31 4 minuti 8 mesi

Quarta giornata Champions League 2023-2024 – Gruppo F

Milano, martedì 7 novembre 2023 – ore 21,00 – Stadio San Siro

Sempre più complicato e difficile preparare un post pre-partita sia esso di campionato o di Champions visto il derelitto Milan di questo periodo.

La speranza che contro l’Udinese si sia toccato il fondo e che si possa quindi solo risalire. Avendo di fronte una corazzata come il PSG forse è solo una speranza.

Se vogliamo andare avanti dovremmo sfruttare le due partite casalinghe, quella di stasera e quella del 28 contro i tedeschi del Borussia. Non so se 4 punti potrebbero bastare, già farli sarebbe in ogni caso fantastico, ma penso che per nutrire speranze concrete ce ne vogliano 6.

L’incontro sarà trasmesso in chiaro su Canale 5, per cui ci vedrà (e guferà) anche chi non ha nessun abbonamento alla pay-tv.

Stasera sarà la partita della contestazione a Donnarumma, certamente l’atmosfera non sarà come ci aspettavamo tutti e come sarebbe stata se avessimo vinto sabato contro l’Udinese. La curva ha contestato Pioli (soprattutto) ed i ragazzi a fine partita come non accadeva da tempo ed anche se tutto pronto per stasera, più che contestare l’ex portiere si avrebbe più voglia di dirne ancora quattro alla squadra per come (non) hanno giocato contro i friulani.

Giocheremo sapendo già il risultato dell’altra partita, noi tutti penso ci auguriamo che si concluda in parità. Ma se poi perdiamo contro i francesi, tutti i discorsi ed i conteggi vanno a farsi fottere.

Rispetto sempre alla “famigerata” partita di sabato recuperiamo pezzi importanti (almeno sulla carta) come Theo, Pulisic e a pieno regimo Loftus-Cheek. Ma la cosa importante che dovremmo recuperare “mentalmente”. La sconfitta è stata un brutto colpo e non so quando sia effettivamente unito lo spogliatoio per poter reagire in modo concreto vista l’importanza e la visibilità internazionale della partita.

Come scritto in un commento sull’ultimo post di Marcovan, sarebbe ora e tempo che la società capisca che bisogna cambiare tecnico per vedere se ci sarà una reazione ed una scossa che serva almeno a salvare parzialmente la stagione e qualificarci fra le prime quattro. Credo e temo che rimanendo così possiamo solo peggiorare la situazione già non idilliaca e anziché cedere un “solo”  top questa estate, saremmo costretti a cederne qualcuno in più non volendo loro (giustamente) restare.

Nella mia lunga vita di tifoso ho visto situazioni ben  peggiori di queste. Ma erano anche tempi diversi e in Coppa Campioni andava una sola squadra, salvo andarcene due in caso di vittoria del trofeo. C’erano molto meno soldi soprattutto ed oggi per una squadra di vertice non qualificarsi per la Champions della stagione successiva è una cosa gravissima, si buttano via progetti e speranze rimanendo indietro per forza di cose alle altre.

A prescindere, come sempre sarò sulla mia poltroncina a tifare, sperare e dimenticandomi, almeno all’inizio, della situazione attuale.

_____________________

IL PROGRAMMA DELLA 4ª GIORNATA – Gruppo F

Martedì 7 novembre 2023:

ore 18,45 – Borussia D.-Newcastle

ore 21,00 – Milan-PSG

31 commenti su “Presentazione Milan-Paris Saint-Germain

  1. Sicuramente andrà meglio rispetto a sabato. Per due motivi. Il primo è che peggio di così è impossibile. Il secondo è che la qualità in campo sarà superiore, di conseguenza anche il non gioco piolista potrà assumere una parvenza di gioco.

    Il calcio è alle volte bizzarro. Mai dire mai.

  2. so già che come inizierò a guardare la tv non penserò ad altro che al Milan, come al solito ma con la speranza di vedere una buona prestazione, voglia di combattere e di vincere.
    Certamente sarà una partita dove le solite cazzate non verranno più perdonate.
    Dovranno tutti quanti dimostrare di essere degni del Milan e dei suoi tifosi.

