Queste sono le pre-convocazioni di Lippi: PORTIERI: Buffon, Marchetti, Sirigu, De Sanctis; DIFENSORI: F. Cannavaro, Bonucci, Bocchetti, Chiellini, Cassani, Legrottaglie, Criscito, Maggio, Zambrotta, Grosso; CENTROCAMPISTI: Cossu, Montolivo, Palombo, Pepe, Pirlo, Marchisio, Gattuso, Camoranesi, Candreva, Marchisio; ATTACCANTI: Iaquinta, Pazzini, Borriello, Quagliarella, Di Natale, Gilardino.

Si procederà successivamente ad ulteriori modifiche, ma la fisionomia della rosa ritengo riserverà poche sorprese. Niente Amauri, per fortuna. In compenso c'è Camoranesi. La mia opinione è nota, se non lo fosse la ribadisco: la nazionale non è un Club, se ti senti italiano sei il benvenuto, ovunque tu sia nato, qualunque sia il colore della tua pelle, ma se il tuo unico obbiettivo è disputare i mondiali in una squadra purchessia, per quanto mi riguarda puoi goderti le partite sul divano di casa, quand'anche ti chiamassi Lionello Messi.

Da una rapida occhiata si nota che c'è un sacco di juventini e un buon numero di milanisti, esponenti di due squadre che quattro anni fa dominavano la serie A (per l'ultima volta) ma erano in procinto di passare guai seri, e che ora hanno guai sempre seri ma di diverso tipo. Non c'è manco un rappresentante della squadra più forte d'Italia ma si sa, già gli italiani in quella rosa scarseggiano, poi uno di essi è infortunato, uno è anziano e un pò testa di minchia (ma credo che questo aspetto non c'entri con l'esclusione) e l'altro è giovane e molto testa di minchia.  E questo aspetto credo invece c'entri assai, altrimenti l'esclusione sarebbe incomprensibile dato il talento del giocatore.

A me pare una rosa vecchia nei giocatori buoni e scarsa in quelli giovani. Le convocazioni definitive non potranno produrre di certo un miglioramento importante. Questi siamo, e obbiettivamente il panorama italiano offre poco di meglio, al momento. Quindi tiferò la Nazionale finché resterà in ballo. Credo resisterà fino agli ottavi, ma l'Italia è sempre rognosa ai mondiali, non si sa mai, mal che vada mi occuperò delle mie preferite storiche: Olanda e Brasile. Oppure che so, sceglierò sul momento, magari basandomi sui miei soliti discutibili criteri, tipo uno o due giocatori che riterrò promettenti (che puntualmente nel prosieguo della carriera si riveleranno colossali pipponi) o  tifose particolarmente carine catturate dal regista televisivo intente a dimenare i culetti sugli spalti (quindi mi sa che, proprio per quest'ultimo criterio, difficilmente mi sposterò da Brasile e Olanda).
 

 

COMUNQUE DESIDERO ESPRIMERE TUTTO IL MIO DISAPPUNTO PER LA MANCATA QUALIFICAZIONE DELLA SQUADRA SVEDESE, LA CUI CARATURA TECNICA CI MANCHERA'.