34 4 minuti 8 mesi

 Milano, sabato 4 novembre 2023 – ore 20,45 – Stadio San Siro

Bilancio Serie A (in “casa del Milan”):

Giocate: 48

Vittorie Milan: 26

Pareggi: 17

Vittorie Udinese: 5

Gol Milan: 86

Gol Udinese: 31

A guardare le partite della giornata, abbiamo una occasione forse più unica che rara di recuperare qualche punto alle squadre che lottano con noi ai piani alti della classifica.

Ma nel calcio la distanza tra “teoria e pratica” è molto molto piccola ed abbiamo assistito spesso risultati diversi da quelli che sembravano scontati.

Sappiamo tutti che arriviamo a questa partita sia moralmente che fisicamente soprattutto non proprio al massimo. Sembra che dovremmo recuperare Loftus-Cheek, il quale ci è molto mancato nelle precedenti. Forse solo a Parigi la sua presenza non avrebbe influito, ma anche questa è teoria. Abbiamo perso Kalulu per molto tempo e anche Pellegrino per almeno due mesi. Quest’ultimo ha in pratica regalato a Politano il gol del 1-2, ma io vorrei rivederlo, personalmente non mi è sembrato così scarso come apparso. Era andato anche a colpire di testa, con buona tecnica, un corner. Bocciato a Napoli, ma non del tutto. Kjaer ormai è un prepensionato e non da, purtroppo, le garanzie che dovrebbe ad una squadra di vertice. Sembra venga convocato dalla primavera Simic che pensavo figlio di Dario, (grazie a Ghost per la segnalazione) del quale dicono un gran bene anche se è solo del 2005.

A prescindere dal risultato delle altre che naturalmente sono sempre importanti, la cosa fondamentale è oltre a vincere anche giocare bene per dare un segnale di ripresa forte come per dire alle altre “NOI CI SIAMO!”. Certo vincere contro i friulani di questi tempi non è un’impresa galattica, ma ogni partita e specialmente le facili, non è mai scontata.

Lo scorso anno questa partita si giocò alla prima di campionato, il 13 agosto e sfoggiavamo dopo 11 anni il tricolore sul petto. Il finale fu di 4-2 per noi, ma non così scontato l’andamento e per me e per molti milanisti fu un segno di presagio per come sarebbero andate in molte (troppe) partite della stagione. Infatti avevamo chiuso il passato campionato con una difesa di ferro dove non passava neanche uno spillo,  nelle ultime 11 giornate subimmo solo 2 gol tra l’altro ininfluenti sul risultato, uno a Roma contro la Lazio (2 a 1 per noi) ed il secondo a Verona (3 a 1 per noi).

L’Udinese praticamente passò in vantaggio al primo tiro in porta al 2° con Becao, pareggiammo su calcio di rigore all’11° con Hernandez, al 15° Rebic ci portò in vantaggio, ma all’ultimo respiro del primo tempo Masina porta il risultato sul 2-2. Nella ripresa però già al 1° minuto torniamo in vantaggio per 3-2 con B. Diaz e chiude ancora Rebic al 68° per il definitivo 4-2, di fatto l’ultima “grande partita” in rossonero del croato, croce e delizia la sua permanenza al Milan. Successivamente tra infortuni e altro, non lo abbiamo più praticamente visto.

Concludo il post parlando del doppio ex Jankulovsky. Un gran bel giocatore del quale ricordo soprattutto il bellissimo gol del 2-1 nella Supercoppa 2007 contro il Siviglia poi finita 3-1. Probabilmente quando ha giocato da noi, essendoci ancora grandi campionissimi, sembrava un calciatore di seconda fascia. Oggi invece sarebbe tanta manna, un po’ per far rifiatare Theo, ma anche per “destarlo” da quel torpore nel quale sembra caduto da qualche partita.

