Kalunaat: Dottor Galliani, quale onore!

 

Adriano Galliani: Prima di tutto, Dottore non esiste, sono semplicemente amministratore delegato nonché vicepresidente del…

 

K: Beh, del Milan, mi sembra ovvio…

 

A. G.: No, scusi, forse sono io che non so essere molto chiaro…

 

K: Cosa intende dire?

 

A. G.: Lei, come molti, evidentemente ha ancora una visione romantica del calcio per parlare di Milan, io però parlo di AZIENDA Milan, di cui lei altro non è che un cliente…

 

K: Cliente, ma è impazzito? Si rende conto di quello che sta dicendo?

 

A. G.: Torno a ripeterlo: Lei evidentemente non ha assolutissimamente ancora capito come vanno le cose oggi: l'azienda Milan va inquadrata nell'ottica di una società del gruppo Fininvest (non Le dico Mediaset perché per Lei potrebbe essere un termine troppo moderno)…

 

K: Siamo davvero arrivati a questo? Non ho parole…

 

A. G.: Per come la vedo io, Lei di parole ne ha sempre troppe, così come il resto dei suoi "compagni" di quel posto lì…

 

K: Allude a Screwdrivers?

 

A. G.: Ecco sì, quel posto lì, pieno di veri e propri fucilieri del Bengala, nonché fomentato da gente a noi spudoratamente avversa…

 

K: Incredibile, quindi Lei ci conosce…

 

A. G.: Mi consenta (cit.) di segnalarLe come il mio presidente abbia affermato di leggerVi quotidianamente sulla tazza del ces…

 

K: No, no, aspetti, ho capito, si fermi, la prego… Forse sarebbe il caso di parlare d'altro…

 

A. G.: Per esempio?

 

K: Beh, di Leonardo; molti lo vorrebbero mandare via, magari per fargli fare di nuovo l'osservatore in Brasile…

 

A. G.: Ah, no, guardi, per questo non ci sono problemi: noi abbiamo deciso di investire in settori giovanili dalle grandissime potenzialità…

 

K: Ah sì? E quali sarebbero?

 

A. G.: Non si capisce perché dover andare fino in Brasile quando ci sono splendide realtà provinciali qui da noi che, in fatto di fascino esotico, non hanno niente da invidiare: Crescenzago, Cornaredo, Caronno Pertusella, Cesano Boscone, Cesano Maderno, Bresso, Como, Garbagnate, Opera, San Donato, Milano 2, Pero, Cesate, Mozzate, Varedo, Sesto san Giovanni… Anzi, ho sentito dire da voci ben informate che anche nel Friuli ci sarebbero giovani molto interessanti, anche se troppo avvezzi al temperamento focoso…

 

K: Ma di Leonardo allenatore cosa ne pensa?

 

A. G.: Leonardo è un ottimo tecnico, tanto che sta già forgiando la squadra per il prossimo anno, naturalmente nel pieno rispetto delle logiche aziendali…

 

K: Ovvero?

 

A. G.: Una squadra con un solo giocatore per ruolo, con l'appoggio però di una settantina di sponsor…

 

K: Ah beh, allora… In realtà ci sarebbero molte altre questioni: i rapporti tra tifoserie organizzate e società, le voci di cessione del club, oppure ancora…

 

A. G.: No, no, no, aspetti, ho inteso perfettamente dove vuole arrivare: sappia che non accetterò nessunissinissima provocazione; Lei deve ricordarsi che noi siamo il club più titolato al mondo©, che ha vinto 26 titoli, di cui tredici internazionali, che ha vinto due Champions League nel nuovo millennio, nessuno ha fatto quanto noi e…

 

K: Mi scusi, ma da parte mia non c'era nessuna provocazione, semplicemente i tif…, ehm, i clienti non ci stanno capendo nulla e vorrebbero solo un po' più di chiarezza e trasparenza; non crede che sarebbe l'occasione buona per delle delucidazioni?

 

A. G.: Senta, gentilmente, io credo di averLe concesso fin troppo del mio tempo; posso solo augurarLe buon lavoro…

 

K: Buon lavoro? Grazie tante, ma forse di quest'augurio ne ha più bisogno Lei: che ci sia uno stato di confusione in casa Milan mi sembra evidente…

 

A. G.: Kalunaat, davvero, io sono un tipo paziente, però insomma, Lei mi sembra uno bravo solo a polemizzare e creare zizzania…

 

K: Io? Ma se ho anche recensito positivamente un libro scritto da bloggers interisti

 

A. G.: Ecco, lo vede? Questa è la dimostrazione di quanto Lei possa essere destabilizzante per la nostra azienda e per il mondo del calcio in generale: io non so veramente come si possa parlare bene di un libro di una squadra il cui presidente addirittura la esaltò durante un'intervista come la prima squadra di Milano, robe da gestapo nonché vere e proprie eresie…

 

K: Beh, almeno su questo il mio capo Marcovan potrebbe concordare, in effetti… Peraltro, lui ha appena recensito un libro su Nereo Rocco…

 

A. G.: Non so chi sia, per quel che so io la nostra squadra è nata con il presidente Silvio Berlusconi; gente palesemente catenacciara non è di mia competenza…

 

K: Ormai siamo alla frutta, temo… Però, aspetti, le domande che le vorrei fare sono tante, come ad esempio…

 

A. G.: No, no, no, glielo ripeto tas-sa-ti-va-men-te, tutto quello che ho detto basta e avanza; inoltre…

 

K: Però, se non altro, stavolta a Marsiglia ha goduto di una "Boa Vista", o no?

 

A. G.: Sì, molto.

 

K: Per non parlare invece di…

 

A. G.: Silenzio, per favore!

 

K: Silenzio? Si sta arrabbiando, per caso?

 

A. G.: Sì, perché lei, come tanti altri su quel blog, più che dire 10000 sciocchezze non sa fare…

 

K: Veramente le mie domande sembrano pertinenti…

 

A. G.: Insista, mi raccomando, vada avanti così! Senta, adesso basta, davvero, cordialmente, le auguro…

 

K: Ancora buon lavoro? Me l'ha appena detto…

 

A. G.: No, no, no, molto semplicemente: MAVAFFANCULO!!!

 

K: Gasp!