40 4 minuti 12 mesi

Ad una decina di giorni dall’uscita del Calendario della Serie A stagione 2023/24, proviamo tanto per gioco ad esaminare le partite della nostra squadra.

Personalmente non ho mai creduto a quelli che dicono “tanto bisogna affrontarli prima o poi tutte…”. Ci sono molti fattori che possono influire, all’inizio della stagione non potrai mai sapere se il “quella partita” avrai tutta la rosa a disposizione così come la squadra avversaria. Non potrai sapere quanto una partita di Champions ti tolga delle energie.

Per cui la mia è una disanima tanto per scrivere qualcosa in questa caldissima giornata di luglio.

Esaminando le prime 4 viene subito all’occhio che ben 3, anche se la 4ª è il “derby” le giochiamo fuori casa e sono tre trasferte non certo all’acqua di rosa. Sulla carta la prima potrebbe essere la più abbordabile, magari il Bologna dovrà entrare ancora in forma, mentre sia la trasferta di Roma che il derby sono partite veramente toste, il derby poi… ne abbiamo perse ben 4 di fila senza segnare neppure una misera rete. Quella in casa poi è contro i granata avversario di tutto rispetto con un allenatore molto tosto.

Tra l’altro il martedì o mercoledì (19 o 20 settembre) post derby vi è anche il primo turno di Champions. Turno che si ripete dopo la settima quando in casa affrontiamo la Lazio.

Sfogliando il calendario viene all’occhio che alla nona ed alla decima, 22 e 29 ottobre, affrontiamo prima in casa la Juve e poi andiamo a far visita ai Campioni d’Italia, e tanto per non farci mancare nulla durante la settimana 3ª giornata di Champions. Un’altra doppietta simile si ripete giusto sei mesi dopo affrontando prima l’Inter il 21 aprile, 14ª di ritorno, e poi la Juve la giornata successiva.

Ora probabilmente la memoria mi potrà anche ingannare, ma non ricordo negli ultimi anni due “doppiette” simili.

A pensarci ora sembrano giornate fatte apposta per farci perdere terreno, ma poi viene fuori il discorso fatto all’inizio, in che condizioni saremo noi e le avversarie?

Se le prime 4 giornate tre le giochiamo fuori, le ultime 4 invece ben tre in casa: Genoa, Cagliari e l’ultima con la Salernitana, inframezzata dalla trasferta di Torno contro i granata che curiosamente affrontiamo alla 2ª ed alla penultima giornata.

Potrebbe essere un vantaggio? Se prendiamo in considerazione i punti persi nella stagione passata con le piccole parrebbe di no, però quest’anno potrebbe cambiare il trend e magari le tre citate hanno già “concluso” il loro campionato.

Concludo con qualche curiosità. Il Torino sarà la squadra che dopo averlo affrontato alla 2ª giornata, passeranno più giornate per la partita di ritorno: ben 35 riaffrontandola come scritto appena su alla penultima giornata. A seguire il Cagliari, passeranno 30 giornate e subito dopo l’Inter dopo 29 partite.

Mentre quelle che dopo la partita di andata, quelle di ritorno si giocherà più a breve, ne sono tre e tutte e tre dopo “solo” 9 giornate: Frosinone andata 14ª e ritorno 23ª, Monza 16ª e 25ª ed Empoli 19ª e 28ª.

Ripeto, queste considerazioni lasciano il tempo che trovano. La cosa importante che nel frattempo arrivino altri acquisti di spessore per cercare di “creare” una squadra che centri almeno l’obiettivo minimo che è quello del 4° posto e del passaggio almeno del primo turno di Champions.

Nel frattempo buone vacanze a tutti!!!

40 commenti su “SERIE A 2023/24 – il Calendario del Milan

  1. E’ vero che prima o poi dobbiamo affrontarle tutte, ma una partenza così sarebbe stata meglio evitarla. Tutto pianificato a tavolino per agevolare gli amici e gli amici degli amici? Boh, è troppo caldo per pensare a certe cose. Ne affronteremo una alla volta, magari andrà alla grande, il calcio è bizzarro.
    Dipenderà molto dalla squadra, dalla sua forza e dalla forma con cui attraverserà i cicli di partite più insidiosi. Se sarà forte e in forma, i presunti magheggi di palazzo si riveleranno inutili.
    Il problema è tutto lì: saremo forti? Mi fido pochissimo di questa proprietà e della dirigenza che essa ha scelto, ma chissà, ripeto, il mercato è ancora lungo e il calcio è bizzarro.

