Ci siamo quasi. I gobbi ci stanno aspettando nella loro tana. Sono affamati come belve ferite e la vecchia guardia, quella che ha patito l’ onta della serie B,  ha una voglia matta di restare in scia ad un’  Inter impegnata in quella che è poco più di una formalità contro il fanalino di coda Chievo. Inoltre, i gobbi, daranno tutto quello che hanno soprattutto perchè di fronte avranno noi, una rivale storica che  non odiano come quella neroazzurra ma che neppure amano.
A giudicare dalle ultime prestazioni, sia nostre che loro, stanno molto meglio di noi. Abbiamo grossi problemi causa le assenze, Rino non lo vedremo più per molto tempo, e comunque in questa gara non l’avremmo visto perchè squalificato; Ricky ha qualche guaio fisico, ma sono pronto a scommettere che domani sarà in campo anche se le sue condizioni saranno tutte da decifrare. Carletto ha qualche scelta obbligata, resta da vedere se opterà per la soluzione più prudente e logica a centrocampo: o Pirlo o Seedorf. Una soluzione che  ormai dovrebbe essere adottata contro qualsiasi squadra, a mio avviso.
Detto questo, stop alle chiacchiere: bisogna vincere.
Ogni altro risultato è inaccettabile, ma non dobbiamo temere: noi siamo fatti per le imprese complicate.