_________________________

IL PROGRAMMA DELLA 11ª GIORNATA

Venerdì 3 novembre 2023:

ore 20,45 – Bologna-Lazio

Sabato novembre 2023:

ore 15,00 – Salernitana-Napoli

ore 18,00 – Atalanta-Inter

ore 20,45 – Milan-Udinese

Domenica 5 novembre 2023:

ore 12,30 – Verona-Monza

ore 15,00 – Cagliari-Genoa

ore 18,00 – Roma-Lecce

ore 20,45 – Fiorentina-Juventus

Lunedì 6 novembre 2023:

ore 18,30 – Frosinone-Empoli

ore 20,45 – Torino-Sassuolo

34 commenti su “Presentazione Milan-Udinese – undicesima giornata Serie A 2023-2024

  1. sei sicuro che il gol di Politano sia solo colpa di Pellegrino?
    Lui ha sbagliato goffamente l’intervento di testa ma riguardati Hernandez che si fa dribblare 2 volte e si accascia a terra come un budino invece che andare in contrasto sul nano azzurro.
    Simic non è il figlio di Dario. E’ solo omonimia. Suo figlio mi pare giochi nel Salisburgo.

  2. Ghost grazie dell’appunto su Simic. Ero convinto fosse il figlio di Dario e colpevolmente non sono andato a controllare.
    Sicuramente come è stato rimarcato nei post precedenti Theo da qualche giornata non è più lui, e come ha scritto Darko, vendiamolo prima che svaluti troppo. Non possiamo però negare che un concorso di colpa almeno da parte di Pellegrino ci sia stato al gol di Politano.

  3. Sembra venga convocato dalla primavera Simic (il figlio di Dario) del quale dicono un gran bene anche se è solo del 2005.

    Come scrissi nell’altro post, l’ho visto diverse volte, è forte, aggressivo, bravo negli anticipi, gran fisico alto 186 cm. Nella sfortuna dell’infortunio di Kalulu potrebbe essere un’opportunità per far giocare questo ragazzo

  4. L’ho visto qualche volta in Primavera (sì la tengo d’occhio, mi piace), le sue caratteristiche sono quelle descritte da Stefano. In quella categoria è forte, non ci sono dubbi. Poi la Primavera è una cosa e la serie A un’altra.

    L’ingenuità più grossa l’ha commessa Pellegrino, su Politano. E’ però vero che Hernandez è irritante con le sue sceneggiate, oltre che apparentemente assente mentalmente in questa stagione. Stagione negativa per adesso. Ma ci andrei piano con la smania di cessioni ogni volta che un giocatore forte ha un periodo d’appannamento. E comunque un big (o presunto tale) all’anno lo cederemo sempre, per lo meno fino a quando non potremo permetterci di trattenerlo, quindi il problema non si pone, il prossimo potrebbe benissimo essere lui.

    Janku era forte, di sicuro più forte dei successori. Ma Theo è molto più forte.

  5. Certo che Theo è molto più forte di Janku. Io ho scritto “magari averlo ora”, ma per poter far rifiatare Theo e magari sollecitarlo un po’. Perché ora non esiste praticamente un sostituto. Lo scorso anno c’era almeno Ballo, ed ho detto tutto.

  6. Certo che Theo è molto più forte di Janku. Io ho scritto “magari averlo orac, ma per poter far rifiatare Theo e magari sollecitarlo un po’. Perché ora non esiste praticamente un sostituto. Lo scorso anno c’era almeno Ballo, ed ho detto tutto.

