64 4 minuti 10 mesi

Milano, sabato 23 settembre 2023 – ore 15,00 – Stadio San Siro

Bilancio Serie A (in “casa del “Milan”):

Giocate: 31

Vittorie Milan: 18

Pareggi: 13

Vittorie Verona: 0

Gol Milan: 56

Gol Verona: 14

Dopo la settimana dedicata alle coppe ricomincia il campionato. Dopo la scoppola di sabato scorso e dopo la mancata vittoria contro uno scarso Newcastle certamente il morale di noi tifosi non è al massimo. Abbiamo poi di fronte un Verona, che anche se a San Siro non ha mai vinto, storicamente ci ha dato dei grossi dispiaceri.

Lo scorso anno lo affrontammo all’ultima giornata ed il Verona era terzultimo alla pari de lo Spezia e quindi in piena lotta per non retrocedere.

Noi eravamo già qualificati per la Champions, ma volevamo quella volta dare noi un dispiacere ai veronesi e mandarli in B e sembravamo avviati a riuscirci in quanto lo Spezia passò subito in vantaggio a Roma contro i giallorossi.

Il Verona partì molto chiuso cercando in contropiede di trovare i punti salvezza. Nel primo tempo ci stava riuscendo abbastanza bene fino al 46° quando su calcio di rigore realizzato magistralmente da Giroud per un fallo molto evidente ma intervenne ugualmente il VAR nonostante Valeri fosse ad un metro dall’azione fallosa su B. Diaz, il Milan passò in vantaggio.

Nella ripresa Faroni approfittò di una amnesia della nostra difesa, costante della passata annata, per pareggiare e raggiungere lo Spezia che nel frattempo a fine primo tempo aveva subito la rete del pari.

Leao in versione “indolente” fino al minuto 85 decise di mostrare che il fresco rinnovo fosse più che meritato e nel giro di 7 minuti realizzò una splendida doppietta.

Sembrava il Verona condannato alla B, ma un rigore di Dybala al 91° costrinse gli spezzini alla sconfitta e quindi allo spareggio con il Verona a Reggio Emilia dove quest’ultimi si imposero per 3-1.

Fu anche la partita del saluto di Ibra davanti ad uno stadio commosso fino alle lacrime così come lo stesso Tonali, che non sapeva però in quel momento che era anche la sua ultima partita in maglia rossonera, anche se come il telecronista di Milan-Newcastle sono convinto che un giorno Sandrino tornerà ad indossare la sua maglia rossonera N. 8.

Sarà una partita complicata, ma non abbiamo alternative alla vittoria per non piombare già a fine settembre in una crisi molto pericolosa per il proseguo della stagione. Mancherà Maignan che sembra dover rientrare la settimana prossima contro la Lazio e forse sarà fatto riposare almeno inizialmente Loftus-Cheek uscito per crampi martedì.

La Juve e l’Inter soprattutto stravinceranno le loro trasferte, anche se l’Empoli ha cambiato allenatore e alle volte… ma questo fattore non conterà per i nerazzurri, figurarsi.

Roma e Napoli hanno due trasferte impegnative, vediamo se il 7-0 dei giallorossi domenica scorsa avrà un seguito oppure hanno sparato le cartucce tutte in quella partita. Garcia dopo le prove non certo positive fino ad oggi, compresa la brutta prova di Braga, con un presidente come ADL ci mette poco a saltare e quindi quasi condannato a vincere per forza.

_________________________

IL PROGRAMMA DELLA 5ª GIORNATA

Venerdì 22 settembre 2023:

ore 18,30 – Salernitana-Frosinone

ore 20,30 – Lecce-Genoa

Sabato 23 settembre 2023:

ore 15,00 – Milan-Verona

ore 18,00 – Sassuolo-Juventus

ore 20,45 – Lazio-Monza

Domenica 24 settembre 2023:

ore 12,30 – Empoli-Inter

ore 15,00 – Atalanta-Cagliari

ore 15,00 – Udinese-Fiorentina

ore 18,00 – Bologna-Napoli

ore 20,45 – Torino-Roma

64 commenti su “Presentazione Milan-Verona – Quinta giornata Serie A 2023-2024

  1. Le uniche soddisfazioni, per oggi, sono i tre punti e l’acidità di stomaco venuta agli amici di Grock (Alberto, Larlo, Bebo, Travis, Armanduccio, Emilio e un altro di cui mi sfugge il nome). Per il resto soprassediamo 😉

    1
  2. Vergogna al Meazza: cori dei veronesi disturbano il minuto di silenzio per Lodetti e Napolitano
    I veronesi si confermano le merde che sono.