  2. E’ vero che prima o poi dobbiamo affrontarle tutte
    Infatti come ho specificato io non ci ho mai creduto a questo detto.
    il mercato è ancora lungo
    Come diceva Totò: questo fatto mi indispone. Potrebbero ancora arrivare dei giocatori idonei, ma potrebbe anche arrivare l’arabo di turno con 2/300 mln e si pappa Leao, Theo e Mike.
    Poi dovranno scappare perché l’italiano si sa, se gli si tocca la busta paga si arrabbia ma il giorno dopo se ne fa una ragione, se gli tocchi invece la squadra del cuore…

  3. Ah guarda, con questa proprietà l’arabo di turno, se vuole, ci va a nozze e ti sventra la squadra a prescindere dalla lunghezza della finestra di mercato. Un giorno è più che sufficiente: quando sentono il frusciare delle banconote, a questi vengono i lacrimoni e non ci pensano due volte a vendere. Tanto va tutto bene, “a certe cifre non si può dire di no” e saremo sempre lì a sottoscrivere abbonamenti da stadio e TV (io per primo).
    Comunque resto in attesa. Il mercato mi annoia, come sai, e adoro l’estate, vorrei che non finisse mai, ma mai come quest’anno sono stato così curioso di vedere la rosa al primo di settembre.

  4. Se facesse un caldo “normale” anche a me piacerebbe l’estate. Fra 15 gg. torno, se tutto ok, dalle tue parti boss come lo scorso anno vado a Gatteo. Mi sono trovato bene lo scorso anno e visto che il costo è rimasto praticamente invariato (30 euri in più) perché non tornarci.

  5. Un giorno è più che sufficiente: quando sentono il frusciare delle banconote, a questi vengono i lacrimoni e non ci pensano due volte a vendere.
    E se a qualche arabo gli venisse in mente di comprarlo il Milan? Non è mica un’idea assurda: società assolutamente sana, senza debiti e bilancio in pareggio, brand più che eccellente, storia che mette i brividi, squadra che ha una buona base e non ultimo ci potrebbe essere a breve una bella accelerata per la costruzione di uno stadio (un bel primo passo c’è stato). In fondo a questo punto sia a Cardinale che Singer probabilmente non dispiacerebbe troppo passare subito all’incasso finale.

    In quanto a vacanze, abitando in una località di mare non lontano dove andrà Danilo, le vacanze, quando le facevo, erano a fine settembre e certamente non al mare. Al momento sto il più possibile a casa con il mio climatizzatore che mi ciuccia un sacco di soldi in bolletta.

  6. Ma un Duvan Zapata a noi farebbe schifo? Lo danno in uscita dall’Atalanta. Spero che non prendano quello del Porto, Taremi, lento e poco fisico, esattamente il profilo di punta che non serve a noi.

  7. Non so, non viene da una buona stagione. Poi ci sono anche le merde che se riescono a prenderlo potranno scrivere “Milan beffato”

  8. In effetti non lho seguito nella scorsa stagione. Spero comunque di non vederlo da loro, nel caso perdessero Lukaku. Per me tanta roba di centravanti Zapata, certo a patto che stia bene fisicamente.

