56 3 minuti 10 mesi

Ritengo  superfluo riassumere quanto accaduto stasera a San Siro. E badate bene, non si tratta di un’abile mossa da parte mia per evitare di descrivere lo scempio cui siamo stati obbligati ad assistere nostro malgrado, si tratta bensì di volere evitare inutili perdite di tempo a chi scrive e, soprattutto, a chi legge. A chi volesse masochisticamente sapere come sono andate le cose, consiglio di andarsi a rileggere i racconti dei quattro derby precedenti a questo. Qualche protagonista è cambiato, ma l’andamento di quelle gare è stato pressoché identico: Inzaghi contro Pioli, il primo che mette regolarmente nel sacco il secondo, gol che viene incassato quasi subito e partita in discesa per i neroazzurri, liberi di scorazzare indisturbati per le vaste praterie da noi generosamente concesse. Punto e basta.  E siamo seri, non può trattarsi soltanto di qualità degli uomini a disposizione. L’Inter è forte e collaudata, lo sappiamo, ma non così più forte e collaudata rispetto a noi da aggiudicarsi la bellezza di cinque derby consecutivi in ciabatte, segnando un fottio di reti e subendone la miseria di uno. In questa occasione, a livello numerico è andata pure peggio. A me hanno sempre insegnato che, se dopo numerosi tentativi una strada è oggettivamente sbagliata, occorre imboccarne un’altra. Proseguire pervicacemente per quella abituale ma sbagliata è segno di stupidità, oppure di cieca testardaggine: due gravi difetti nell’ambito di qualsiasi professione, non soltanto di quella di allenatore calcistico. O,  per meglio dire, di Coach.

Non mi va neppure di stilare l’elenco dei migliori o dei peggiori: perdonatemi, non saprei da dove cominciare. I grandi giocatori di solito non prendono così tanti sonori schiaffoni, a prescindere da chi li allena e mette in campo. Mentre i grandi allenatori non riducono un rovescio simile a pochi dettagli di differenza, come se tutti quanti avessimo assistito a una gara equilibrata; e in casi simili chiedono scusa, i grandi allenatori, ci mancherebbe pure che si fosse perso apposta.

La chiudo qui, una sconfitta era preventivabile e l’avrei pure digerita se subita con diverse modalità, ma una disfatta così no, spiacente, non ho più lo stomaco di un ventenne. Sono profondamente deluso, per farmela passare occorrerà tempo e, soprattutto, un improbabile filotto di cinque o sei vittorie consecutive. Meglio ancora se sette od otto.

Sempre forza Milan, ovviamente, oggi più di ieri.

56 commenti su “INTER-MILAN 5-1

  1. Ho dormito poco, male e con quella sensazione di incredulità mista a rabbia.
    Ho spento subito al termine della partita e non ho guardato più nulla.
    Stanotte ho cercato il coraggio di affacciarmi nel web per avere conferma che tutto fosse realmente accaduto e leggo la dichiarazione dell’allenatore sulle eventuali scuse verso i tifosi.
    Mi e’ bastato per mandarlo affanculo.
    Ci vorrà tempo per riprendermi da questa batosta.

  2. Effettivamente c’e’ poco da dire.
    Per i derby il 2023 e’ un anno orribile.
    Amen, si chiude e per quest anno non se ne parla più.
    E’ stata la sagra del masochismo.
    Io non critico nemmeno tanto: facciamo tutto noi e mettiamo l’Inter nelle condizioni di fare bene le due cose che sanno fare: gioco in campo aperto e cambi di campo.
    paradossalmente sono convinto che la strada per battere l’Inter sia quella del pressing, intensità e velocità. Noi non abbiamo le caratteristiche per impostare una partita con un gioco come il loro, come la roma o come la juve.
    Nel 2023 sono la nostra criptonite. Noi rimaniamo il milan e loro una squadrache lotta per non fallire.
    Il campionato e’ lungo. FORZA RAGAZZI