  3. so già che come inizierò a guardare la tv non penserò ad altro che al Milan, come al solito ma con la speranza di vedere una buona prestazione, voglia di combattere e di vincere.
    Idem, ma penso sia una cosa comune e non solo tra i milanisti almeno all’inizio essere “ottimisti e speranzosi”, poi come accaduto sabato, già al 12° immaginavamo che non sarebbe stata una serata buona.
    Si Boss, la qualità e la concentrazione sarnno sicuramente superiori rispetto sempre a sabato.
    Io mi auguro tanto, anche se sono per il #pioliout, domattina di mettere al tuo post un bel “onfire” a Pioli.

  4. https://www.gazzetta.it/Calcio/Champions-League/07-11-2023/milano-scontri-sui-navigli-tra-ultras-milan-e-psg-tifoso-francese-accolellato.shtml
    Ecco il “bello” del calcio… Una piccola massa di delinquenti, debosciati e vigliacchi, rischia di rovinare una serata che sarebbe dovuto essere, almeno sulla carta, una serata di sport fantastica.
    Per questi bastardi io sono per la linea dura: stadio vietato a vita, 10 anni di lavori socialmente utili, una volta a settimana una mazza da baseball sulle gengive, tanto per ricordare loro quanto sono coglioni!!!!
    Ma tanto alla fine a rimetterci è la società oltre ai tifosi cosiddetti normali, che si vedrebbe nella migliore delle ipotesi multata, ma potrebbe anche essere squalificata dalle competizioni europee.
    Bastardi pezzi di merda!!!!

  5. La speranza che contro l’Udinese si sia toccato il fondo e che si possa quindi solo risalire.
    Al peggio non c’è mai fine.
    Questa mattina mi sono svegliato ottimista.

    1
  6. Io non condivido molto.
    Intanto pensare che si sia toccato il fondo mi sembra esagerato.
    Si spera che con L’Udinese sia stato un episodio, con le sue motivazioni specifiche: per esempio infortunati e preoccupazione , leggi testa, al PSG
    Con L’Udinese non è stata certo una gran partita ma non diversa da quella della Fiorentina con al Juve: se giochi contro un muro che fa solo il muro l’idea di fare un gran partita è difficile. La partita quasi sempre viene decisa da episodi e noi abbiamo sprecato i pochi che ci sono capitati.

    Mi sembra che verso Pioli ci sia una severità eccessiva e spesso pretestuosa

    Non che non si possa criticare ma tra criticare e condannare c’è una certa differenza; e non sottile.

    Stasera pagina difficile: spero che come a novembre 1988 si riesca a superare l’ostacolo.

    Torno sulle parole di Ancelotti

    giustiziere: se mi dici che quella squadra era ben più solida – e cio’ nonostante fece un ottobre novembre orribili ( quasi in zona retriocessione) , credo che ancora di più si dovrebbe essere pazienti con questa.

    ripeto poi quello che dice Ancelotti nei confronti della sua squadra, composta da campioni e palloni d’oro

    “Non dobbiamo allenare la paura, ma ritrovare la consapevolezza nelle nostre possibilità. I giocatori non sono frenati da timori particolari ma l’ambiente esterno ci sta conducendo in quella direzione”

    I giocatori non sono frenati da timori particolari ma l’ambiente esterno ci sta conducendo in quella direzione

    I giocatori non sono frenati da timori particolari ma l’ambiente esterno ci sta conducendo in quella direzione ( e erano campioni affermati)

    L’ambiente esterno sta giocando contro la squadra,

    io cerco di non giocare contro la mia squadra.

    FORZA RAGAZZI

  7. Non che non si possa criticare ma tra criticare e condannare c’è una certa differenza; e non sottile.


    Ma certamente!
    Anche se a volte la critica può diventare molto severa tanto da apparire più come una condanna che critica stessa. Ma rimane pur sempre critica anche se feroce, cattiva, esagerata, eccessiva.

  8. Jtura, citi un periodo di una stagione molto particolare dove la squadra veniva da un processo sportivo sanguinoso che alla fine la riammesse in serie A con -8 e ai preliminari di CL. Per quello saltò anche l’acquisto di Ibra che era praticamente cosa fatta, i giocatori che avevano fatto il mondiale dovettero tornare a Milanello interrompendo in fretta e furia le vacanze e in campionato per una preparazione non programmata e affrettata. Quei due mesi furono probabilmente il frutto di tutto questo. In CL comunque ci qualificammo al primo posto del girone dopo quattro gare con 10 punti. Tutta un’altra storia credimi: altra società, altra squadra, altro allenatore.

    Sembra fatta per una collocazione di Ibra in società. Posso essere scettico?
    Sopportatemi, ho scritto sopra che mi sono svegliato ottimista.

