Ormai è un fatto: le bandiere del Milan, da imprescindibili che erano fino a poco prima di appendere gli scarpini al chiodo, un attimo dopo aver eseguito questa triste operazione diventano improvvisamente ingombranti. A parte Rivera, che smise ben prima dell'arrivo di questa proprietà, e che politicamente è stato sempre ad essa avverso, i vari Baresi, Albertini  ed ora Maldini hanno tolto il disturbo in modo strano, oppure addirittura quasi traumatico. Invero a Franz qualche possibilità è stata concessa e lui forse, non  essendoci tagliato, non l'ha sfruttata appieno (ma occorre dire che a questi personaggi il settore giovanile va stretto), però è chiaro che Demetrio e Paolo hanno dei conti in sospeso con qualcuno e se ne sono andati trattenendo a stento qualche schizzo di veleno. Le bandiere, specie quelle più dotate di personalità e cervello, fanno ombra a qualcuno al Milan, a quanto pare.

Si legge di Dzeko e Cissokho. Elaborato il lutto (ammesso e non concesso che per me di lutto si sia trattato), ora sono in grado di giudicare le cose con un minimo in più di lucidità. I nomi che si fanno sono di mio gradimento: giovani, fisicamente prestanti, affamati di vittorie giacchè si tratta di elementi poco conosciuti e quasi a digiuno di grandi successi.  Questo non significa  nulla naturalmente,  sia perchè non abbiamo preso ancora nessuno sia perchè non c'è garanzia che questi eventuali acquisti saranno azzeccati. Ma sto intravedendo quello che invocavo da tempo: un progetto, o perlomeno un inizio di qualcosa che gli somigli se proprio vogliamo essere prudenti fino in fondo. Ho letto che Leo sta pensando di riportare Pirlo al suo antico ruolo, ossia quello di mezzapunta. Non so se Andrea gradirà, il ruolo che per lui inventò Mazzone e che Ancelotti gli assegnò nel calcio ad altissimi livelli gli piace. In questo ruolo è diventato ricco, famoso e campione del mondo. Io, che spesso venivo accusato di non criticare mai Ancelotti, la penso così: Pirlo era  da togliere da davanti alla difesa ormai da due anni. Schiaffarlo più avanti o in panca non so, l'importante  sarebbe stato toglierlo da lì. Che fosse sufficiente aggredire lui per metterci in enorme difficoltà, l'avevano capito anche i sassi. L'aveva capito anche un Leo senza patentino ed esperienza, evidentemente.