Parola mia, se questo non è stato il titolo calcistico da me più amato dell'epoca 8 bit, beh, ci manca proprio poco…
 
Sviluppato da Microprose (all'epoca una delle software house più dinamiche) e riproposto qualche anno dopo in versione budget da Kixx, Microprose Soccer è giocabilità ed immediatezza allo stato puro…
 
Godendo di una visuale dall'alto a volo d'uccello (quella per intenderci diventata famosa con giochi come Kick Off e Sensible Soccer), il giocatore può cimentarsi o nel mondiale o in una lega con tanto di livello di difficoltà crescente (si passa dal livello più basso costituito dalla nazionale dell'Oman fino al Brasile); in quest'ultimo caso,  è anche possibile impostare tutta una serie di parametri come nome della squadra, colore della maglia e così via…
 
Al di là di una frenesia senza eguali (praticamente i falli non esistono!), questo gioco annovera features quali la variabilità delle condizioni atmosferiche, tiri ad effetto, pallonetti e rovesciate, cose assolutamente avveniristiche per l'epoca…
 
Il parco nazionali da poter scegliere, inoltre, è davvero di prim'ordine, dal momento che questo include non soltanto le nazionali più rappresentative (Brasile, Italia, Argentina, Germania Ovest, Olanda ed URSS, vere e proprie teste di serie nei gironi dei mondiali), ma anche realtà di altri continenti consolidatesi nel corso degli anni, come Giappone, Camerun, Australia, Stati Uniti e via dicendo, per un totale di oltre 30 differenti nazionali…
 
Ripensando a partite all'overtime a dir poco infinite, ad autoreti segnate durante la pioggia da difensori in scivolata, a tutti i gol in diagonale e ai tentativi di segnare dopo qualcosa come 5 o 6 respinte consecutive da parte del portiere avversario, come non consigliare questo capolavoro?
 
P.s: Microprose lanciò sul mercato anche Indoor Soccer, una variante di Microprose Soccer basata sul calcio a 5 con squadre collegiali americane; un titolo, questo, dalla giocabilità molto più tosta rispetto a Microprose Soccer