32 4 minuti 3 mesi

Battere il Frosinone in casa non è certamente una impresa epica, o almeno non dovrebbe esserlo per il Milan: la squadra di Di Francesco ha costruito la sua attuale buona classifica principalmente in casa, mentre in trasferta la casella delle vittorie è ancora a zero. E’ bene ricordarlo prima di sventolare i bandieroni.  Tuttavia venivamo da una settimana veramente difficile, e questi tre punti sono una boccata d’ossigeno importante. Peraltro, pur con tutti i nostri guai, la classifica non è neppure malaccio; viene da domandarsi come sia possibile, ma è meglio non porsi troppe domande e godersi ciò che, in un modo o nell’altro, si è riusciti a ottenere.

Si sa che i valori, le statistiche, i ruolini di marcia degli avversari per questo Milan contano poco: abbiamo permesso ad attaccanti a secco da mesi di segnare per poi ricadere nell’oblio nelle partite successive, e abbiamo permesso a squadre in crisi nera di risultati la loro prima vittoria stagionale. Il Milan è  squadra generosa e avrebbe potuto benissimo esserlo anche con un Frosinone mai vittorioso in trasferta. Fortunatamente per i nostri fegati il Milan piolista ieri sera non era in vena di filantropia. Checché ne dicessero i telecronisti DAZN (a volte ho avuto il dubbio di assistere a un’altra partita), non c’è stata gara dall’inizio alla fine. Il Frosinone ha avuto una clamorosa occasione sullo zero a zero, è vero, generata però soltanto da una sanguinosa papera di Tomori mentre era in possesso del pallone, e ha accorciato le distanze solo grazie alla nostra puntuale vaccata difensiva su calcio piazzato, poi nient’altro. Il Milan si è portato sul tre a zero abbastanza agevolmente, non creando come al solito tantissimo ma rischiando pochissimo, come piace a me. Niente inutile pressing alto, tanta attenzione difensiva (a parte negli episodi sopra citati), tre punti ottenuti in relativa tranquillità.

Benché la gara non sia mai stata in discussione e il Milan abbia ampiamente meritato la vittoria, il migliore è stato il portiere Maignan: lancio al bacio per Pulisic e intervento clamoroso in uscita a tu per tu con l’attaccante, dopo la papera di Tomori.

Pulisic è un giocatore di categoria superiore; ma si sapeva, i dubbi su di lui erano di altra natura. Stop e successivo gol sono da incorniciare.

Le doti tecniche di Jovic non sono mai state in discussione, ciò che impressionava negativamente era la sua totale assenza dal campo pur figurando nelle formazioni annunciate dal Mister. Ieri sera Jovic ha dato un forte segno della sua presenza: un assist e un gol.

Hernandez partita sontuosa da centrale difensivo, ma libero di scorrazzare in lungo e in largo per il campo. E’ ancora presto ovviamente, ma chissà, magari ha intravisto il modo di allungare  la propria  carriera, come a suo tempo fece il suo idolo e mentore Paolo Maldini.

Musah ha svolto un lavoro oscuro, ma preziosissimo e privo di sbavature.

Chukwueze non mi è piaciuto, ma aspetterei prima di etichettarlo in modo negativo. Non saprei spiegare il perché al momento, ma che vi devo dire, a me questo giocatore, pur trovandolo pasticcione e irritante,  sembra buono.

Pioli on fire. Ha fatto benissimo a non rischiare un primavera in difesa, preferendo schierare piuttosto un titolare fuori ruolo. E beninteso, questo l’ho pensato subito, non col senno di poi: dopo una settimana del genere, meglio andare sul sicuro o quasi. Spero tanto che Stefano trovi tutte le soluzioni ai problemi che ci stanno perseguitando (tattici e sanitari). Per poi salutarci con affetto a giugno, naturalmente.

Sulla vicenda Maldini continuo a preferire il silenzio: si sa da che parte sto e come la penso, ogni ulteriore commento da parte mia sarebbe superfluo. Almeno per ora.