  3. Come Ghost ho dormito poco e male, se le altre notti la scusa era qualche altra cosa stanotte è sicuramente stato il derby.
    Inutile appellarsi che noi abbiamo vinto a breve distanza una volta 5-0 (Coppa Italia) ed un’altra 6-0 nel 2001. Un po’ come nel 1997 dopo la batosta interna con la Juve 1-6 al fatto che nel 1951 vincemmo a Torino per 7-1.
    Sono scuse che non tengono, nel calcio per i risultati vale l’attualità e l’attualità dice che oggi loro sono più forti, sicuramente non come sembrano dire i risultati di questo infausto 2023, ma hanno sostituito Lukaku probabilmente con uno ancora più forte e che poteva essere nostro se avessimo accettato di dare la “bustarella” al suo procuratore. Certo ad agosto fui d’accordo con questa mossa, ma ieri sera sicuramente un po’ meno. Poi non è detto che se Thuram avesse giocato con noi fosse cambiato qualcosa della partita, entriamo in campo già rassegnati e a loro basta un paio di contropiedi per ridicolizzarci.
    Nelle tre partite precedenti stavamo ammirando una squadra nuova, con uno spirito nuovo e con un paio, anzi tre, di nuovi che sembravano ci potessero far fare il salto di qualità e lottare sul serio per lo scudetto. Ieri sera tutto svanito, tutti cadaveri e tutti in balia dell’avversario.
    Salvo solo il vecchio e caro Giroud con una gli altri tutta da a cominciare da Theo che nonostante ha fallito di poco il gol dell’1-1, nelle grandi partite, ci avete fatto caso, sparisce.
    Salvo anche Maignan, non ha fatto miracoli perché era impossibile farne ieri.
    >Martedì si riparte, vedremo come hanno assorbito questa botta.
    Pioli in un mondo reale ieri sera avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni. Io spero che la barca si raddrizzi, ma come scrivevo prima della fine dello scorso campionato, il Milan ha bisogno di un allenatore come Conte per affrontare questi derby e non solo. Non lo prenderanno mai perché costa e perché non vogliono pagare due mister. Vedremo comunque a breve, basta aspettare martedì e poi sabato per vedere se già da settembre sapremo se vivremo una stagione di merda, doppiamente se poi pensiamo ai prescritti che volano.

  4. Pioli ciclo finito da un anno, lo dicevamo alcuni di noi anche molti mesi fa.
    Ritenevo che un derby alla quarta giornata non contasse quasi nulla ma a questo punto un 5 a 1 non posso credere non riesca a lasciare nessuno strascico.
    Roba che non succedeva da 50 anni.
    Pioli presuntuosoe la sua presunzione è ormai un cancro di questo gruppo. Io a malincuore adesso tiferò Newcastle e Lazio, perchè questo presuntuoso montato che non impara mai dalle lezioni va rimosso.
    Calabria a centrocampo, Pioli fuori dai coglioni!

  5. tiferò Newcastle e Lazio,
    A parte che prima della Lazio abbiamo Verona e Cagliari, ma io nonostante vorrei leggere già da ora le dimissioni/licenziamento di Pioli, tifare contro MAI!!!
    Intanto il Napoli è già a -5.

  6. Ma gli ebeti in curva canteranno anche alla prossima Pioli is on fire. Neanche 5 suppostone dal Sassuolo a San Siro li svegliano. Venduti.
    Visto che ci siete, Pioli is on FIVE

  7. Senza Zlatan Ibrahimovic lui questo era: 5 pere a Bergamo!
    Con noi fa la voce grossa anche un Frattesi, loro gli occhi della tigre, noi superficiali e scazzati. Degni di questo allenatore.

  8. Copio incollo dati della partita:
    POSSESSO PALLA 40% Inter / 60%MILAN
    TIRI TITALI 14 Inter / 9 MILAN
    TURI IN PORTA 7 Inter / 2 MILAN
    CIRNER 5 Inter / 0 MILAN
    FUORIGIOCO 2 / Inter 2 MILAN
    FALLI COMMESSI 16 inter / 13 MILAN

    Ma se questi sono i dati… ma mi dite a cosa serve questo sterile possesso palla che comincia già appena fuori dalla nostra area con il passaggio di Maignan al compagno a non piu più di 5 metri e poi un lento inconcludente tik tok avanti e indietro che non porta a niente??

  9. Ma nemmeno altri 50 derby a questo presuntuoso basterebbero per capirlo. Tanto lui dice di non aver guardato i derby passati, sia mai che impara qualcosa. Solito copione, loro calcio semplice e di rimessa, con noi a fare il gioco perfetto per esporci alle loro infilate.