  9. “In fondo a questo punto sia a Cardinale che Singer probabilmente non dispiacerebbe troppo passare subito all’incasso finale.”
    Ma non so se è così, anche perché l’Arabo disposto a comprare dai Singer c’era, ma questi hanno preferito venderà al Cardinale rosso che comperava con un loro prestito di 600 milioni e chi è nelle posizioni strategiche di comando al Milan è tutta gente Singer

  10. Sembra fatta per Rejinders, accordo trovato a venti milioni circa. Con questo acquisto si completa la rosa, diciamo così, almeno per le caselle lasciate da chi è stato ceduto o andato via: LFC colma il buco lasciato da Kessie, e mai colmato da Vranckx, Sportiello sostituisce Tata, Rejinders sostituisce Tonali, Pulisic Diaz, Dest e Baka non c’era bisogno di sostituirli che hanno contribuito poco o niente. Servirà ancora un centravanti, un altro centrocampista vice Bennacer, mentre per l’ala destra si dovrà capire come Pioli schiererà Pulisic. In termini di bilancio, i nuovi arrivi costano tra ammortamento del cartellino e stipendio lordo quasi quanto il costo di quelli che sono andati via, penso che da adesso in poi si cederà prima di comprare

  11. Non si può dire che non si siano mossi, per lo meno numericamente. Il qualitativamente lo giudicheremo dal campo.
    Adesso mancano un attaccante di destra (a meno che Pulisic non sia stato preso per quel ruolo), un centrocampista e una punta, titolari o quasi. E’ ancora lunga la faccenda.

  12. Adesso mancano un attaccante di destra, un centrocampista e una punta, titolari o quasi. E’ ancora lunga la faccenda.
    Esatto, ma almeno si sono mossi prima di quanto sperassi e qualcuno è arrivato. Leggendo da chi ne capisce (!?) sembrano anche buoni giocatori, ma la qualità, come scrive il boss, lo vedremo “strada facendo” come dice… Baglioni.

  13. Da Facebook “Milan Live”:
    “Lukaku, niente Inter: sta trattando con la Juventus”
    Perché nessuno si azzarda a scrive Inter beffata?

    Giustissimo, solo noi veniamo “beffati” da loro per via di giocatori che non abbiamo neanche trattato.

  14. Giustissimo, solo noi veniamo “beffati” da loro per via di giocatori che non abbiamo neanche trattato.

    A oggi l’inda perde Brozo, Lukaku, Dzeko, Scrignar, Handanovic, D’Ambrosio, quasi fatta anche per Onana al MU, con gli arrivi dei soli Frattesi e Thuram. Se Atene piange, Sparta non ride

  15. Non si può dire che non si siano mossi, per lo meno numericamente. Il qualitativamente lo giudicheremo dal campo.

    Concordo, a me sembra un mercato sensato e lineare, come ho scritto sopra con l’arrivo di Reijnders (uso il condizionale) si dovrebbe colmare l’ultima casella lasciata inoccupata dai partenti, la casella lasciata libera da Tonali. Mancherebbe ancora un vice Bennacer, uno un po’ più metronomo e il centrocampo per me è a posto. Il tutto a fari spenti, distribuendo il “budget” su più ruoli e non solo su CDK come l’anno scorso. Sul belga sembra ci sia l’Aston Villa, il Milan non può venderlo a meno di 28 milioni per non farci una plusvalenza. La sua cessione libererebbe quasi dieci milioni a bilancio per via del costo del cartellino, tuttavia penso che vorranno prima valutarlo durante la preparazione, mi intriga l’ipotesi che ho letto di una trasformazione in centrocampista mezzala sinistra, fermo restando che ciò richiederebbe un passaggio al 433.

  16. Per la prima punta si parla di Morata, Taremi, Balogun, tutti nomi che non mi entusiasmano, ma sono sicuro che Moncada stia lavorando sotto traccia per qualche nome non fatto. Il sogno sembra essere Wahi ma ci sono molti club su di lui e il ragazzo sembra orientato a voler rimanere in Ligue 1. Io guarderei anche a qualche prima punta ancora giovane, relativamente, ma da rilanciare tipo Werner, che al Lipsia sarà chiuso dai nuovi arrivi Openda e Sesko, o lo stesso Jovic, attaccante che prima di andare al Real Madrid era considerando tra i più promettenti nel panorama internazionale e che ha “solo” 26 anni.

  17. Le vicende di calciomercato mi intrigano poco: il 95% delle notizie sono mera fantasia e non ho più nè voglia nè tempo per separare il grano dal loglio e trovare quel 5% di vero.
    Tuttavia la vicenda Lukaku mi ha non poco affascinato sia per i contorni che per la narrazione.

