Il pensiero di ogni tifoso Milanista, da cinque anni a questa parte è costellato da una domanda fatidica: " Ma Kakà resta???".
Ogni sessione di mercato, A.S., El Mundo Deportivo, Marca,The Sun e via discorrendo, ci "deliziano" con fotomontaggi vari, comunicati inventati, notizie figlie di menti perverse o dichiarazioni di strani signori.
L’unico risultato di tutto questo è la fortuna dei dottori che si occupano della ghiandola extramurale anficrina ( il fegato N.d.r ) dei tifosi milanisti.

Già a dicembre, come i commenti di MilanoRossonera possono dimostrare, fui molto scettico sulla vicenda Manchester-City.
Dissi, molto tempo prima del epilogo della vicenda, che da quella trattativa Kakà sarebbe uscito come un vincitore e prossimo capitano.

Ed innegabilmente ci presi alla grande!

Riguardo queste trattativa sono ancora più scettico, sicuro che il numero 22 dei Diavolo Casciavit giocherà ancora per noi nella prossima stagione.

Provate ad immaginare quale calo d’immagine potrebbe avere Berlusconi vendendo Kakà, una settimana prima delle elezioni europee, in un momento come questo dove sempre per vicende extra-politiche la sua popolarità è in netto calo?

Ecco, io dico questo SICURO che Kakà resti al Milan.

Ma provate ad immaginare se sul sito del Milan di colpo ci sia un comunicato del genere:

"L’ac Milan comunica di aver ceduto al Real Madrid F.c le prestazioni sportive del calciatore Ricardo Izecson Dos Santos Leite. Nel congedarci da questo grande campione gli auguriamo le migliori fortune con la sua nuova squadra."

Sarebbe l’inizio della fine???

Molti credono di si, soprattutto perchè la vendita di Ricky, aprirebbe, clamorosamente il sipario, su una possibile partenza del nostro vero fenomeno Pato.

Io credo che la cessione di Kakà non sia cosi irreparabile anzi, dato le sue ultime prestazioni annuali ( più o meno da dopo la vittoria del Pallone D’Oro ) sia qualcosa di possibile e perchè no anche necessario per aprire un nuovo ciclo.
Naturalmente se tutto ciò non implicasse la vendita di Pato, e se i soldi ricavati dalla vendita del numero 22 venissero SUBITO riutilizzati per baldi giovani vincenti.

Ci pensate se Galliani a fine trattativa, con la vendita di Kakà già eseguita venisse fuori con un:

"dobbiamo essere contenti di aver venduto Kakà, perchè abbiamo realizzato la piu grande plusvalenza al mondo! "