  10. Correggo errori

    Copio incollo dati della partita:
    POSSESSO PALLA 40% Inter / 60%MILAN
    TIRI TOTALI 14 Inter / 9 MILAN
    TIRI IN PORTA 7 Inter / 2 MILAN
    CORNER 5 Inter / 0 MILAN
    FUORIGIOCO 2 / Inter 2 MILAN
    FALLI COMMESSI 16 inter / 13 MILAN
    Ma se questi sono i dati… ma mi dite a cosa serve questo sterile possesso palla che comincia già appena fuori dalla nostra area con il passaggio di Maignan al compagno a non piu più di 5 metri e poi un lento inconcludente tik tok avanti e indietro che non porta a niente??

  11. Io ho da sempre poca stima del tifoso banderuola, che si esalta nella vittoria e si deprime nella sconfitta.
    Ma ognuno ha la sua indole e bisogna accettare anche che ci sono personaggi che non sanno dare le giuste dimensioni delle vicende.

    Non mi sto riferendo a voi, ovviamente ahahahah

    mi riferisco agli interisti che a settembre dello scorso anno scrivevano questo

    https://www.settoreinter.it/2022/09/19/tante-coccole/

    https://www.settoreinter.it/2022/09/04/come-prima-peggio-di-prima/

    e che sintetizzo con questo esempio

    Gus scrive:
    5 Settembre 2022 alle 10:11
    Il non verbale dei giocatori è spesso più eloquente di tante parole; il famoso linguaggio del corpo. Che preparazione è stata fatta quest’estate, come è stata approcciata la nuova stagione per presentarsi così poco sul pezzo sia fisicamente che mentalmente?
    Speravo che la famosa questione del rifiuto di prendere in considerazione offerte da parte dei nostri cosiddetti big fosse il preludio di una stagione da gruppo compatto, coeso e concentrato prima del probabile “liberi tutti” dell’anno prossimo. Non vorrei avessero skippato la parte del “gruppo compatto, coeso e concentrato” e fossero già a quella del “liberi tutti”.
    Inzaghi si sta rivelando quello che tutti temevamo: un allenatore da Lazio. Non il leader dello spogliatoio in grado di tirare fuori il 110% dai suoi giocatori. Non la personalità in grado di reggere le pressioni di un ambiente come il nostro.
    Speravo sinceramente di più nella capacità di gestire gli uomini e di andare oltre la sostituzione ruolo su ruolo.
    Dopodiché questi siamo. Non ha senso adesso mettere in discussione il tecnico per non tornare ai tempi dell’Inter dei cambi in corsa (chi mettiamo: Zenga? De Zerbi? Per carità). C’è tutto il tempo per raddrizzare e reindirizzare una stagione, poi si tireranno le somme. Intanto prepariamo il pallottoliere che arriva il Bayern…

    dopo di che: critiche ok, errori ovviamente ci sono, in tanti modi.

    disfattismo a che serve?

    e tifare contro poi?

    Ma questi tifosi sono bambini o adulti capaci dai fare ragionamenti logici?

  12. Che dire, ieri ho spento già al primo gol e me ne sono uscito, aggiornandomi di tanto in tanto sul web per il risultato, per come l’abbiamo preso si è capito subito l’andazzo. Temevo la partita giocata con la coppia di centrali Thiaw Kjær ma credo che sarebbe stato lo stesso con Tomori Kalulu. Per fortuna, le partite con le m3rd3 per quest’anno solare sono finite, ne abbiamo 34 da giocare in questo campionato in cui è fondamentale ancora una volta qualificarsi tra le prime quattro. Ho detto 34 partite da giocare, mi correggo, sono 33, togliamo già il Derby di ritorno – va bene, ogni derby fa storia a sé, bisogna giocarselo, non firmo per il pareggio, blah blah, ma oramai dobbiamo mettere in preventivo una sconfitta, c’è poco da fare. E speriamo bene che non ci capiti un altro confronto in CL

  13. C’è subito una partita fondamentale da giocare, e da vincere, la prima in CL contro il Newcastle martedì alle 18:45. Ho scoperto da qualche giorno che qualificarsi agli ottavi è fondamentale quest’anno per accumulare punti nel ranking in ottica partecipazione al primo mondiale per club che si giocherà a giugno 2025, e che c’è da aspettarsi avrà un grande ritorno economico e di visibilità. Attualmente, a giocarlo per l’Italia sarà l’inda, quasi sicura, mentre per la seconda posizione attualmente occupata dai gobbi se la giocano Milan e Napoli a seconda di chi andrà più avanti in CL, con i gobbi che devono solo gufare che entrambe non superino il girone

