Si, siamo i primi della classe, dei secondi.
Siamo secondi, dietro la capolista irraggiungibile e inattaccabile, ma con un discreto vantaggio sulla terza che quest’anno in estate era la favorita e aveva speso 50 Milioni di Euro in più di noi, per due giocatori che poi si sono dimostrati dei veri e propri bidoni.
E così una squadra che ad Agosto si trovava in condizioni disperate quasi irrecuperabili, si ritrova alla ripresa del Campionato come l’unica squadra possibile come probabile antagonista (?!?) all’Inter.
Ma come inizierà per noi questo 2010???
La cosa fondamentale, almeno secondo me, è il recupero di Bonera. Il difensore bresciano, che da ieri si è aggregato pienamente alla squadra, è quell’elemento duttile in grado di sostituire qualsiasi giocatore nello scacchiere difensivo di Mister Leo, sia come difensore centrale (una coppia Nesta-Bonny e/o Thiago-Bonny mi ispira più che fiducia) sia come difensore esterno, dove risulterebbe più bloccato e attento alla fase difensiva di Oddo, Zambrotta,Abate e quel giocatore ceco che tutti gli allenatori e dirigenti del milan considerano un terzino pur  essendo chiaramente un centrocampista.

Inoltre affrontiamo un gennaio da incubo, che ci offre nelle prime due partite Genoa e Juventus mentre nell’ultime due il Derby (dove esigo almeno una prestazione d’orgoglio visto la figuraccia d’Agosto) e il recupero contro la Fiorentina. Speriamo che la squadra, e con squadra intendo Nesta,Thiago,Ambro,Seedorf,Dinho e Pato, abbiano accumulato abbastanza benzina nelle gambe tale da permettergli una buona condizione in questi due mesi cruciali che culmineranno con la Champions e l’impegno fisicamente e psicologicamente snervante contro i Red Devils.

Torna David, Adiyah tornerà invece a Febbraio, manco il tempo di provarlo, mentre non abbiamo più infortuni più lunghi di 2 mesi, DiGennaro tornerà tra un mese e mezzo.

Genoa, partita importantissima, contro un avversario difficile che ha messo in difficoltà tutto e tutti. Corrono molto, troppo, per le nostre gambe, è una squadra che somiglia molto al Palermo, con discrete individualità.
Possono essere attaccati perchè il loro tecnico pratica un calcio molto aperto ed offensivo che ti attacca ma ti permette di offenderla, e noi in questo siamo maestri.
C’è solo una cosa che mi preoccupa, stiamo diventando di nuovo poco cinici. Quella caratteristica che ci aveva fatto vincere tante partite sta scomparendo da un paio di giornate a questa parte, la filosofia del "segna quanto vuoi, tanto io segno un goal in più di te" è diventata un "segna quanto vuoi, tanto io sono sicuro che quando voglio posso segnare" . Filosofia che ha portato un pareggio a Zurigo e una sconfitta contro il Palermo.
In definitiva ragazzi, cominciare bene per continuare meglio.

Che tanto i veri primi della classe in questi mesi qualcosina lo perdono sempre… chi vuole capirà….