Le pagelle per ogni partita mi annoiano, si sarà notato. In genere preferisco cimentarmi in rapidi commenti su giocatori che si sono messi particolarmente in luce, oppure che hanno fatto particolarmente schifo. Ma un pagellone globale, perlomeno a metà e  fine stagione si può fare senza rischiare di essere tediosi. Ecco la prima (con tre giornate di ritardo ma fa lo stesso):

Abbiati: dopo una partenza da portiere normale (ed era già tanto viste le tragedie che l’avevano preceduto) ha acquisito via via maggior sicurezza in sè stesso ed  è diventato lui stesso una sicurezza. Adesso è qualcosa di più di "normale". 8

Zambro: meglio dell’ ultimo Oddo, prestazioni caratterizzate da alti e bassi. 6

Maldini: il miglior centrale della nostra squadra. Per l’età meriterebbe un 10 e lode, ma occorre essere onesti. 6

Kala: lasciamo perdere. 4

Janku: Scarso in difesa, buono quando ha fatto il centrocampista e nelle proiezioni in attacco. 5,5

Ambro: che Dio ce lo conservi. 8,5

Gattuso: non una grande stagione la sua,  perlomeno al di sotto del suo standard. Poi si  è aggiunta anche la sfiga, ma il suo dovere l’ha comunque sempre fatto. 6,5

Beckham: ha giocato soltanto quattro partite, ma è stato una manna, sputtanandomi clamorosamente. 8

Pirlo: assente a lungo per infortunio, è rientrato iniziando in modo disastroso per poi riprendere pian piano  in mano il centrocampo come suo solito. 6

Seedorf: questo campione – perchè di questo si tratta – sembra fatto per dividere e scatenare discussioni. Secondo me crea più vantaggi che danni, ma il suo status di "intoccabile" non è meritato: quando non è in vena dovrebbe rifiatare. 6

Pato: lo dico da quando è arrivato, questo è un fenomeno. Segna a raffica e possiede una personalità inusuale per uno di quell’età.  Quel che è bello è che migliora e migliorerà ancora. 9

Kakà: deludente ma decisivo. Sempre. Le contraddizioni di un fuoriclasse assoluto. 6

Ronaldinho: nonostante abbia perso il posto (per ora), il secondo posto in classifica è per buona parte merito suo. Se si decidesse a stringere i dentoni potrebbe rientrare alla grande ed alternarsi coi tre davanti. 6,5

Antonini: per quel poco che ha giocato ha dimostrato di essere da Milan, e che meriterebbe ben altra considerazione. 7

Bonera: se sta bene è il miglior difensore che abbiamo, almeno per ora. Peccato per l’infortunio che l’ha tenuto lontano a lungo. 7,5

Senderos: troppi infortuni per giudicarlo pienamente. Gran fisico, presenza ingombrante in area, efficace di testa,  piedi decenti, velocità e riflessi raccapriccianti. Staremo a vedere. 5

Borriello: potenzialmente utilissimo, si è rivelato giocoforza inutile causa infortuni per quasi tutta la  prima parte di stagione. Ma quando ha giocato l’ha fatto sempre bene. 7

Flamini: chiaramente messo ai margini dall’allenatore, nelle rare occasioni in cui viene utilizzato sembra voglia mangiarsi il campo, col risultato di correre a vanvera e commettere falli inutili. Ma non è tutta colpa sua. 5

Favalli: quando so che gioca al posto di Kala traggo un sospiro di sollievo, ma solo in questo caso. Tuttavia è giusto ammettere che, durante l’emergenza infortuni che aveva devastato il reparto difensivo, ha tappato vari buchi. A volte bene, a volte male, ma è stato utile. 5,5

Emerson: giocatore finito. 3

Inzaghi: lo stop di Portsmouth è da incorniciare, merita il voto solo per quello. 6

Sheva: triste tramonto di un fuoriclasse. Senza voto, per rispetto.

Carletto: un sacco di errori, la solita lentezza nel leggere le partite ed eccessivo amore nei confronti di alcuni giocatori che inevitabilmente ne demotiva altri. Positiva la decisione di rinunciare ad una stella. 6

Società: dopo un mercato incompleto ma tutto sommato soddisfacente, si sta avvitando in ingerenze tecniche che allo stato attuale possono rivelarsi controproducenti. 5,5