  14. Ma Nikola perché non scrive più? Finiti i giga?
    Eppure fino a ieri era attivissimo!
    Comunque come predetto, alla prima vera partita della stagione ci siamo confermati ciò che siamo, una squadra di merda orchestrata da un dilettante della panchina miracolato dalla papera di Radu di 2 anni fa. Senza quello scudetto vinto a culo non godrebbe di tutto.questo credito. E ora occhio al.Verona che ci fa il culo sabato, sicuro come l’oro. Inter semplicemente di un altro pianeta sia a livello di rosa che di allenatore

  15. Comunque come predetto, alla prima vera partita della stagione ci siamo confermati ciò che siamo, una squadra di merda orchestrata da un dilettante della panchina miracolato dalla papera di Radu di 2 anni fa.

    Se quella di ieri era la “prima vera partita della stagione”, bisogna dire che le tre precedenti non erano amichevoli, sempre tre punti contavano come quella di ieri, eh. Come scritto prima, il primo di due derby ce lo siamo tolto dai co…ni, con esito più disastroso di quanto i più compreso me potessero immaginarsi, ma adesso c’è un intero campionato e una CL ancora tutta da giocare, inutile martellarsi le balls, l’allenatore questo è e questo rimarrà avendo ancora due anni di contratto, sperare in un cambio di allenatore è pia illusione.. per poi chi? L’unico di quelli liberi che potrebbe farci svoltare è parrucchino, piaccia o non piaccia, ma questi non hanno voluto fare un all-in per prendere Lukaku per una stagione in prestito, figuriamoci se vogliano spendere una ventina di milioni a stagione per Conte, tra stipendio e staff questa sarebbe la cifra.,,

  16. I giga non sono finiti caro Gaspare non preoccuparti. E si tifa Milan più forte di prima, a differenza tua 🙂

  17. Io invece mi ricordo che a te i giga finivano dopo ogni vittoria del Milan…chissà perché. Poi oh, ognuno di noi è attivissimo qua dentro quando gli pare, a differenza di chi passa la sua vita a fare flame su blog di tifosi.
    🙂

  18. sempre scritto sia dopo vittorie che dopo sconfitte, carta canta amico mio.
    Comunque sono disgustato da quanto visto ieri sera, sarebbe da cacciare immediatamente il frate di merda

  19. I tentativi di flame qui cascano male, specie in questi frangenti. Quindi occhio.
    Devo però dire che manifestare disgusto per la gara di ieri ci sta. Ci sta anche qualche esagerazione, tipo Verona che ci farà sicuramente il culo, e ci sta anche qualche balla, tipo lo scudetto vinto solo per la papera di Radu.
    Però la realtà è più o meno quella pre derby: non conosciamo bene ancora il nostro reale valore e lo scopriremo soltanto strada facendo.
    Il reale valore dell’allenatore invece lo conosciamo bene ormai: la sua asticella, più di così, difficilmente potrà alzarsi.

  20. sempre scritto sia dopo vittorie che dopo sconfitte, carta canta amico mio.

    certo che scrivevi anche dopo le vittorie, per dire che erano vittoriette di Pirro che non facevano testo. Ma tranqui, con calma tutti scoprono chi sei. E non mi dilungo per non rovinare l’atmosfera di questo blog come fai tu.

  21. Nel frattempo non avevo letto l’ultimo commento di Marcovan ma lo rassicuro: non credo che risponderò più alle provocazioni del troll. Questo identico modo di postare lo ha già fatti in passato (altrove), continua a farlo – a quanto mi dicono – altrove, quindi nothing new under the sun. E, in ogni caso, quando si vince ha i giga in riserva o la #vittoriadipirro in canna 😀

    Intanto ciao Marcovan e, per quanto possibile, Forza Milan

  22. Pioli è un gentiluomo e un bravo allenatore con la grande virtù di saper far crescere e migliorare i giocatori.
    Pioli è quindi stato un ottimo allenatore quando provavamo a tornare grandi e forti.
    Ora che grandi e forti lo siamo, purtroppo Pioli non è più adatto.
    Ignoro le ragioni che abbiano portato il management a confermarlo lo scorso giugno, ho però il sospetto che Furlani e Moncada abbiano voluto tenersi pronto il capro espiatorio da sacrificare all’altare di Cardinale qualora le cose fossero andate male.
    L’ostinazione con cui ieri Pioli ha immolato la squadra nell’ennesimo derby perso purtroppo conferma i miei sospetti.