 

32 commenti su “MILAN-FROSINONE 3-1

  1. Avevamo un po’ tutti perplessità su Theo centrale soprattutto per il suo carattere irruento. Invece è andata bene ma… non scordiamoci che avevamo di fronte il Frosinone che fuori casa ha racimolato solo 2 punticini. Vediamolo in partite più “severe” e poi possiamo dare un giudizio più veritiero.
    Come scrive il boss battere il Frosinone in casa non è certamente una impresa epica, ma ieri specialmente al 2° gol ho esultato come non mi accadeva da tempo.
    Veniamo da un periodo negativo e vincere contro la squadra del quasi “compaesano” Di Francesco non era scontato ed infatti abbiamo segnato la prima rete allo scadere del primo tempo, come contro la Viola n.d.r., e rischiando fortemente di passare in svantaggio se Mike, ma anche se Cuni fosse stato più freddo.
    Pulisic -sontuoso il gol.
    Maignan
    Jovic – so che forse li meritava Theo, ma diciamo che è un premio che possa valere come sprono a far ancora meglio.
    Mi sono piaciuti molto anche Calabria, Tomori (nonostante la “tomorriata”) Loftus-Cheek e Musah.
    Nessun bidone neanche a Chuku. Per me è un buon giocatore che si deve ancora adattare e crescere. Davamo credito lo scorso anno a CDK, ma Chuku rispetto al belga almeno in campo non dorme e si impegna sempre.

    Pioli, per la partita “on-fire”, ciò non toglie che lo avrei voluto fuori da un pezzo.

    Ma vincere aiuta e vincere ed ora vediamo fra un mese come siamo messi.
    La classifica è corta e bastava non essere rimontati da Napoli e Lecce che eravamo pari ai gobbi. Ma con i se ed i ma gli scudetti non si vincono.

  2. Buona partita, per come stavamo messi e per la relativa tranquillità in cui l’abbiamo giocata.
    Avevo paura di theo centrale, ha aviuto ragione Pioli: tuttavia abbiamo beccato gol con lui che si abbassa sul cross.
    Pulisic e Maignan
    Jovic tecnicamente il ragazzo c’è, probabilmente il ruolo di punta centrale non è proprio il suo.
    Chukwueze un bidone, fa un sacco di fumo e ieri zero costrutto.
    Pioli on fire, mi associo a chi lo vuole ringraziare e salutare a fine anno.
    La classifica ci arride nonostante le nostre pecche, ma vale anche per gobbi e napoletani.

  3. Saltano sempre stelle e bidoni, cmq Pulisic e Maignan 3, Jovic 2.

  4. Be a sto punto per arrivare nelle prime quattro purtroppo è meglio che vincano i cuginastri….

  5. Incominciamo a prendere un bel protettore gastrico perchè la seconda stella sarà una grossa botta alla gastrite.
    Potete dire quello che volete, ma a me vedere quelli là così forti, perchè sono forti, mi da troppo fastidio. Noi ci reputiamo bravi perchè risaniamo il bilancio, facciamo solo spese oculate e guidata da qualche ca..o di algoritmo e loro, pieni di debiti, sono tornati a essere tra le squadre più forti in Europa e il loro tanto disastrato bilancio lo stanno risanando a suon di vittorie.
    E poi… il turco che sarà, anzi è un gran testa di…, lo abbiamo lasciato andare via per mezzo milione…
    Un bel travaso di bile, non c’è che dire.

  6. Sento aria di 2010, manifesta superiorità. Sto cacchio di suning che vuole vincere nel calcio, concetto scandaloso dalle nostre parti, come osano, eretici…

  7. Forti sono forti. Non hanno fenomeni ma la qualità media è alta. Poi hanno un bravo allenatore. Il resto del lavoro però lo fanno gli arbitraggi. Primo gol da annullare per un placcaggio clamoroso di Lautaro a inizio azione, poi rigore su Osimhen non concesso.

    A noi avrebbero annullato il gol e affibbiato il rigore. Ne sono sicurissimo.

  8. Era già tutto scritto, inutile illudersi. Come scrive il boss forti sono forti, ma c’è sempre qualche aiutino pronto.
    La finale di Champions ha dato loro entusiasmo e consapevolezza.
    Comunque a Napoli stavamo vincendo anche noi, poi come dopo a Lecce ci siamo smarriti.
    Si vedere Chala così rose inutile negarcelo. Ora il perché non gli hanno rinnovato il contratto lo sanno solo Maldini & C. Di sicuro se Eriksen non avesse avuto quel problema, non finiva da loro.