  9. …interrompendo in fretta e furia le vacanze per una preparazione non programmata e affrettata.
    Sorry.

  10. “ Il calcio è alle volte bizzarro. Mai dire mai.”
    Credo anch’io che questa sera ci possa essere una grossa sorpresa.
    A mio avviso con l’Udinese domenica scorsa non è stato un episodio, se guardiamo i nostri risultati con obiettività si vede che sino all’anno dello scudetto c’è stata crescita nei risultati e nel gioco, dopo, nei due anni successivi si è visto un lento ma continuo calo sia nei risultati che nel gioco.
    Io penso invece che sarà un “episodio” il bel Milan che vedremo questa sera, a prescindere del risultato vedremo un bel Milan, ne sono convinto, e credo invece che si tornerà al solito brutto Milan gia domenica prossima con il Lecce

  11. Mabell,

    ma no: siamo andati bene fino a dicembre scorso.
    Poi l’involuzione
    anche se – a mio parere – Giroud rapprsenta un limite nella prospettiva di gioco
    una risorsa come morale e di spogliatoio ma un giocatore che limita il gioco

    Io personalmente credo che serva
    1 un centravanti che dia anche profondità
    2 giocare comunque 4231
    dove i 3 sono leao pulisic e cwz

    solo che cwz tra arrivato tardi e poi infortunato non posso nemmeno lamentarmi

    detto questo

    FORZA RAGAZZI

  12. E questa notizia come dobbiamo interpretarla?

    NFPAS

    Davanti a queste notizie d’ora in poi risponderò con questo acronimo.

  13. Non c’è nessuna critica pretestuosa da parte mia verso Pioli, si tratta sempre di opinioni personali. Il suo gioco mi fa cagare da tempi non sospetti, ho sempre sostenuto di non capirci una mazza, anche mentre ci stavamo accingendo a vincere lo scudetto; scripta manent. Secondo me il piolismo è monocorde, dispendioso, prevedibile, stressante per la mente e il corpo dei giocatori. Se si vince — e si è vinto — ci passo sopra e festeggio, se si fanno figuracce ho il diritto di incazzarmi e criticare, visto che mi annoio a morte ad assistere alle partite (e in più perdo). Non si può continuare a parlare di episodi avversi, sfiga, la Juventus, l’Inter eccetera: pensiamo al Milan. C’è una persona, unica superstite di una rivoluzione scioccante, che guadagna fior di quattrini e che è stata enormemente coinvolta nella campagna acquisti (l’ha detto la persona stessa, non Marcovan), e sta a vedere che a fronte di rovesci umilianti non la si possa manco criticare.

    Ha un solo modo Pioli per impedirmi di criticarlo (o condannarlo, fate vobis): vincere, vincere, vincere, a cominciare da stasera. A quel punto canterò di nuovo Pioli is on fire, e pazienza se mi sarò annoiato

  14. Proseguo con lo sciopero del milanismo. Oggi preferisco un’uscita con i colleghi (maggioranza interisti, tutti stanchi stanchi per il lavoro della giornata, nulla di particolarmente divertente) piuttosto che guardare il piolismo.
    E non ho neppure sensazioni negative: stasera mi aspetto una partita enormemente fisica del Milan, dove tutti correranno ininterrottamente, anticiperanno, si scontreranno (con gli avversari e anche tra loro, nella confusione), si inseriranno, sgattaioleranno dappertutto, FINCHE’ REGGERANNO. Forse ci sarà il solito (o i soliti) infortunio (o infortuni) di qualcuno, probabilmente ne usciremo con un pareggino che farà felice qualcuno e permetterà ai giornalettisti di tessere le lodi di questo Milan, forse però si perde perché il PSG è più forte, forse addirittura si vince e si campa di rendita per due mesi scendendo a -15 dall’Inter (e dalla Seconda Stella) ma potendo dire “siamo in lotta per il QUARTO POSTOOOOHHH e a Novembre abbiamo battuto il PIESSEGGIIIIII!!!11!!!”, ma SICURAMENTE non ci sarà un GIOCO come IL CALCIO intenderebbe la parola “gioco”. Ci sarà tanto fisico e poco altro. E quindi…me la svigno. Vigliaccamente. Me la svigno, soddisfatto!