    Non ho capito perché non hanno più preso Calafiori, poteva arrivare in prestito, sta facendo molto bene con il Bologna

  7. Stasera bisogna assolutamente vincere, pareggiare o addirittura perdere farebbe avvicinare pericolosamente le quinte e seste. Bisogna vincere per la classifica e per il morale. Apprezzabile il tentativo di giocare con due punte centraio, anche se questo comporterà un Leao nel ruolo di tornante nel 442. Pioli in modo criptico
    dice che la situazione infortuni presto migliorerà, non so se l’ha detto tanto per dire o perché hanno identificato una “falla” nella metodologia di preparazione atletica e recupero da infortuni, e quindi stanno rimediando… spero nella seconda ipotesi e non nella prima… intanto, nell’articolo che postò qualche giorno fa Jtura viene riportato che la probabilità di infortuni muscolari aumenta del 20-30% se tra una partita e un’altra passano meno di cinque giorni, indovinate quale squadra ha il calendario con la partita di coppa al martedì e la partita di campionato alla domenica?

  8. Quel Zirkzee del Bologna è da prendere, attaccante moderno, tecnica sublime, ancora non segna tanto, ma fa segnare

  9. E comunque un big (o presunto tale) all’anno lo cederemo sempre, per lo meno fino a quando non potremo permetterci di trattenerlo, quindi il problema non si pone, il prossimo potrebbe benissimo essere lui.

    Il prossimo secondo me sarà Maignan al PSG, che deve continuare l’opera di francesizzazione della rosa. Quasi sicuramente faranno una proposta Dollarumma più conguaglio, che a mio avviso non dovrà essere inferiore a 60 milioni, per un valore complessivo di 100 milioni per il cartellino di Maignan. Datemi del folle, io non sarei neanche tanto contrario nonostante le modalità con le quali lo stabiese se ne è andato, ci prenderemmo un portiere ancora giovane, con ampi margini di miglioramento, italiano proveniente dal vivaio a beneficio delle liste

  10. Straconcordo col commento di Ghost (il primo in alto). Pellegrino ha sbagliato l’anticipo, ha cercato di andare di testa piuttosto che di petto (a quel punto, il suo errore è stato non andare in tuffo, dato che Politano ha alzato la gamba: sarebbe stato fallo in attacco di Politano). È stato ingenuo e forse troppo “corretto” per giocare in Serie A (che in quanto a scorrettezze, come campionato, sta superando le battaglie del campionato argentino). Il resto delle cagate su quel gol, comunque, lo hanno fatto Theo (che si fa raggirare due volte e non prova manco a chiudere lo specchio, troppa fatica per un VIP come lui) e Maignan (immobile su un tiro forte ma centrale, che gli passa a 2 cm dalla spalla, mi ha ricordato Dida nei tempi bui). Oltre ciò, anche il modo in cui eravamo schierati dietro è stato osceno: il difensore centrale (Pellegrino) era in uscita esterna, la mezz’ala (Musah) era in accentramento e Theo era al pascolo al limite, una roba da calcetto parrocchiale.

  11. Con Pioli, il Milan ha SEMPRE preso gol dall’ Udinese, in 7 partite consecutive. Addirittura, la media è, con 11 gol presi, di più di 1.5 gol a partita subiti dall’ Udinese (una squadra che storicamente, negli ultimi anni, non brilla per gioco offensivo, anzi…). Guardo il solito assetto con cui si gioca oggi (una sottospecie di 2-5-3 con i mediani che non fanno filtro), e…mi passa la voglia di vedere sto Milan. Almeno 1 gol preso (io dico anche 2) è scontato. E di gol non ne facciamo mai più di 2. Saranno 2 o 3 punti persi, oppure, nel migliore dei casi, una vittoria del Milan per 2-1, soffertissima, con terrore fino al triplice fischio, contrasti fisico e scatti continui, cartellini, qualche infortunio…le solite porcherie tattiche. Stasera salto l’appuntamento, voglio evitarmi sincopi cardiache e conati di vomito.

  12. dice che la situazione infortuni presto migliorerà
    Risposta banale e inutile. Cosa vuol dire? Che ha trovato la soluzione perchè in furturo ci saranno meno infortuni o banalmente e ovvio che con il tempo la situazione di chi è infortunato migliorerà?