    LATO INTER: ora sono col culo per terra, devono trovare una punta e non è facile dopo aver fatto all in sul belga. Ovviamente la narrazione mediatica orchestrata sapientamente da Marotta rimpicciolisce il problema e la beffa che tuttavia sono evidentissimi per chiunque non abbia i paraocchi

    LATO JUVE: posto che non sono estimatore di Vlaovic (che anzi mi sembra sopravvalutato), tuttavia non capisco proprio il senso di cambiare un 23enne con un 30enne che a parte i 2 anni con Conte ha fatto mediamente male.

  18. Con Colombo che viene da un’esperienza positiva in serie A e che che potrebbe essere tenuto in rosa per la questione liste, potrebbero, uso il condizionale, anche decidere di rimandare la questione centravanti alla prossima stagione, soprattutto se non esce uno tra Rebic e Origi per la questione monte ingaggi / costo della rosa (per me mantra, il contenimento dei costi e monte ingaggi è il criterio primo imposto dalla proprietà). Potrebbero chiudere il mercato solo con centrocampista e ala destra, vincolata alla cessione di Messias e / o Saele.

  19. Io come risaputo immagino, non seguo molto il calcio estero, già inizia ad annoiarmi quello italiano ed infatti se non gioca il Milan raramente vedo altri incontri. Per cui non saprei chi ipotizzare per un buon centravanti. Ma sicuramente ci sta chi ne sa più di me in società e spero prenda uno forte.
    Jovic piace anche a me anche se non è un goleador purissimo, 6 gol nella passata stagione. Ma soprattutto credo che la Fiorentina per lasciarlo partire vorrà un botto di soldi.

  20. rimandare la questione centravanti alla prossima stagione

    Credo sarà così, salvo l’ipotesi (ahinoi remota) che riescano a impacchettare sia Rebic che Origi.
    Al momento comunque il reparto che più mi preoccupa è il centrocampo.
    Sia insistendo sul 4231 sia virando sul 433, siamo non solo numericamente ma anche qualitativamente in affanno.
    Bennacer infortunato e salterà buona parte della stagione
    Loftus e Reijkoso che devono ambientarsi
    Pobega che non convince
    Krunic ad oggi unico sicuro titolare
    Mi aspetto un altro bell’innesto lì in mezzo e poi magari anche un terzino come si deve, perchè non si può pensare di fare di nuovo tutta la stagione sperando che Theo e Calabria non abbiano manco un raffreddore.

  21. LATO JUVE: posto che non sono estimatore di Vlaovic (che anzi mi sembra sopravvalutato), tuttavia non capisco proprio il senso di cambiare un 23enne con un 30enne che a parte i 2 anni con Conte ha fatto mediamente male.

    Secondo me Lukaku non va né dai gobbi né dalle me.de, come sembra oramai evidente. I gobbi hanno operato la classica manovra di disturbo come loro uso, ma prima dovranno piazzare Vlahovic, e comunque il Chelsea non lo vende a meno di 35-40 milioni cash avendo ancora da ammortizzare una buona parte del costo del cartellino di 115 milioni. Prevedo Scamacchio ai gobbi e Morata all’inda

  22. Jovic piace anche a me anche se non è un goleador purissimo, 6 gol nella passata stagione. Ma soprattutto credo che la Fiorentina per lasciarlo partire vorrà un botto di soldi.

    @Zulli, non credo chiedano un botto di soldi, il Real glielo ha praticamente regalato e la sua valutazione non supera i dieci-dodici milioni. Sarebbe uno scommessone, lo ammetto, ma il panorama internazionale non propone molto, a meno che non si hanno dai 60 milioni in su da investire giocatori come Jonathan David del Lille o il danese dell’Atalanta

  23. io mi sto godendo le “perle” di Lukaku fuori dal campo.
    Se finisce dai gobbi smetto di ridere poco prima della mia cremazione.
    Avrà scoperto di essere gobbo dalla 4^ e fino alla 5^ elementare 😀

