Parte prima Udinese-Milan

Ieri sera abbiamo giocato il quarto di finale della Coppa Italia, anzi per dirla giusta Tim Cup. Non ho potuto assistere alla partita, perché ero ad uno spettacolo scolastico sulla giornata della memoria, ma dai commenti, dagli Highlights e da quello che ho sentito in giro per il web, forse ho fatto bene. Mi son letto le formazioni, l’Udinese che in questo weekend va a Catania in un vero e proprio scontro salvezza ha messo praticamente la formazione titolare, uno dei pochi se non l’unico panchinaro era Corradi. Noi abbiamo schierato le “riserve” gente che dovrebbe avere voglia di riscatto e di conquistarsi il posto. La nostra formazione recitava Abbiati, Zambrotta, Kaladze, Favalli, Antonini,Gattuso, Flamini, Jankulovsky, Di Gennaro, Huntelaar, Inzaghi. Troviamo pensionati, gente scontenta perché gioca poco e qualcuno che ritorna o è appena ritornato dall’infortunio. Se proviamo a schierare le riserve dell’Inter troviamo molti della formazione titolare del derby. Ora sappiamo benissimo e ne abbiamo parlato fin troppo della nostra pecca di non avere riserve adatte a sostituire i titolari e non mi dilungherò io a parlarne, il punto è che un’eliminazione è sempre un’eliminazione però questa ci farà bene o male?

Dobbiamo ringraziare l’Udinese, come ha fatto DNA, per averci tolto altre due partite settimana prossima e quella dopo quando saremo impegnati a riprenderci psicologicamente dalla batosta del Derby e soprattutto a preparare la gara col Manchester United a San Siro del 16 Febbraio oppure dobbiamo “arrabbiarci” per aver snobbato un potenziale trofeo in quest’annata che probabilmente sarà scarna di successi?
Sadyq nel precedente post afferma che se non avessero rinviato la gara sull’entusiasmo pre derby l’avremmo vinta. Son d’accordo con lui, perché questi che hanno giocato ieri avevano ancora più voglia di conquistarsi il posto, vedi Inzaghi, Huntelaar ed il povero Flamini.
Personalmente mi dispiace essere eliminato sempre e comunque, anche se il calendario come detto prima ora ci favorisce,

la Fiorentina arriverà da noi con sette partite giocate, noi ne avremo “solo cinque” e tra sole tre partite avremo l’ottavo di finale di Champions, al contrario di Fiorentina e (forse) Inter che arriveranno con cinque gare disputate. Dobbiamo sfruttare questa opportunità però, non tanto per recuperare l’Inter, ma distaccare Fiorentina e Roma due dirette inseguitrici.


Parte seconda Inter-Juve

Semplice curiosità chi tifate stasera?
Io sono indeciso, tiferei Juve perché oramai i suoi tifosi mi fanno pena, però se battessero l’Inter anche questa volta ce la menerebbero che loro hanno vinto due volte di seguito e noi ne abbiamo prese sei, e se provi a ricordargli che da noi hanno preso tre pere tirano fuori la storia degli errori difensivi e dei loro infortunio, d’altro canto non riuscirei mai a tifare per i cuginastri, però devo ammettere che se passano avranno un febbraio pieno di impegni……

Parte terza Coppa Italia o Tim Cup

Così come strutturata ora, fa veramente schifo, lo dicono tutti, però nessuno fa niente. E’ sicuramente migliorata dagli anni scorsi, e i risultati si vedono, Novara e Lumezzane agli ottavi, però non ci siamo ancora. Dalla cavolata di fare tutti i turni unici e le semifinali in partita doppia, io farei turno unico anche quello. Altra cosa farei giocare la squadra più “piccola” in casa. Ma ve lo sareste immaginato un Silvio Piola o un Comunale di Lumezzane esaurito al posto di un San Siro o un Friuli semideserti per Novara-Milan e Lumezzane-Udinese??
Ultima cosa prenderei in prestito varie modalità dai modelli stranieri, tipo Francia (dove una squadretta è arrivata in finale negli anni scorsi) Inghilterra o Germania. Non uno in particolare, ma assemblarlo per avere un prodotto migliore.

Detto questo concentriamoci sul campionato, ora abbiamo Livorno, Bologna e di nuovo Udinese. Servono minimo 7 punti, anche se sarebbero meglio 9 per arrivare carichi alla supersfida di Champions League.