  9. Da fastidio molto fastidio io ho vissuto per più di 30 anni a Milano e per me è la cosa peggiore vedere loro più forti ma non ci sono cazzi oggi sono nettamente più forti di noi (ancora no dimenticato il/i derby) i più forti in Italia (la Juve li può impensierire perché ha solo il campionato) e tra i più forti in Europa altro che palle, alla fine la differenza oggi la fanno loro in campo non gli arbitraggi, squadra molto equilibrata forte in tutti i reparti e Inzaghi niente male, negli ultimi 4 anni ha vinto uno scudetto, perso il successivo per incredibile papera del loro portiere e arrivato alla finale Champions giocandola niente male, il prossimo anno sono sicuri di partecipare al mondiale Scusate se è poco… e non dimentichiamo che anche le vittorie e la vera competitività in Europa e nel mondo è cosa estremamente utile per alzare il fatturato… noi abbiamo conti apposto e il bilancio in ordine…. Almeno così sembra, ma non dimentichiamo il pesante prestito che chi compera ottiene dal venditore e che va restituito…..

  10. Maignan tre stelle
    Pulisic due stelle
    Jovic una stella

    Tomori un bidone
    Adli un bidone

    Pioli pollice su

    Frosinone probabilmente non è l’avversario giusto per capire se noi e Jovic siamo “guariti” visto che per i ciociari la difesa è un optional. Di contro, aver concesso solo un tiro in porta, e su errore macroscopico di Tomori, vuol dire essere stati molto sul pezzo perchè il loro attacco gioca bene.

  11. Sentite condoglianze ed un abbraccio al nostro Ghost per la perdita del suo papà

  12. Mabell, il pesante prestito grava sulle spalle di Cardinale, col bilancio del Milan non c’entra nulla.

    Sulla loro forza ho già detto e concordo con te. Però che gli arbitraggi non contino è inesatto. Ieri Massa è stato determinante. Non vedere un placcaggio del genere è assurdo. Si era sullo zero a zero, la partita era stata equilibratissima fino a quel momento, Politano aveva colpito una traversa a Sommer battuto pochi minuti prima. Poi il rigore. Si poteva benissimo non darlo, ma a noi contro l’Udinese ne è stato fischiato uno simile contro senza tanti complimenti. Massa è lo stesso del VAR di Torino-Inter, quello del “prima la palla poi la gamba”. Queste cose regalano punti e morale, e contano.

  13. Marelli su DAZN ha spiegato che Massa non ha annullato il primo gol dell’inter perchè TROPPO VICINO all’azione nel momento del placcaggio di Lautaro.
    Troppo vicino.
    Non ho parole: bisogna essere scemi o molto coraggioso per dire una cazzata del genere.
    Detto questo: non ho visto la partita, ma se hanno vinto 3a0 c’è podo da recriminare perchè un tale svantaggio non può essere nemmeno parzialmente giustificato dagli errori arbitrali (comunque evidenti, sia chiaro).

    Tornando a noi:
    STELLE:
    3 THEO: ha giocato bene ed è un ottimo segnale di spogliatoio che sia stato lui a chiedere di fare il centrale
    2 JOVIC: continuo a ritenerlo inutile (è bravo ma non si applica quasi mai) però ieri è stato decisivo
    1 PULISIC: in assenza di Leao, ha preso la guida tecnica della squadra e sono stati tutti suoi gli strappi decisivi
    BIDONI:
    3 TOMORI: la vaccata poco prima del gol nostro è da brividi. Avessero segnato (e noi sicuramente perso) oggi lo avremmo crocifisso in sala mensa
    2 CHUKUEZE: impalpabile, come spesso gli capita. Più lo vedo e più ricorda Ibrahim Ba (che dio ce ne scampi, ovviamente)
    1 LOFTUS: non può essere lo stesso giocatore devastante visto col psg

    PIOLI sicuramente on fire : la gara era un trappolone per tanti motivi (assenze, morale, clima generale) però la squadra lo segue (questo è innegabile) e lui ha avuto l’umiltà di mettere da parte il suo genere di calcio preferito (l’arrembaggio spesso sconclusionato degli ultimi mesi) per un atteggiamento più cauto e attento.
    Ora cerchiamo di non perdere a Bergamo per consolidare il quarto posto: da qui a febbraio bisogna guardarsi solo le spalle ignorando la volata delle 2 odiate primatiste

