La verità e che la penso come Uli Hoeness. Però se lo dico io va bene, tifo Milan da quarant’anni , ne ho viste di cotte e di crude e sono stato due volte in Serie B. Certe critiche sono un mio sacrosanto diritto. Me lo sono ampiamente guadagnato sul campo di battaglia, questo diritto.
Se invece si azzarda a ficcare il naso nei nostri affari l’importante dirigente di una squadra che in Champions, nelle  ultime apparizioni contro di noi, ha beccato soltanto sberle in serie, beh, mi salta la mosca al naso.
 
Noi possiamo non comprendere le scelte della nostra dirigenza, gli altri neppure devono porsi il problema. E tanto meno sfottere.
A questo punto non vedo l’ora d’incontrarli e bastonarli di nuovo, i crucchi. Con doppietta di Spice Boy.