Un numero importante di calciatori, anche famosi ed affermati, ha confessato di essere stato preda di forti depressioni. Vengono rivelati tentativi di suicidio e miracolose guarigioni grazie all' aiuto di familiari o di psicologi.
Appartenendo ad un altro mondo e non essendo addentro alle problematiche quotidiane dei calciatori, non voglio commentare troppo aspramente questi accadimenti, anche perchè rischierei di cadere nella solita retorica populista.
Tuttavia, una cura efficace la posso suggerire: novecento euro al mese e le bollette da pagare per un anno.

Thiago Silva. Sembra che l' abbiamo preso, anticipando un gruppone di squadre importanti che ambivano alle sue prestazioni. Non so se corrisponda a verità (l' interesse di altri ovviamente, la notizia  è autentica), la stampa italiana va presa con le molle. Quel che è certo è che si tratta di un difensore forte, giovane e molto veloce, per il quale anche Ricky poco tempo fa si era espresso in termini entusiastici.
Staremo a vedere. Per ora sappiamo per certo che non potremo schierarlo in questa stagione, trattandosi di un extracomunitario e avendo noi già sapientemente occupato tutti i posti disponibili con elementi fondamentali tipo Dida e Sheva. C'è chi dice che non potremmo neppure tesserarlo, ma se l' operazione è andata in porto immagino che qualche escamotage ci possa essere.
Il segnale è comunque positivo. Ci si sta accorgendo che in una squadra esiste una difesa e che in quei ruoli si possono provare anche elementi abbondantemente sotto i trent' anni. L' ultimo giocatore in quel reparto e di quell' età ingaggiato, Senderos a parte, fu Roque Junior. Un disastro, speriamo che la storia non si ripeta.