    Siamo solo alla quarta giornata ma una cosa è chiara ed evidente: non siamo da scudetto, inutile farci troppe illusioni. Ma abbiamo le qualità per arrivare tra le prime 4 e quest’obiettivo non può essere mancato.

  23. Comunque i commenti dei trollini sono meno fastiosi dei disfattisti lealisti

    ma si, alla fine i troll fanno comicità (involontaria)

  24. State buoni, non rovinatevi il fegato più di quanto non è stato rovinato ieri sera.
    Sottoscrivo l’ultimo commento di marcovan e torno a ricordare quello che ho pensato ieri sera e continuo a pensare oggi. L’anno scorso siamo usciti distrutti dal 5-1 con il Sassuolo, adesso ne abbiamo preso un altro in un derby, che conta infinitamente di più, in che condizioni sarà lo spogliatoio e con quale spirito affronteremo la prima di CL? Prima del Verona c’è il Newcastle, che ieri ha vinto, anche se la cosa conta poco. Torno a chiedermi, facendo tutti gli scongiuri possibili, cosa potrà accadere se la partita andrà storta. Siamo all’inizio della stagione, la barca va ripresa subito o affonda prima del tempo.
    Una dichiarazione come quella di Pioli nel dopo partita è preoccupante. Non sembra più una persona che ha in pugno la situazione e sia invece molto destabilizzata. Non l’ho mai sentito esternare una tale presunzione.
    Non hanno voluto spendere qualche milione in più per completare una rosa che obiettivamente, e lo sapevamo bene anche noi, ha dei buchi in più parti, adesso se anche ci fosse la necessità di cambiare rotta e comandante lo si deve fare subito. Sapete, l’ho detto e ridetto, quanto mi dispiaccia per Pioli.

  25. Sul Night tutti hanno capito chi sei tu, Nikola, infatti lì non ci puoi più scrivere.
    Forza Milan sempre

  26. Noi rimaniamo il milan e loro una squadra che lotta per non fallire.
    Nei sei proprio sicuro Jtura? Non è che questa affermazione assomiglia molto alla favola di Esopo? Questi (forse sarebbe meglio dire Marmotta) hanno costruito e quest’anno rafforzato una squadra forte fisicamente, equilibrata e con alcune spiccate eccellenze. Sono pieni di debiti, ma di punto in bianco, si favoleggiava tutto il contrario, sono pronti a costruire il loro stadio e forse sono anche più avanti di noi. È dura ragazzi. Per un milanista stare così sotto per tanti anni a quella che riteniamo la seconda squadra di milano è insopportabile.

  27. Sono solo un iscritto e non ho l’autorità di un moderatore, ma Gaspare e Nikola per favore smettetela. Siamo tutti rossoneri, a tutti ci batte il cuore che oggi sanguina copiosamente, però non continuiamo con queste stupide litigate da bar su chi tifa di più e meglio.

    2
  28. Sul Night tutti hanno capito chi sei tu, Nikola, infatti lì non ci puoi più scrivere.

    pure tu, se è per quello, è da molto tempo prima.
    PS: comunque continua così, alla fine dimostri quello che sei. Ciao trollone

  29. Justis, per me il discorso è chiuso. Come ho scritto in un commento di poco fa.

  30. giustiziere, hai ragione al 100%
    ma perché lui può darmi del “trollone” quando io mai lo ho offeso?

  31. @Marcovan
    concordo, non sapremo ancora bene il valore (dei nuovi) della rosa, ma la mediocrità del Coach è conclamata una volta di più. Non che ce ne fosse il bisogno di questa ennesima dimostrazione eh.
    Il problema in panchina però è grave.
    Difficile ricordare una partita peggio gestita dal mitomane.