  3. Da inizio anno sto provando Adli mediano: ora avrà le sue occasioni

    non avevo colto che Krunic si fosse infortunato, potrebbe essere finalmente l’ora di Adli anche se da mediano…

  4. Cmq la terza maglia fa veramente cagare, eppure sembra stia vendendo parecchio

  5. Se il film di Berbie è stato il più visto nel 2023, non c’è da stupirsi che vendano questa maglia che, senza fare apprezzamenti, non identifica in nessuna maniera il Milan. Qualcosa non va.

  6. non identifica in nessuna maniera il Milan
    Perché quella verde militare? Per me era ancora peggiore.
    Purtroppo caro Giustiziere, questo non è più il nostro mondo. Ora il dio denaro ha preso ancora di più il sopravvento e si cerca di accaparrare in tutti i modi.
    Per noi nostalgici del vecchio mondo del calcio è inconcepibile, ma questo è, e forse abbiamo torto noi.

  7. A me la difesa è piaciuta, praticamente non abbiamo rischiato nulla, e le due volte in cui hanno preso lo specchio Sportiello è stato molto bravo. Mi è piaciuto anche l’esordio di Bartesaghi, ha fisico e velocità. Bene anche Florenzi. Mi è piaciuto anche Musah, ha carattere e corsa, deve un pochino fare vedere più precisione. Anche Okafor è entrato bene. Certo è che se Giroud gioca da fermo, e Jovic gioca con l’enfasi di una canzone di Carmen Consoli, se poi ci si mette anche Pulisic che sembrava volesse menare qualcuno e non avesse interesse per il pallone…giocare bene diventa difficile. Ma mi tengo questa difesa, mi è piaciuta.

  8. A mio parere troppi errori individuali.
    Terza partita in 6 giorni e un po’ di stanchezza si e’ vista
    Per il resto bene tre punti
    E tra piuttosto e niente
    Meglio piuttosto

    1
  9. A me la difesa è piaciuta, praticamente non abbiamo rischiato nulla, e le due volte in cui hanno preso lo specchio Sportiello è stato molto bravo.

    @Nico, in generale non capisco l’ostracismo di gran parte della tifoseria contro l’uso della difesa a tre, che tra l’altro l’anno scorso ci ha fatto passare gli ottavi con il Tottenham nel pieno di una crisi

  10. Ste, in generale, di molti tifosi milanisti non capisco TANTE cose. L’allergia per la difesa a 3, ad esempio. Ma anche l”idea di giocarsi tutta la stagione con 20 mezzali, 30 trequartisti e 2 difensori, ad esempio. Molti milanisti ragionano così. Altro esempio: se Bartesaghi si fosse chiaro amato José Bartesinho o Al Bar Tessag, molti si sarebbero sparati segoni a due mani. Il problema è proprio questo: mediamente, molti tifosi del Milan, soprattutto sotto i 30 anni, di calcio ne capiscono meno rispetto a pari età tifosi di Inter e Juve.

  11. Vedo che la pagnotta è dura per tutti. Noi abbiamo usato il corto muso, ma loro il muso l’anno sbattuto bene.
    La cosa non mi fa piacere perchè ho la sensazione che le merde vinceranno la seconda stella per manifesta inferiorità delle concorrenti. È presto per dirlo, ma tra tutte è quella che non ha ancora fatto una sbavatura. Domani penso sia davvero impensabile che faccia fatica in toscana, contro una ancora a zero punti.

  12. Idem giustiziere, sono convinto che i neroblu vinceranno lo scudo a dicembre

  13. A parte tutto, il Verona non è una squadretta (e lo dice anche la classifica): è una squadra compatta, difensivamente valida e che sa mandare palloni in area avversaria.

  14. Voti del Profeta di Bbeeeri. SPORTIELLO 7.5 (dite quello che volete, ma costui dà sicurezza al reparto arretrato). THIAW 6.5, KJAER 8 (il migliore), TOMORI 7.5. MUSAH 7, KRUNIC 6 (Loftus-Cheek 6.5), REIJNDERS 6, FLORENZI 7 (Bartesaghi 7). PULISIC 5 (Pobega 5), GIROUD 6 (Jovic 5), LEAO 7 (Okafor 7). Pioli 7. Quindi TRE STELLE KJAER, DUE STELLE SPORTIELLO e UNA STELLA TOMORI. Un bidone Pulisic e un bidone Jovic. Pioli on Fire.

I commenti sono chiusi.