    Stasera bisogna assolutamente vincere
    Come ricorda Nico, contro di loro è sempre stato complicato. In casa negli ultimi dieci anni contiamo 6 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte. In totale 9 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte. Confronto abbastanza equilibrato.
    C’è da dire anche che in questa statistica sono solo 3 le partite dove non abbiamo subito un gol (spezzo una lancia a favore di Pioli).

    Facciamo esperimenti condizionati e costretti dagli infortuni (la fascia dx è in infermeria). Meglio provare le due punte che far giocare il nano Romero. È anche la verifica per vedere come è stata assorbita la delusione di Napoli e le eventuali scorie che lo spogliatoio si è portato dietro. Martedì sarà quella che poi chiuderà il cerchio.

    Arbitro Sacchi con soli due precedenti con noi: 0-3 a Genova con il Genoa a dicembre del 2021 fa e 1-2 in casa con il Sassuolo nella primavera dello stesso anno.

  13. Stasera c’è il binomio perfetto per bestemmiare fino al 90esimo:
    – Udinese che verrà col pullman parcheggiato davanti l’area
    – Milan che al solito stenterà con le squadre che si chiudono a riccio
    Intrigante l’idea di giocare con 2 attaccanti veri anche se non capisco questa smania d’insistere su Jovic (palesemente fuori forma) e non dare spazio a Okafor (che almeno qualche spunto e 2 gol li ha fatti…)

  14. Oltre tutto, Lapinsu, Jovic non è manco nostro, in quanto a cartellino, mentre Okafor lo è. Perché valorizzare i giocatori di altre squadre e non i nostri colpi di mercato? Il COACH sembra avere anche evidenti accordi con i procuratori, e mette questi accordi DAVANTI al gioco e al bene del Milan. È proprio diventato un mix tra tutti i lati peggiori degli allenatori precedenti.

  15. Io da domenica scorsa sono per il #pioliout però non capisco il perché non va bene il giocare con Oliviero e Jovic, quest’ultimo preferito a Okafor.
    Molto probabilmente quest’ultimo Pioli lo vede come alternativa a Leao e non seconda punta con Giroud.
    Tra l’altro se non gioca non andrà mai in forma.
    Sulla carta , una partita accessibile, per cui prova questa soluzione.
    Poi per quanto riguarda le statistiche delle ultime con i friulani pienamente d’accordo, ma l’Udinese di questa stagione è veramente poca cosa anche rispetto alla passata stagione. Se non si vince neanche stasera o se si vince soffrendo come si soffriva lo scorso anno questo genere di partite, meglio che stendiamo un velo pietoso su questa stagione a meno che non si voglia cacciare a pedate il mister e sperare nel prossimo.

  16. non capisco il perché non va bene il giocare con Oliviero e Jovic
    È la cosa che ho pensato anch’io. Credo infatti che Okafor si esprima bene come esterno e giocare di punta centrale sia una forzatura. Per Jovic, al di là di tutto quello che di male si possa dire, è il suo ruolo naturale.

    Se non si vince neanche stasera o se si vince soffrendo come si soffriva lo scorso anno questo genere di partite…
    Mi accontenterei lo stesso Danilo, eccome se mi accontenterei.

  17. In effetti siamo una barzelletta, se non fosse che per noi è di una tristezza infinita.
    Pensare che è sfiga e come credere che la terra è piatta.

    Mettiamoci il cuore in pace che le merde si stanno cucendo la seconda stella. Noi comunque vinciamo lo scudetto del bilancio.

  18. Theo rotto, e va bene, si è capito che con gli allenamenti “solo intensità, niente gioco” di questo maestro del coacchismo se ne romperanno sempre due a settimana (di media). Ma a quel punto, piuttosto che Floro “bello de nonna” (non è mancino, è basso, è mezzo rotto anche lui), non è meglio Bartesaghi, lì? Oppure Pobega allargato? Poi non vada a dire, nelle interviste, “purtroppo siamo stati costretti a ripiegare Florenzi a sinistra, e non è una situazione ideale, bla bla bla, pensiamo adesso al girone di Champions, bla bla bla”. Sta facendo DI TUTTO per uscire dalla lotta Scudetto il prima possibile e poter lottare per il suo ambitissimo QUARTO POSTO.

