PREMESSA:
 
P.E.S. o Fifa? Fifa o P.E.S.? Umpf, da un po' di tempo a questa parte sembra che la storia dei videogiochi sia stata caratterizzata solo da questi due brand (escludendo, nel caso si sia appassionati di management e tattica, Football Manager)…
 
Naturalmente, niente di più falso: in ormai poco più di trent'anni, infatti, tantissimi sono stati i giochi che hanno saputo entusiasmare generazioni di videogiocatori appassionati di console e PC; la suddetta rubrica, pertanto, si pone come obiettivo quello di informare su alcuni tesori capaci di offrire emozioni indelebili (oltre a fare da apripista a giochi oggi ben più titolati)…
 
Premesso che quest'iniziativa non mira ad un riepilogo di grandi successi del passato in ordine tassativamente di datazione, kalunaat parlerà per voi di quei titoli che hanno segnato la sua vita, a cominciare da un gioco uscito in esclusiva per una console Nintendo non proprio fortunatissima (il N64), ovvero I.S.S. 64
 
RECENSIONE:
 
Forse non tutti lo sanno, ma Konami, software house oggi acclamatissima con P.E.S., negli anni passati sviluppò giochi di calcio sotto un altro marchio che è appunto I.S.S., brand esclusivo per le console Nintendo dalla seconda metà degli anni '90 fino ai primi anni del secondo millennio…
 
E, diciamocela tutta, questo gioco fu veramente uno dei fiori all'occhiello del Nintendo 64, dal momento che I.S.S. 64 sapeva offrire una grafica, un sonoro ed una giocabilità che definire eccezionali è dir poco…
 
Ma andiamo con ordine: in I.S.S. 64 il giocatore ha la possibilità di cimentarsi alla conquista della Coppa del Mondo oppure di una vera e propria Lega tra le varie nazionali di tutto il mondo a mo' di campionato; per fare ciò, una volta selezionata la propria squadra, sarà necessario impostare tutta una serie di parametri, dalla formazione fino al modulo di gioco (adoravo il 5-2-3, lo ammetto) e alla tecnica di gioco (memorabili le All Defensive, All Offensive, Press Up e Counter)…
 
La varietà di opzioni era per l'epoca davvero notevole: a fronte di scelte tradizionali quali il livello di gioco (qui ve ne sono cinque), vi sono opzioni sui replay e sulle diverse inquadrature del campo, queste ultime possibili grazie ad un motore 3D estremamente potente…
 
Ma il non plus ultra di questo software era la giocabilità: i controlli sono immediati, la goliardia nel fare un gol o nello spaccare la faccia al portiere avversario bastardissimo prima di un rinvio venendo solo ammoniti (!), utilizzare una tattica Press Up facendo falli in continuazione (gli unici falli fischiati erano quelli da dietro) non hanno prezzo, neppure a quasi quindici anni di distanza; aggiungiamo poi a tutto ciò le più svariate modalità di festeggiamento di un gol (si va dal neonato da cullare inventato dai nazionali brasiliani arrivando al mitico "trenino" dei giocatori del Bari) e succosi extra come le selezioni dei più importanti giocatori del mondo e dei vari continenti (da affrontare una volta vinto la Lega mondiale) e capirete perché questo titolo merita di rientrare nel gotha dei videogames dedicati al football (o soccer che dir si voglia)…
 
Difetti assolutamente marginali come la mancanza di licenze ufficiali e la mancanza di una modalità on-line non scalfiscono minimamente la qualità di questo prodotto…
 
Alla prossima per un'altra recensione…