Il mercato sarà esangue, l’ha detto Adrianone nostro. Cobolli l’ha immediatamente smentito rivelando che la Juve, della crisi economica, se ne farà un baffo, ed è lecito prevedere che l’Inter non sarà da meno. Insomma, abbiamo capito che  esangue è un aggettivo che riguarderà soltanto noi. Okay allora, giacchè lo fanno tutti, voglio farlo anch’io:  Marchetti, Floccari, Abate, Paloschi, Kjaer, Gourcuff. Via Pirlo, Emerson, Seedorf, Maldini, Favalli, Sheva, Dida, Dinho. Mi pare esangue abbastanza, il Conte Dracula non ci cagherebbe neanche di striscio.
Non vinceremmo un tubo, ma sarei curioso di vedere all’opera questi giovani virgulti con la casacca rossonera. Con questo chiudo con le fantasie di mercato, almeno fino a quando non comincerà la girandola dei nomi.