  24. Chukweze, come caxx si scrive, Musah e Taremi sono extracomunitari, ne può venire solo uno di questi, avendo già preso RLC, e al contempo deve uscire un extracomunitario di quelli che abbiamo in rosa (Vasquez dicono sia stato preso solo per fare spazio a un secondo extracomunitario ma bisogna sempre trovare chi si prende il Paraguaiano…). Come scritto sopra, Taremi non mi entusiasma, e Chukweze costa troppo (vogliono 35 milioni per un giocatore in scadenza tra un anno e che a Febbraio puoi prendere a zero), motivo per cui Musah potrebbe essere il secondo extra comunitario a essere comprato in questa finestra di mercato. Musah non è un metronomo che potrebbe servire come vice Bennacer, ma al mondiale mi piacque parecchio come sostituto di Kessie. Motivo per cui, sarei d’accordo con il suo arrivo, assumendo che Pioli sappia come farlo giocare.

  25. Stefano la Viola non ha bisogno di vendere, per cui l’italoamericano vorrà guadagnarci quanto più possibile.

  26. Chukweze, Musah e Taremi sono extracomunitari, ne può venire solo uno di questi, avendo già preso RLC

    Devo correggermi, ho appena letto che Musah non è extra comunitario avendo passato la sua infanzia è cominciato a giocare giovanissimo in Italia, per poi trasferirsi in Inghilterra. Parlo di Musah perché da più parti si dice che domani sia fissato un appuntamento col Valencia, a quanto pare il passaggio era già fatto ma gli spagnoli all’ultimo hanno declinato l’offerta, forse in attesa di altre più vantaggiose (che evidentemente non sono arrivate). Quindi la questione extra comunitario riguarda Chukweze e Taremi. Se il centrocampista sia o meno quello che fa al caso nostro, sinceramente è cosa di Moncada, e Pioli in ultimo che quest’anno è direttamente responsabile dei nuovi arrivi. A me, ripeto, Musah piacque molto durante il mondiale, ha ottime caratteristiche difensive e di corsa, ma anche in fase di impostazione e transizione

  27. Stefano la Viola non ha bisogno di vendere, per cui l’italoamericano vorrà guadagnarci quanto più possibile.

    @Zulli, comunque non credo che questa idea si materializzi in qualcosa di concreto. A me Taremi non entusiasma, per usare un eufemismo, piuttosto preferirei bruciare la casella di extra comunitario per Chukweze, e rimanere con Giroud, Colombo, e Origi come prime punte, con Origi che non può essere il pippone visto quest’anno (al più mezza pippa, che ogni tanto la mette dentro). Per il nigeriano penso puntino ad aspettare che il Villareal accetti l’offerta considerando che l’anno prossimo lo perderebbero a zero. Sempre che non arrivi il club di premier League o arabo a rompere il cog..oni

  28. Resto sempre in minoranza. Per me ci stiamo muovendo benone sia a centrocampo, sia a trequarti, sia in attacco (dove il titolare resta Giroud, con Colombo che potenzialmente è un nuovo Bobo Vieri versione milanista, non lo sottovaluterei). Il problema per me rimane sempre la difesa. Per due motivi: 1. Tomori e Thiaw non potranno mai giocare 50 partite ciascuno, Kjaer non abbiamo idea di come abbia recuperato dal grave infortunio, Gabbia non ha la fiducia dei tifosi e Kalulu viene da un anno molto discutibile. 2. Pioli, con questa difesa, è obbligato a giocare sempre a 4 dietro, con tutti i rischi che ne conseguono avendo un terzino offensivo come Theo, eppure il periodo difensivamente migliore della stagione conclusa lo abbiamo avuto con 3 dietro, ma 3 dietro non possiamo metterli, non avendo un difensore mancino. A tal proposito, ben venga Facundo Gonzalez, difensore alto, mancino e secondo me molto forte (e con ascendenti italiani, quindi comunitario). Speriamo.

  29. Certo Stefano, Jovic non credo neanche ci pensino in società. Era per fare una discussione tra te e me.
    Si Nico hai ragione, manca anche uno dietro. Ho letto oggi di Facundo, se dici che è buono mi fido e ben venga.

  30. Quanti interisti moralisti ho letto sul web sulla vicenda Lukaku. Peccato che parlano proprio quelli che hanno come idolo il turco. Proprio vero che il tifoso interista vive su un’altra dimensione.

