Le reazioni della tifoseria cugina al video di Striscia La Notizia trasmesso ieri sera con Balotelli come protagonista, non si sono fatte attendere. Reazioni scomposte, prevedibili conoscendo come funzionano quelle povere teste, ormai talmente ubriache dal verbo mourinhano (e sconvolte da una presenza avversaria a ridosso in classifica cui non erano abituati da tempo) da non poter più essere in grado di ragionare con quella sufficiente lucidità che consentirebbe loro di evitare continue figure di merda a livello d'immagine.
 
Noi, che in fondo siamo loro affezionati, e da mesi (anni) tentiamo (vanamente) in ogni modo di preservarli da queste figure di merda (non scherzo, spesso arrossisco per quello che leggo in giro), non possiamo far altro che pubblicare video tipo quello sotto, nella (remota) speranza che chi di loro lurki o capiti qui per caso e a cui – condicio sine qua non – sia rimasto un grammo di sale in zucca, riesca a comprendere che Staffelli, le azioni di disturbo mediatiche, le ha  sempre attuate anche nei nostri confronti (ho scelto Borriello a caso, ma è un  esempio in mezzo a tantissimi altri).

 

 
Altro tormentone che mi preme smontare, ossia "Flamini doveva essere espulso". Si parla di Milan-Napoli ovviamente.  A Grava è stato permesso di picchiare per 90° minuti cavandosela con un semplice giallo. A Campagnaro e Cannavaro è stato concesso di tutto e di più. Okay, Flamini doveva essere espulso, ma se l'arbitro avesse  seguito questo metro di giudizio la gara si sarebbe svolta per larghi tratti con noi in 10 e loro in 8. A  me sarebbe anche piaciuto, devo dire.

Queste cose accadono ogni maledetta domenica, il fatto che noi non si risponda puntualmente alle stronzate altrui non significa che non potremmo farlo per mancanza d'argomenti, ma soltanto che ci si annoia a farlo.