  19. Ma poi scusate, la contusione alla caviglia quando se l’è fatta? Nel riscaldamento? Una contusione?

  20. Sono arrivati (finalmente) i primi fischi.
    Siamo indecenti.
    Che vergogna!

  21. Per tutto il pirmo tempo mi è sembrato di vedere il Milan di Inzaghi.
    Quando allenava intendo.
    Boh.
    Jovic impresentabile.
    Giroud largo a sinistra manco fosse Robben
    Rejinders che vaga come un frate pellegrino.
    Se sta partita la preparava Don Tonino avremmo giocato meglio.

  22. Inizio a vergognarmi di questa squadra. Uno schifo totale. L’udinese una delle peggiori squadre fino a oggi, ma stasera è quella che è andata più vicino a segnare. #pioliout

  23. Il MILAN, questo come gioco è una costante, mio avviso cosa che si ripete ormai da tempo, gioco inconcludente e nemmeno adatto alle caratteristiche di certi nostri giocatori…

  24. Io ho spento e vado a fare qualcos’altro.
    Ho il cuore che sanguina. Ho pure litigato con mio figlio che non riesce ad accettare che il Milan sia ridotto così.
    BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!

  25. Uno schifo mai visto questa stagione, neanche nel derby così passivi. Pioli lo dovevano mandare via appunto dopo il derby, ma non lo toglieranno neanche stavolta. Ora forza PSG. Mi sono rotto i coglioni

  26. Che vergogna.
    Due anni fa col Sassuolo.
    L’anno scoso col Torino
    Ora con l’Udinese già retrocessa.
    Son 3 anni ormai che tra ottobre e novembre collezioniamo figure di merda senza pari.
    Francamente mi sono rotto le palle.
    Tra l’altro il risultato va STRETTO all’Udinese, nonostante un rigore generoso.

  27. Ho visto (per protesta) solo i minuti di recupero di primo tempo e secondo tempo, da un megaschermo di un locale qui vicino. Col cacchio che spendo soldi e tempo per vedere sta diarrea putrescente di (non) gioco. E ho fatto bene. Mi sono goduto i fischi di San Siro a questo SABOTATORE. La mia serata è più che soddisfacente. Di sapere come il Milan (non) abbia giocato, me ne fotto allegramente.

  28. C’è poco da dire, nulla totale, 4 punti in meno rispetto all’anno scorso alla undicesima, qui si rischia seriamente la qualificazione al quarto posto, altro che scudetto e seconda stella, se la società e proprietà non prendono provvedimenti sono corresponsabili

  29. Possesso palla 72% al Milan, risultato 0/1 per l’Udinese e vittoria da loro meritata, ribadisco cose che ormai sono stufo di ripetere, colpevole il nostro gioco, questo inconcludente lento possesso palla è una follia, giochiamo con squadra squilibratata sbilanciata in avanti con difesa molto alta e non segnamo

  30. Ha ragione Lapinsu. Come chiusura del cerchio, mi aspetto un Pioli on fire nel post partita: “Non si può pensare di dominare l’Udinese peggiore degli ultimi vent’anni a San Siro”.
    Terza sconfitta stagionale in meno di due mesi di campionato, annata praticamente finita a novembre, da campioni d’Italia in carica a questo scempio. Sono state sacrificate inutilmente due stagioni e una leggenda del club come Maldini sull’altare di un allenatore ormai totalmente bruciato.

  31. Torno a ripetere, finalmente questa sera ho sentito i fischi. Era ora! I vizi non servono mai a nessuno.
    Dura a dormire questa notte e immagino il risveglio.
    Mi sento come rispedito indietro nel tempo.

I commenti sono chiusi.