  31. tempi duri per prescritti e gobbi.
    Cuadrado è al pari di Chiellini uno dei più antisportivi che abbia mai visto giocare.
    Uno stuntman che ora, con i vari Lautaro e Dimarco, metterà su l’Academy delle simulazioni.
    Sto ridendo a crepapelle per coloro che giudicano traditore Lukaku ma adorano il turco con le corna. Coerenza questa sconosciuta.
    Mi aspetto un boom di incremento fatturato dagli psicologi. Milano (quella neroblu) e Torino le città più impegnate.

  32. Titolone di un articolo della Gazza:
    “”Noi Lukaku non lo vogliamo”: la presa di posizione dei tifosi Juve sul mercato”
    Cioè una trentina di ragazzini armati di penna e taccuino per gli autografi, quelli per intenderci che hanno appena finito la scuola e non hanno ancora iniziato le ripetizioni per i debiti che sicuramente avranno rimediato, che sbraita e urla contro Lukaku sarebbe la “presa di posizione dei tifosi”.
    Che spettacolo! Mi faranno morire a furia di farmi ridere…

  33. Lukako e Cuadrado sono due cose folli al limite della schizofrenia. Ma accadono in questo calcio che ha stravolto completamente tutte le logiche di mercato.
    Divertente vedere come le singole tifoserie inorridiscano sul momento e imprechino di tutto. Poi, piano piano, con il calcio giocato il tutto si assuefarà e non mi meraviglierei che possano diventare una sorta di idoli rivestiti con altri colori.
    D’altra parte noi siamo i meno adatti a giudicare e criticare avendo accolto come un messia l’arrivo di Bonucci nel 2017. Quanto mi vergogno di essere stato anch’io tra quelli.

    Noi ci muoviamo quest’anno, al contrario del mercato bloccato dell’anno scorso. Fatico sinceramente a giudicare per tanta ignoranza. Aspetto senza pregiudizi e spero.

  34. Noi ci muoviamo quest’anno, al contrario del mercato bloccato dell’anno scorso. Fatico sinceramente a giudicare per tanta ignoranza. Aspetto senza pregiudizi e spero.

    @giustiziere, In genere mi interesso più del nostro mercato che quello degli altri, ma mi sembra che noi si stia seguendo un filo logico: rimpiazzare quelli che sono andati via, almeno quelli titolari o quasi, rinfoltire il centrocampo in ottica (speriamo) di un passaggio a tre a centrocampo, e poi concentrare fine Luglio e tutto Agosto per prima punta e ala destra. Il tutto con il vincolo primario del contenimento dei costi, come ho scritto qualche giorno fa, da calcoli approssimativi su risparmio degli stipendi di chi se ne è andato e stipendio e ammortamento del cartellino di Sportiello, RLC, Pulisic e Rejinders siamo in quasi parità (costo della rosa aumentato di 2-3 milioni, praticamente l’incasso di un turno di campionato..

  35. oh ma il cascatore colombiano che va dai prescritti li ha proprio sbomballati!
    Sono tutti “indignati” per questo tuffatore ma poi al primo rigore procurato con una delle sue solite acrobazie inizieranno con “eh beh, però non gioca male”…ahahahahah
    Pagliacci vestiti a festa!

  36. Eh ma loro sono maestri nei distinguo, sicuramente troveranno il modo di giustificare tuffi e sceneggiate che fino a poco tempo fa disapprovavano.

  37. Leggendo i vari siti sembra un Capolavoro assoluto di Marotta. Che schifezza.

  38. sembra un Capolavoro assoluto di Marotta
    Ma quale capolavoro, che i gobbi l’avevano scaricato. Ridicoli.

  39. Sto ridendo ancora da ieri per i cambi maglia tra gobbi e prescritti. Meglio di Brachetti, quello vero. Ma anche del multinick che bazzicava da noi.
    Le giustificazioni che leggo nel web sono degni di Zelig.
    Vedrete che nel pagellone della Calzetta a fine mercato, queste due società avranno giudizi molto lusinghieri.

I commenti sono chiusi.