Seppur con colpevole ritardo per motivi di lavoro, spetta a me oggi commentare quanto avvenuto ieri sera. Lo faccio con piacere, quindi… partiamo!

Milan E’ difficile comprendere a fondo la metamorfosi di questa squadra. Da Atalanta – Milan ad oggi tutto è radicalmente cambiato. Vi dico la verità: io mi sto divertendo. Adoro questo squilibrio che si è creato. Siamo una delle prime squadre di calcio della storia a giocare spezzata in due tronconi. Un gruppo attacca, un gruppo difende e ogni tanto ci si mischia. Lo squilibrio sta diventando la nostra forza. Rischiamo, rischiamo tanto, ma quando ripartiamo e offendiamo, giochiamo bene. O meglio, giochiamo per far male. Il processo di Leonardo è in pieno svolgimento, a poco a poco diventa allenatore, lentamente fornisce un’identità. I singoli potranno giocare bene o giocare male. I vari Seedorf, Pirlo, Ronaldinho, Pato, Ambrosini, Oddo e così via, troveranno sempre i loro consueti detrattori, ma è intellettualmente disonesto non riconoscere il ritrovato spirito di sacrificio e la volontà di mettersi a disposizione della squadra.

Kakà Poco m’interessa parlare del Real come squadra, mi piace invece sottolineare la totale estraneità di Ricardo a questa squadra. Vaga spesso per il campo senza trovare una giusta collocazione. Gioca molto, tanto, troppo in orizzontale. Fatica in un possesso palla madrileno ancora più lento e asfittico del Milan delle ultime edizioni. Pare un’anima in pena. Mantiene alcuni suoi colpi, alcune sue soluzioni personali, ma gioca solo, troppo solo. Ambrosini nei 180 minuti se lo è mangiato. E’ il caso che rifletta su queste sue prestazioni.

Pagelle Alla fine si leggeranno e si commenteranno solo queste, ma tant’è…

Dida 7, Oddo 6, Nesta 5,5, T. Silva 7, Zambrotta 6, Ambrosini 8, Pirlo 6,5, Seedorf 6, Ronaldinho 6,5, Pato 7, Borriello 6 (Inzaghi 5).

Champions League Il nostro futuro continua con la Lazio (pensiamo ad una partita alla volta) ma uno sguardo al futuro europeo è d’obbligo. La partita con l’OM non è assolutamente da sottovalutare. Abbiamo in teoria 2 risultati su 3, ma ritengo la qualificazione ed anche il primo posto nel girone a questo punto un’occasione da non sciupare. Facciamo 6 punti e vediamo poi cosa ci tocca agli ottavi.

Gioco Edito il post per inserire il gioco (dimenticanza gravissima!!!).

Indizio n. 1: Nereo Rocco