Mercoledì sera parlando con un mio amico a proposito della partita contro il Real ho sentito pronunciare queste esatte parole:

"Ieri sera ho sperato vivamente di prendere 5-6 goals, così tutti quella della dirigenza se ne sarebbero andati in toto."
Inutile dire quanti insulti il soggetto in questione si è preso per queste parole.

Ma il problema è che questa filosofia di pensiero squallida, assolutamente antimilanista e da perfetto idiota è radicata fortemente anche nei blog che frequento e in quelli dove lurko per evitare discussioni quotidiane e per capire che nonostante l’età più avanzata c’è gente che è messa MOLTO, ma MOLTO, peggio di me.
Quello che voglio dire, evitando di dare patenti di tifo, è che mi sembra assolutamente impossibile, anche odiando la dirigenza con tutto il cuore, sperare in una sconfitta della squadra e soprattutto non godere per una partita a dir poco SPETTACOLARE.
Spettacolare, più che a livello tecnico-tattico (Il Real Madrid è una squadra tatticamente SCARSISSIMA), a livello di emozioni e blasone, una di quelle partite che se le vinci ti fanno andare a letto con una adrenalina che non ti fa dormire, ma che non ti fa anche vedere l’ora del giorno successivo per poter entrare a scuola/lavoro a testa alta, dopo aver assistito ad una delle partite che solo la Milano che fuori dall’Italia vale qualcosa può farti avere (e non se la prendano gli interisti).
Invece mi tocca leggere cose del tipo "questa squadra ha dimostrato ancora una volta i suoi limiti", "questa squadra è logora, siamo scarsi" e molte altre, anche molto più offensive verso giocatori che hanno veramente sudato e lottato come leoni per la maglia e per noi tifosi.
Ecco, io non ci sto.(cit.)
Non ci sto perchè credo che avrei accettato anche un "adesso pensiamo a far punti con il Chievo" due minuti dopo la fine della partita, ma un "stasera ho avuto la dimostrazione che andremo in serie B, siamo una squadra di falliti che si impegnano una partita ogni 6 mesi contro qualche avversario che ha un valoro nominale ma che realmente non vale un cazzo" no, mi fa innervosire, mi fa venire in mente tutti quei milanisti che in sede di campagna acquisti, vista la sua pochezza complessiva, dicevano che ogni vittoria contro qualunque squadra sarebbe stata accettata in qualsiasi modo e maniera, mi fa venire in mente tante persone (fortunatamente veramente poche o addirittura nulle su questo blog) che quando le cose vanno male, distruggono, e che quando le cose vanno bene distruggono ancora in ricordo delle cose che vanno male.

Ora, certamente la partita di Madrid non ci ha fatto diventare fenomeni, abbiamo solamente voluto GIOCARE la partita con VOGLIA, UMILTA’ E CATTIVERIA, e i risultati si sono anche ampliamente visti, seppur contro un avversario che ci ha fatto giocare con calma la palla, campo dove noi diventiamo una delle squadre più forti al mondo.
Ma è altrettanto certo che per la VITTORIA (per chi non avesse ancora capito che abbiamo vinto al SANTIAGO BERNABEU, non al Picchi di Livorno) contro Real Madrid i ragazzi si meritano almeno un grazie.
Un grazie rivolto anche solo ai giocatori, visto che c’è gente che (per carità con le sue buone ragioni anche se da me non condivise) attacca Leo, un grazie che rimarrà solamente  a loro tranquilli.
Alla società non ci pensate, ma perfavore ringraziate i ragazzi…Se ringraziate i ragazzi non ringraziate Adriano Galliani e Silvio Berlusconi, ringraziate quegli eroi che, anche per voi, hanno compiuto un impresa che solo qualche mese fa avreste cambiato con un parte del vostro corpo….

Per i contenuti citati dico naturalmente che non si tratta di utenti di questo blog, una piccola oasi felice, in un deserto di INDECENZA,SQUALLORE e IGNORANZA chiamato web, ma di contributi trovati in forum/blog che si dichiarano a parole milanisti.
Forse a certe persone vanno veramente date patenti di tifo…

Così, almeno per me, è….se vi pare….