  14. Con il suo arbitraggio, il Napoli si considera danneggiato gravemente. Ora bisogna capire cosa faranno Pacifici e Rocchi: difficilmente Massa verrà sospeso ma di sicuro per quest’anno non arbitrerà più il Napoli. Ormai appare certo”.
    Quando la prescrizione ce l’hanno nel sangue.
    Li odio a tal punto queste merde!!!!!!!!!!!!!!
    A fine anno vederli trionfare per la seconda stella, quando ben 5 scudetti sono venuti dal dopo calciopoli nel quale erano coinvolti né più né meno come noi, è una cosa che mi fa andare in bestia!!!!!!!!!! Gli avessero tolto almeno lo scudetto di cartone del 2006!

  15. di sicuro per quest’anno non arbitrerà più il Napoli. Ormai appare certo
    Direi che dovrebbe essere anche l’ultima per le merde.

    E si caro Danilo, la loro impunità e i loro premi in cartone ormai oggi trasformatisi in altre modalità (ad esempio il calendario di quest’anno stilato da un loro ex) li hanno portati a soppiantare i gobbi di prima. Il passaggio di Marmotta scandisce benissimo il cambio di potere a palazzo. Lo scudetto di cartone con i benefici per poterne vincere altri quattro fu una cosa più politica (nessuno dimentichi che calciopoli iniziò non appena Prodi sostituì il cavaliere a Palazzo Chigi), ma adesso l’erede di Moggi manovra all’interno del sistema e, inutile negarlo, è pure molto bravo a costruire le sue squadre.
    Detto questo si può capire perchè è insopportabile qualunque loro vittoria.

  16. Di sicuro per quest’anno non arbitrerà più il Napoli. Ormai appare certo.

    Così pare. Ma Massa non dovrebbe più arbitrare l’Inter, non il Napoli.

  17. Così pare. Ma Massa non dovrebbe più arbitrare l’Inter, non il Napoli.
    Esatto, anche se ormai quello che doveva fare lo ha fatto.
    Ma tanto poi si troverà un altro Massa della situazione.
    Che schifezza!!!

  18. Voci dicono che Cardinale abbia incontrato InvestCorp che un anno e mezzo fa sembrava interessato a rilevare il Milan.
    Ma se va in porto è solo per ripagare il debito di 600 mln. in scadenza fra due anni?

  19. Aveva accennato qualcosa anche Repubblica il giorno dopo la famosa intervista di Maldini. C’è indubbiamente del fermento sotto queste indiscrezioni. Tra l’altro Carlo Festa, che ne parla oggi su Il Sole24Ore, riporta anche una tempistica errata perchè lui cita dell’assenza di Furlan a Napoli e invece la cosa è avvenuta a Lecce, il tutto ufficialmente per inaugurare una sede del club a Dubai, dove era presente anche Cardinale. Chiara copertura l’evento societario.
    Indubbiamente qualcosa si muove e, voci dicono, il tutto sia legato a doppia mandata con il via alla realizzazione dello stadio. Il Milan è indubbiamente in fase avanzata rispetto a quelli là, ma soprattutto è molto più appetibile perchè i conti societari sono perfettamente in regola e puliti. Mi sono lamentato proprio l’altra sera, perchè il cuore del tifoso pulsa, ma non ragiona, e invece alla fine la nostra situazione societaria potrebbe essere il vero capitale che ci portiamo dietro.

    PS: alla cosa non è neppure disinteressato Paolo e la sua intervista non sarebbe stata pubblicata a caso.

  20. Mi sono lamentato proprio l’altra sera, perchè il cuore del tifoso pulsa, ma non ragiona, e invece alla fine la nostra situazione societaria potrebbe essere il vero capitale che ci portiamo dietro.