  32. concordo, non sapremo ancora bene il valore (dei nuovi) della rosa, ma la mediocrità del Coach è conclamata una volta di più. Non che ce ne fosse il bisogno di questa ennesima dimostrazione eh.
    Il problema in panchina però è grave.
    Difficile ricordare una partita peggio gestita dal mitomane.

    sono d’accordo. Le dichiarazioni post derby mi hanno restituito un allenatore scollegato dalla realtà e comunque quasi “prigioniero” di una cosa più grande di lui. Diciamo che qualche valutazione va fatta, e subito

  33. però non continuiamo con queste stupide litigate da bar su chi tifa di più e meglio.
    Applausi

    2
  34. @Nikola
    se vere le dichiarazioni che ho letto sull’internez, c’è poco da dire: The Coach è ormai fuori come una mina, lo scudetto – sempre grazie eh, ci mancherebbe – gli ha devastato i circuiti e gonfiato l’ego come l’Hindenburg, prima viene allontanato e meglio sarà per tutti.

  35. Pioli decisamente da zero in pagella, tutti avevamo dubbi sulla sua riconferma, direi ancora prima sul rinnovo di contratto fino al 2025 fatto in tempi non sospetti a fine ottobre 2022. Ma adesso andiamoci piano con bocciature definitive e richiesta di esonero seduta stante, si rischia di finire dalla padella alla brace se non ne prendi uno bravo e che faccia al caso nostro, e in giro di liberi bravi né vedo solo uno, ha il parrucchino ma richieste economiche che difficilmente questa proprietà può soddisfare. Fino a prima del derby sembrava che la stagione avesse preso una buona direzione, vediamo come riprenderanno con le prossime due contro Verona e Cagliari, due squadre da parte destra della classifica, contro le quali l’anno scorso abbiamo faticato e non poco, e soprattutto vediamo come va a finire per la prima, fondamentale di CL contro il Newcastle

  36. Siamo solo alla quarta giornata ma una cosa è chiara ed evidente: non siamo da scudetto, inutile farci troppe illusioni. Ma abbiamo le qualità per arrivare tra le prime 4 e quest’obiettivo non può essere mancato.

    @Lapinsu, concordo, l’avevo scritto anche qualche giorno fa che fondamentale entrare tra le prime quattro, e che inda e gobbi si giocheranno lo scudetto, con Napoli che forse si concentrerà più sulla CL, e noi al massimo possiamo essere outsider. Del resto, per quanto abbia apprezzato la campagna acquisti, non è certo con una campagna acquisti che mantiene il costo della rosa sostanzialmente ai livelli di quello dell’anno scorso, nonostante il plusvalenzone della cessione di Tonali, che si poteva sperare di diventare di colpo tra i favoriti per la lotta allo scudetto. Lo sarebbe stato se avessero fatto un all-in finale prendendo un centravanti forte, direi fortissimo, anche solo per un anno (vedi Lukaku), un centrocampista difensivo altrettanto forte e un difensore centrale di esperienza, ma così non è stato. quindi nessuno stupore se per espertoni, giornalai e tifoserie d’altre squadre non ci considerano nella lotta per lo scudetto

  37. Giustiziere,
    Vero. E’ brutto stare sotto ma la cosa paradossale e’ che soffriamo piu’ ora che siamo piu’ forti rispetto a 4/5 anni fa quandole distanze erano maggiori. In teoria, perché poi il campo e’ un giudice severo, dovremmo soffrire meno il newcastle, per quanto sia molto piu’ forte dell’Inter. Vedremo.
    Teniamo conto che ieri abbiamo perso contro la squadra che e’ uscita dalla finale di CL come moralmente vincitrice
    .

  38. Vero. L’Inter ci sta sulle palle ed è cosa buona e giusta, ma merita rispetto. Lo scorso anno ha perso di un soffio la Champions contro una corazzata, mentre il Newcastle è sì una squadra in ascesa, ma deve ancora dimostrare tutto. Molto più forte proprio no, al massimo dello stesso livello.

  39. Che dire, avevo detto che si perdeva 4-0 e ci sono andato vicino, praticamente ci ho preso. Spiaze (cit) se il Profeta di Bari (cioè io) vince sempre e se “IMBAAAR U’ CAAALCIO A TUUUTT GUAAAND”. Allenatore che ormai è uno yesman attaccato allo stipendio (opinione personale, immeritato) e che sa che, tra quelli che hanno vinto un Campionato negli ultimi 5 anni, è l’UNICO che non verrebbe mai assoldato da nessuna delle prime 7 squadre di nessuno dei 7 principali campionati europei (Milan escluso, ovvio, al Milan se lo tengono volentieri ). Lo sa benissimo. E come gode. Eccome se ci gode.

