. Non so, una volta vedevo la magia anche nella coppa uefa e coppa delle coppe. Ora la conference è un torneo di serie B, e l’Europa League poca roba fino alle semifinali forse.
    PS. comunque non sono Nico 😀

  27. Maignan problemi fisici ogni volta che va in Nazionale? Ma che cacchio è

  28. il problema al solito polpaccio. Leggo che non dovrebbe essere nulla di serio.
    Anche il comandante del Titanic diceva:”E’ un rumorino…da niente” (cit.) 😀

  29. Comunque nessun problema, continuiamo con il sondaggio del terreno per parecchi giocatori… la nostra presenza sul mercato per rafforzarsi è sempre più pressante e si sente

  30. PS. comunque non sono Nico
    Eppure mi era parso (Totò cit.) ah ah ah

  31. E intanto sembra ufficiale il riscatto di Colombo da parte del Lecce

  32. Messias e/o Saelemaekers non sono quei cani che vengono dipinti, ma nel Milan possono fare giusto le riserve, non i titolari come ora
    Io dico la mia. Forse sono di parte perchè sono affezionato a questi due, ma anche perchè sono convinto che siano molto più forti di quanto normalmente considerati.

    @jtura, non per fare polemica, ma che c’è da affezionarsi a ste due mezzeseghe? Ma per me Messias se lo sbolognano è un miracolo, Saele può rimanere come riserva, ma sono due stagioni che serve assolutamente un upgrade sulla fascia destra

  33. E intanto sembra ufficiale il riscatto di Colombo da parte del Lecce
    Il Milan lo ha controriscattato.

  34. Il Milan lo ha controriscattato.

    adesso qbbiamo il centravanti titolare..

  35. Fuori tutti..Pioli vuole un Milan senza esuberi; anche Adli e De Ketelaere in uscita

    Così la GdS.. sarà un mercato che si finanzierà con le cessioni e con l’alleggerimento del monte ingaggi e costo della rosa dato dai fine contratto e fine prestito, tra Ibra, Tata, Mirante, Dest, Baka, Diaz e Vrancks sono quasi venti milioni risparmiati, fonte Transfermarkt, con Sportiello già preso. Se riescono a sbolognare Origi, Rebic e CDK sono altri venti milioni risparmiati, con quest’ultimo che pesa a bilancio per quasi dieci milioni con cartellino di 35 milioni da ammortare su cinque anni ( va venduto ad almeno 28-30 milioni per non farci una minusvalenza). Restano più da sbolognare altri come Adli e Ballo Touré, e uno tra Saele e Messias se arrivasse uno buono per la fascia destra. Alla fine, dei sette che vanno via per fine prestito o fine contratto, da sostituire realmente è solo Diaz (Kamada sembra già fatto a prescindere dal cambio dirigenza) e Tata (Sportiello già preso), poi devono prendere un centrocampista centrale titolare e uno di riserva perché Bennacer starà fuori fino al 2024, e una punta che verrebbe finanziata con le cessioni di Origi e/o Rebic. Si terranno anche Colombo secondo me. Se va via CDK secondo me puntano Samardzic dell’Udinese, trequartista tosto, tuttocampista come serve a Pioli, e che all’occorrenza può giocare anche più dietro. Abbandoniamo nomi da sogno come SMS, ma anche Marcus Thuram, alla fine non verrà

  36. CDK, io darei una seconda possibilità a questo giocatore, non credo che Maldini Massara abbiano cannato totalmente… forse anche impiegato fuori ruolo lo scorso anno o non piace a Pioli (come Adli) non so penso che certamente non è quello visto lo scorso anno… al limite in prestito ma non cessione definitiva, così anche per Adli, non vorrei con un’altro allenatore impiegati diversamente siano altra cosa rispetto a quanto visto lo scorso anno

  37. CDK, io darei una seconda possibilità a questo giocatore, non credo che Maldini Massara abbiano cannato totalmente

    Ero tra i sostenitori dell’arrivo di CDK ma credo che Pioli non lo voglia vedere neanche in foto. Comunque sarà difficile venderlo, a meno di un exploit ai campionati europei u21. D’altra parte, risparmiare sui quasi dieci milioni all’anno che spendono tra ammortamento e stipendio fa sicuramente gola alla nuova dirigenza. Samardzic sarebbe un profilo ideale per Pioli

  38. Mirante mi sembra abbia rinnovato anche per il prossimo anno. Va beh non è che prende uno stipendio da top…
    Abbandoniamo nomi da sogno come SMS, ma anche Marcus Thuram, alla fine non verrà
    Certo che SMS va da quelli lì, il prossimo derby lo rivinciamo chissà quando.
    Ok che anche loro devono vendere qualcuno.
    La mia è solo una supposizione “se” dovesse effettivamente accadere. Puta caso SMS deve scegliere dove andare a parità di stipendio, chissà perché ma temo le merde.
    Comunque è solo un gioco o quasi ora, fino a quando non ci saranno le ufficialità inutile dannarsi o fare ipotesi che non portano a nulla.

  39. Stoggh dò uagnoooon (tradotto, sono qui ragazzoni). Sto ancora festeggiando POSTO FISSO STATALE A BARI. Il sogno di ogni meridionale. Aaaaahhhh (ciò non vuol dire che me ne sbatta del vecchio Milan, sia chiaro).

  40. Sto ancora festeggiando POSTO FISSO STATALE A BARI

    @Nico, beat ‘a tte :-D, peccato per il Bari, se oggi pomeriggio nella finale di Lega pro va come deve andare, l’anno prossimo derby Bber Fogghie in serie B 😀

  41. Sensazione del momento, si brancola nel buio per quali siano vlu obiettivi e strategie. L’unica cosa certa è che questi vogliano chiudere il bilancio in attivo ogni anno, su questo non ci piove. Mai come quest’anno il calcio (non)mercato è stato così oscuro e incerto, non mi viene neanche di fantasticare su questo e quell’altro nome, scrivevo sopra di Samardzic, non potendo in nessun modo sognare SMS, ma anche un Samardzic sarebbe off limits.. Martinelli narra di un Cardinale in difficoltà nel reperire investitori e di voci che vorrebbero una repentina cessione a un fondo del Qatar, ma do per scontato che sia una caxxata quindi non mi ci faccio la bocca

  42. Stefano,72
    Martinelli ???
    Dai ragazzi non esageriamo
    Citare anche Martinelli no.
    Ci sentiamo il giorno del raduno
    Buon mese

I commenti sono chiusi.