'"Io ho portato il Milan a vincere piu' trofei di quelli del Real Madrid. Il Milan e' la squadra che nella storia del calcio ha vinto piu' trofei ed io sono il presidente che ne ha vinti di piu'. Il secondo dopo di me e' Bernabeu a cui e' stato dedicato uno stadio. Lui ne ha vinti meno della meta' di quelli che ho vinto io. Io al Milan ho sempre dato molta attenzione, ho fatto molti sacrifici per il Milan. E negli ultimi tempi abbiamo speso piu' di 50 milioni l'anno, anche troppo mi sembra''.

Non ci siamo proprio, caro Berlusconi, non hai capito cosa ti contestiamo.
Noi ti contestiamo questo modo di fare.
Noi ti contestiamo queste litanìe.
Noi ti contestiamo la mistificazione.
Noi ti contestiamo la non chiarezza.
Noi ti contestiamo questo prenderci per fessi.
Noi ti contestiamo le prese in giro.
Noi ti contestiamo le tue uscite, tutte.
Noi ti contestiamo come hai trattato Leonardo.
Noi ti contestiamo la fine che hanno fatto Shevchenko, Kakà e Ancelotti.
E solo ora l'abbiamo compresa.
Noi ti contestiamo che prima parli di affare di cuore e poi ci rinfacci quanto hai speso per il Milan, ad ogni occasione.
Noi ti contestiamo il tuo continuo arrampicarti sugli specchi, ed ormai è finita, sei nudo.
Noi ti contestiamo che non getti la maschera, dillo che ti sei stufato e non t'interessa più di noi.
Grazie, riconoscenza e arrivederci.
Noi ti contestiamo la poca considerazione che hai per noi, per la nostra intelligenza, per la nostra pazienza, per la nostra passione.
Non siamo tutti comprabili.
Noi ti contestiamo il sogno che hai fatto credere esistesse e che tu hai deciso di interrompere, e che continui a calpestare, e che rischia di rovinarsi fin da quando iniziò.
Noi ti contestiamo l'indifferenza al nostro grido di protesta.
Noi ti contestiamo anche quell'amministratore lasciato sempre lì a mal usare anche quel meno che hai messo negli ultimi anni.
Noi ti contestiamo le contraddizioni tra il tuo dire e il tuo agire.
Noi ti contestiamo.
Che ti piaccia o no delle tue giustificazioni non sappiamo che farcene.