Cioè, la madre di tutte le intercettazioni sarebbe questa? Ossia una dove Facchetti tenta di convincere il designatore ad inserire nella griglia colui che all'epoca era il miglior arbitro del mondo? Mah, a me pare tutto un tantino deboluccio. Poi magari i legali di Moggi riusciranno ad estrarlo dalle sabbie mobili del processo penale in cui egli è invischiato, per carità, si tratta del  loro mestiere. Però non credo che le parole del Cipe porteranno ad una  redenzione a livello sportivo di Lucianone, né che potranno coinvolgere l'Inter in chissà che. Magari si potrà chiedere ai cugini di piantarla – finalmente – di rompere le palle con i loro moralismi del piffero, ché insomma, così immuni da un certo malvezzo, ormai è evidente, non lo sono mai stati neppure loro. Tuttavia un polverone tipo quello del 2006 non solo non  credo sia possibile, ma neppure me lo auguro. Voglio godermi i prossimi mondiali in pace. E poi il povero Cipe è stato il primo Capitano della Nazionale che ho visto nella mia vita, per me sapere che  non abbia sparato grosse stronzate al telefono con Bergamo è quasi un sollievo. C'è da chiedersi perché queste intercettazioni non furono ritenute rilevanti dallo staff del Colonnello Auricchio (ogni volta che lo sento nominare mi sale il languorino), mentre lo furono altre ancor più risibili che riguardavano altri personaggi. C'è da chiederselo, ma un minuto dopo rispondersi con un bel chissenefrega. Si sa, all'epoca l'obbiettivo era Moggi, gli altri finirono nel calderone trascinati dalla loro dabbenaggine e da una serie di circostanze sfavorevoli, compreso quel fesso di Meani. Comunque la prossima udienza si terrà il 20 prossimo venturo. Verranno rese note altre intercettazioni mirabolanti? Magari la nonna di tutte le intercettazioni?

Si parla di un avvenuto contatto fra Galliani e Maldini, in cui il primo ha tentato di convincere il secondo a tornare al centro della nostra disastrata difesa per darci una mano nel rush finale di questo campionato, e in cui il secondo, per tutta risposta, essendosi allenato negli ultimi dieci mesi nel kick-boxing, ha tentato di colpire il primo con un diretto. Scherzo, è vera soltanto la prima parte, almeno secondo Nosotti di Sky Sport 24. Per fortuna Paolino ha ancora una dignità e ha rifiutato, ma pare che sia riuscito a strappare comunque qualcosa, si dice la promessa di una scrivania (sempre fonte sky). Ad occuparsi di chi o cosa non è dato da sapere, a noi non resta che sperare che oltre alla scrivania abbiano intenzione di fornirgli una poltrona in pelle umana e soprattutto qualcosa di serio da fare.

Ultima cosa: lo stregone di Setubal ha colpito ancora. Si è rotto Iniesta. Il Maledetto sta ora concentrandosi su Messi e Xavi.