1) La decisione di pressare alto sin dal primo minuto, che ha spompato la squadra dopo un’ora di gara ed ha tolto spazio alle ripartenze delle due punte, che fanno della velocità un’arma micidiale. Come a Roma, dove c’eravamo fatti rimontare, diversamente da Bologna dove avevamo stravinto. Evidentemente ci piace farci rimontare.

2) La decisione di togliere Pato e non uno dei due ectoplasmi.

Il resto l’ho capito, o almeno credo. Ma ne parlerò domani. Forse.