    A questi gruppi arabi interessano più le potenzialità in termini di ricavi e visibilità che la situazione debitoria. Purtroppo, da questo punto di vista l’inda è più avanti perché continuerà il suo percorso in CL, molto probabilmente vincerà il campionato, e l’anno prossimo faranno il mondiale per club. Gliene frega poco se per acquistare una società di calcio devono coprire un miliardo di debiti, sono noccioline per loro. Il nostro percorso di risanamento ci avvicina più a una quotazione in borsa, che credo sia l’obiettivo di Red Bird (e Elliott), il che in genere richiede un certo numero di bilanci chiusi in attivo..

  21. Discepoli Adorati, sono stato lontano perché volevo spendere un po’ di soldini in giro per l’Europa. Che dire, ho visto la ladrata dei futuri bistellati a Napoli, e sotto sotto c’è da essere lontanissimamente soddisfatti: forti sì, sono forti, ma potremo dire che la Seconda Stella la hanno rubata, gli episodi di Napoli sono clamorosi e gli juventini (che credono allo Scudo) glieli rinfacceranno a lungo, soprattutto se dovessero a fine stagione decidere il tutto per 1 punto. Anche i napoletani rinfacceranno quanto accaduto (il Napoli, vincendo, si sarebbe riportato in Lotta Scudetto, e i napoletani sì che ci tenevano a confermarsi Campioni d’Italia). Mal comune, mezzo gaudio. Sarà una Seconda Stella SPORCA, mentre i nostri 19 sono tutti casti.

  22. Riguardo noi: il fatto che Theo da centrale abbia fatto un PARTITONE è traducibile in due ipotesi: A. Theo è un Difensore Centrale e nessuno lo ha mai capito (noi per primi), ma la vedo improbabile. B. TOMORI è davvero il fenomeno che io dico, chiunque in coppia con lui gioca discretamente, anche chi non è di ruolo (ciò vuol dire che Thiaw e Kalulu sono due “qualsiasi”), e questa temo sia molto più probabile. Per il resto, Pulisic giocatore di livello SUPERIORE.

  23. Buongiorno, si batte la fiacca qui, eh? 😀 Se tre indizi fanno una prova, qualcosa a livello societario bolle in pentola, 1) qualche settimana fa esce la voce che Maldini sarebbe stato contattato da una società araba non meglio precisata, 2) poi esce l’intervista di Maldini che spara a zero su Furlani, Scaroni e Cardinale, 3) poi esce la notizia che il viaggio di Furlani a Dubai non era solo per inaugurare un milan club, ma dietro ci sarebbe una trattativa con un fondo arabo… Tra l’altro, è stato confermato che Maldini prese contatti con InvestCorp a trattativa ancora in corso, poi non chiusa, e la cosa a quanto pare (direi anche giustamente) non andò giù a Elliott… in tutto questo, anche i tentennamenti di Ibra potrebbero essere un indizio, forse vuole capire prima in che direzione si sta andando. Detto ciò, se dovessimo sorbirci l’ennesimo closing, spero questa volta di passare in mano a una proprietà con vere ambizioni di primato e con un piano strategico e non meramente speculativo

  24. Il riccone spendaccione arabo che faccia tabula rasa e rientrare Paolo dalla porta principale è il mio sogno. Godrei tantissimo, soprattutto per gli haters di Maldini. Ma è meglio non sognare troppo, anche se è vero, qualcosa sta bollendo in pentola; ma probabilmente si tratta della solita raccolta di spiccioli da parte di Gerry.

  25. Per prima cosa sentite condoglianze a Ghost…
    Poi condivido il post qui sopra di Marcovan

  26. Il riccone spendaccione è un rischio perchè puoi beccare il Berlusconi, ma pure il Moratti…
    Il mio sogno è avere una proprietà seria, attenta e ambiziosa. La disponibilità economica è relativa: l’importante è che abbia voglia di vincere e buone idee per raggiungere quest’obiettivo.
    Sulla proprietà attuale non mi sbilancio: Cardinale è al timone da meno di 2 anni e il suo primo Milan è quello nato tra giugno e luglio di quest’anno, quindi sarebbe pretestuoso giudicarlo (bene o male) adesso.

  27. Il mio sogno è avere una proprietà seria, attenta e ambiziosa.

    Seria e attenta la nostra lo è di sicuro. Ambiziosa non so, bisogna vedere che cosa s’intende per ambiziosa.

  28. Il problema Lapinsu è anche che Cardinale ad oggi è di fatto un comproprietario.

I commenti sono chiusi.