  15. Non mi aspetto niente, anzi, mi aspetto che tirino almeno fuori i co….ni.
    Ho un parte del mio cuore lì in tribuna (mio figlio) e vorrei tanto una gioia per lui. Perchè, dovete sapere, mi rinfaccia senza alcun pudore il fatto che io ho avuto una ventina d’anni dove il Milan è stato in cima al mondo. E lo capisco molto bene.

  16. Un Milan veramente diverso dalla squallida prestazione di sabato. Ok che dono rientrati dei pezzi da 90, ma Leao c’era anche sabato. Stasera imprendibileved un gol fantastico.

    1
  17. Gran primo tempo. Loftus-Cheek gigantesco e Leao come non lo vedevamo da tanto tempo. Peccato un Pulisic non in partita e Giroud che dimostra tutti i suoi anni.
    Comunque quando trovi una squadra che gioca, anche se è nettamente superiore, è più facile.

  18. Ottimo primo tempo, non ci speravo. LC devastante, bravo anche Rejinders, Leao finalmente determinante. Dietro subiamo, ma possiamo recriminare anche noi diverse occasioni in cui si doveva essere più precisi. Ai fini della qualificazione, pareggio o sconfitta non cambia molto, saremmo comunque costretti a vincere entrambe le prossime, ma almeno con il pareggio il PSG dovrà impegnarsi nelle prossime due partite per qualificarsi

  19. Gooooodo. Che Milan ragazzi. Ora vediamo di giocarle tutte con questo spirito e voglia cazzo!!!!

    1
  20. Non ci credo ancoraaa, sto in continuazione a guardare il risultato 😀 Prestazione da tre stelle a tutti, prova provata che gli schemi, i moduli sono solo minkiate, contano le motivazioni, la cattiveria e la concetrazione non cui si scende in campo

  21. Loftus Cheek mi ricorda Jonah Lomu, per chi non se lo ricorda grande rugbista degli All Blacks degli anni novanta, quando parte è inarrestabile, lo puoi solo abbattere come ha fatto quella mda di Scrignar

  22. Dopo una partita come questa, sarebbe un delitto non qualificarci, o almeno fare di tutto per. Con una vittoria col Dortmund, potrebbe bastare anche il pareggio a Newcastle, il PSG dovrà giocarsi la qualificazione nelle prossime due

  23. “Il calcio a volte è bizzarro” come volevasi dimostrare, questa sera veramente un grande Milan, un Milan diverso, grande determinazione da parte dei giocatori ma non so se per scelta tattica ( penso sia così, vedi dichiarazioni di Calabria nel dopo partita di alcune settimane fa) o per forza dell’avversario, ma sta di fatto che difesa più bassa, più protetto e ripartenze in grande velocità e con più campo davanti le caratteristiche e la velocità di Theo e Leao diventano devastanti…
    Comunque grandi tutti LEAO da AMARE e Pioli finalmente…. Avanti così, ora come dicevo oggi domenica la prova del nove non sarà facile ma può essere la svolta. Ora sto ancora godendo

  24. Mi sono sentito a fine partita con mio figlio che era a San Siro e gli ho detto che sono troppo vecchio per certe emozioni. Partita sontuosa come da tempo non se ne vedevano, Loftus-Cheek gigantesco e Leao magnifico. Poi Giroud ha messo la ciliegina con la sua specialità. Il suo stacco su Skriniar mi ha ricordato quello di Hateley su Collovati. L’Infame99 ci ha tolto una vittoria più ampia e merita un applauso per come ha reagito all’accoglienza che comunque merita.

    2
  25. Appena svegliato sono andato a rivedermi gli highlights per la decima volta, per essere sicuro che sia tutto vero 😀 . Da altre parti leggo che tutto sommato abbiamo battuto una squadra non così eccezionale, ha solo un monte ingaggi quattro volte superiore a quello dei nostri…

  26. Partita sontuosa come da tempo non se ne vedevano, Loftus-Cheek gigantesco e Leao magnifico. Poi Giroud ha messo la ciliegina con la sua specialità. Il suo stacco su Skriniar mi ha ricordato quello di Hateley su Collovati. L’Infame99 ci ha tolto una vittoria più ampia e merita un applauso per come ha reagito all’accoglienza che comunque merita.


    Concordo in pieno, stesse considerazioni.

    Stefano, i capiscers sono gli eterni insoddisfatti. Coloro che nemmeno davanti all’evidenza riescono ad ammettere onestamente gli avvenimenti. I lik€ servono soprattutto se creano disaccordi. Credo di immaginare dove si annidano questi cialtroni.

I commenti sono chiusi.