Partita importante quella che aspetta i rossoneri a Catania. Partita che potrebbe portare l’ennesimo risultato utile consecutivo (non perdiamo in campionato da Udinese-Milan del 23 settembre) e perchè no nuove convizioni dopo il mezzo passo falso contro il Marsiglia.
Passo falso che è stato ampiamente ed esaustivamente analizzato dai miei colleghi redattori.
Mi limito a dire che questa partita è fondamentale soprattutto per il Big-Match di San Siro (basta chiamarlo Meazza per favore!) tra Inter e Fiorentina.
Qualsiasi risultato uscirà fuori tra la squadra del Messia rifatto uomo e Prandelli ci sarà di aiuto.
Se l’inter perde, oltre ad godimento mica da ridere, ci avviciniamo alle zone che contano, e anche se non ci competono strettamente, almeno quest’anno, è sempre bello essere li vicino alla vetta;
Se la fiore perde allunghiamo su una nostra diretta concorrente, o in caso di nostra sconfitta evitare che un’altra squadra ci sorpassi visto la brevità della classifica in queste giornate;
Un pareggio sarebbe il mix tra le due cose.

Ma torniamo a noi. 4-2-4, 4-2-3-1, 4-2-1-3 oppure come lo chiama Galliani 4-2-Fantasia (solo lui poteva inventarsi qualcosa del genere!), finalmente Flamini sarà in campo. Avremo finalmente due mediani puri e duri davanti alla difesa pronti a ringhiare su ogni pallone. Capiremo realmente l’utilità di Pirlo in questo sistema di gioco.
Molti dicono chein questa stagione non ha fatto molto, ma in realta nei due goals di Verona c’è il suo zampino, così come nel rigore contro la Roma e inutile ricordarlo l’incredibile tiro di Madrid. Certo a queste prestazioni vanno uniti degli autentici abomini che il ns. numero 21 compie soprattutto quando va in carenza d’ossigeno per rincorrere gli avversari, caratteristica non proprio eccelsa del centrocampista bresciano.

Bene, ci ritroviamo davanti così una squadra molto veloce, con un giocatore che mette fisicamente e tatticamente in difficoltà tutte le difese, ma in particolare la nostra. Si tratta di Mascara che se riuscirà a trovare la sua identità in campo e nello scacchiere della partita potrebbe fare molto male alla nostra difesa inserendosi dalla trequarti campo.

Finalmente in gruppo Bonera che ha svolto da Giovedì ogni attività con la squadra comprese le partitelle.
Speriamo solo in un ritorno ottimale e che il giovane difensore bresciano possa essere preservato dal signore per sostituire in pianta stabile uno tra Oddo e Zambrotta che ormai certi palcoscenici dovrebbero solamente sognarseli…