Una premessa così mi libero della zavorra: non credevo che Berlusconi volesse realizzare un discreto utile di bilancio, va bene? Lo ritenevo improbabile. E invece … forse venderà, forse ci smantellerà e poi venderà ad un acquirente “più povero” che vuole un giocattolo meno costoso prima di comprare, forse ha deciso di regalare la Champions League all’amico Perez e non vuole essere competitivo questa stagione, forse ha avuto altre spese impreviste da affrontare nel 2009 e le ha fatto pagare preventivamente dal “suo figlio modello” Kakà, forse resteremo tra “color che son sospesi” ad libitum, forse si sveglierà domani mattina e deciderà di fare uno o due colpi del cavolo giusto per placare la piazza,… Comunque sia, a questo punto, non sarà frutto della progettualità che io intravvedevo e mi auspicavo. Comunque sia, ho toppato. Non si tratterà di non aver tesserato Cruz, Cannavaro o Panucci per vincere con altro tipo di giocatori bensì di non averli tesserati perché non si voleva spendere nemmeno per l’ingaggio dopo aver abdicato già da tempo all’idea di spendere per il cartellino.

Venendo all’LB. La cosa più nauseante di una partita già di per sé soporifera è stato il pre-partita con Berlusconi&Galliani che tronfi, sicuri e tracotanti annunciano i successi del nuovo Milan di Thiago Silva ed Huntelaar dipingendo la storia del calcio futuro come già scritta dall’irresistibile undici rossonero. La loro abbronzatura rende ancora più beffarda la rabbia del tifoso milanista che a Forte dei Marmi ha preferito mete più nordiche e riflessive. Berlusconi poi pare proprio tirato a lucido, viene direttamente da Villa Certosa dicono…

La partita non passerà alla storia visto un ritmo che neanche un match di bassa classifica della Serie B inglese esibisce: autogol di Silva e testa di Pato sono lampi nel deserto di emozioni. E stare qua a ripetere che i due terzini del Milan non sanno cosa sia un cross così come che Pirlo è troppo fermo ,lento ed incline all’errore sarebbe superfluo. Più simpatico dire che il randellatore Felipe Melo come da me più volte detto vale neanche la metà dei venticinque milioni gettati dalla dirigenza bianconera e che i centrali della Juventus, in particolare san Legrottaglie "il casto", sono impotenti di fronte alla velocità di Pato. Torno a ribadire: l’Inter è di un’altra categoria, le altre, sono alla nostra portata. Tanto per dire della povertà del campionato italico. Si lotta per il secondo posto poi in Europa accontentatevi di un quarto di finale, possibile se avremo un girone di qualificazione fattibile e se lo vinceremo e se avremo un ottavo alla nostra portata, e se e se e se… Non chiedete all’allenatore Tassotti cose che non può dare questa rosa.

So che volete sapere cosa penso di Thiago Silva ed Huntelaar. I "roboanti" sostituti di Capitan Maldini (ma se lo ricorderanno Berlusconi&Galliani che la maglia numero 3 va ritirata?) e sua accelerosità (ma anche costosità) Kakà. Il brasiliano va a nozze con un Nesta in ripresa accanto ed è forte nell’uno contro uno e nell’anticipo aereo e non, in area di rigore, mentre l’olandese è una specie di Inzaghi più tecnico e meno cattivo per cui senza la palla giusta non esiste, non pervenuto. Con cose tipo Zambrotta e Jankulovski era meglio Luis Fabiano.

Chi lo voleva Luis Fabiano? Il mister (quello finto)! Perchè partecipava al gioco, giusto? E come mai pure Huntelaar dopo la farsa del G3 è diventato uomo che partecipa al gioco? Lavaggio del cervello per il "tecnico" brasiliano o complicità ab origine?