  40. Difesa costruita con un algoritmo impostato solo per centrocampo e attacco, avevano dimenticato di mettere nell’algoritmo i rombi e i rettangolini (con nodi annessi) per i difensori, son cose che capitano. Però… però…se poi si piazzano due difensori centrali, un esterno sinistro di terzo campo a fare il terzino e un terzino a fare la diga di centrocampo, con un curioso 2-5-3, qualche colpina, ma proprio piccolina, ma forse non tanto piccolina, il COACH ce l’ha. Il Profeta di Bari (stregone all’occorrenza) non va oltre con ulteriori profezie, perché non vuole rovinare Settembre e Ottobre ai Discepoli.

  41. Ma aggiungo una cosa…quelli che blaterano sbavando contro Paolo IL CAPITANO NUMERO 3 ETERNO perché, dopo una stagione (2004-2005) in cui si lottò fino alla penultima per lo Scudo (poi alzato dalla Rubentus, rubando), dopo una Champions dominata escludendo 6 minuti fatali a Istanbul, si permise di dire a un paio di tifosi “siete un po’ ingrati”, ora che il COACH, dopo 5 derby persi consecutivi in un anno (record MONDIALE IRRIPETIBILE), dopo averle prese per 5-1 (ma poteva essere anche 7-0, l’Inter non ha scippato nulla), ritiene di NON DOVER CHIEDERE SCUSA…Beh? Dove sono questi geni?

  42. PS, temo abbia ragione Lapinsu. E la penso come lui. Spero non sia così, ma se davvero alla società serve solo il Capro Espiatorio per giustificare una gestione calcisticamente indecente e mirata solo al mercato globale (vendere la maglia di un Chukwueze e di un Reijnders è più facile che vendere la maglia di un Colombo o di un Bresciani), lo sapremo presto. Già nella comunicazione che faranno tra una mezz’oretta (se mantengono la parola, perché non mi sembrano nemmeno tanto fedeli nella loro parola) sapremo se abbiamo ragione io (come sempre) e Lapinsu. E se abbiamo ragione…saranno tempi molto ardui.

  43. Il giorno dopo:
    quinto derby perso più o meno nello stesso modo dei precedenti quattro.
    Rosa dell’Inter molto più forte e completa della nostra… altro che palle, basta guarda la loro panchina… altro che “società in fallimento”.
    Mercato “rivoluzionario “ con tanti nuovi ma con evidenti lacune in settori importanti.
    Allenatori, che dire Inzaghi non mi è per niente simpatico ma non posso dire che stia facendo male.. anzi purrroppo molto bene.
    Pioli gli dobbiamo molto ma ora penso abbia fatto il suo tempo… so bene che non cambierà ma così tanto per dire io dico che non vorrei Conte ma mi piace molto De Zerbi che sta facendo molto bene in Inghilterra
    Alle

  44. Ragazzi,
    Con tutto il rispetto. Bisogna contestualizzare.
    l’Inter da due tre anni ha un culo infinito il cui esempio più semplice e’ la vicenda Onana: un portiere come tanti preso a zero senza concorrenza e venduto per miracolo a 50 milioni prr soddisfare le voglie di un allenatore ma che gia’ sta dimostrando di non valere 50 milioni.
    E’ arrivata in finale grazie a clamorosi errori arbitrali
    E’ stata all’altezza del city perché ha la capacità di far giocare male gli avversari.
    La formazione e’ di quanto più miracolosa ci sia nel panorama internazionale: una lista di giocatori scartati o dati per bolliti. Alcuni campioni, come mikitarian, altri anonimi come acerbi, darmian, dumfreis…ora Cuadrado
    Chala arrivato per caso a seguito dell’infarto di eriksen
    Poi due tre giocatori forti, tra cui il suddetto chala
    Il loro ciclo positivo si basa unicamente su due basi
    1- volere di eupalla
    2- capacità straordinaria di impedire il gioco agli avversari

    Questa e’ la verità oggettiva

    Per conferme vi rimando ai link degli interisti dell’anno scorso

  45. Jtura ormai è definitivamente provato essere il novello Esopo calcistico. Neppure marcovan ti ha convinto.

  46. A noi solo meriti mai demeriti ma negatività solo sfortuna…
    Agli altri negatività solo e sempre, se positività solo e sempre per culo…
    5 derby persi in un anno 12 gol subiti a 1, sfiga per noi culo per loro….forse i motivi sono altri

    1

I commenti sono chiusi.