Ormai quando in Italia si parla di calciomercato il Milan viene relegato nelle fasi finali, appena prima di Fiorentina e Roma, ma, penso, solo per palmares e storia, non per l'interesse che le pseudo trattative della pseudo società di via Turati stia intraprendendo.

Regolarmente sentiamo nomi di giovani più o meno promettenti provenienti dal Sud America accostati a quello della nostra società e ancora più regolarmente sentiamo smentite che arrivano dalla stessa con la stessa identica scusa: costa troppo per il nostro budget.

Ancora più regolarmente sentiamo l'ennesima palla che "prima di acquistare bisogna vendere".
E qui gli incredibili esperti di mercato del Milan si riescono a superare: vendono Storari alla Juve per 4 Milioni a titolo definitivo e riescono a prendere Amelia, in prestito con diritto di riscatto della META' del cartellino.

Sinceramente il mio interesse, che in estate comunque non è mai altissimo sta scemando.
L'economia la devo studiare già obbligatoriamente a scuola, sentir parlare solo ed unicamente di bilanci e debiti  quando si parla di Milan mi stanca, mi urta i nervi.
A qualunque livello le società di calcio sono sempre e comunque in perdita.
Il calcio è una passione, le società di calcio sono diverse da qualsiasi altra società.
In più sentir parlare da veri e proprio mendicanti da una società comandata dal 3° uomo più ricco d'Italia e vergognoso e ridicolo, soprattutto perchè viene presa in giro la nostra intelligenza.

E sinceramente gente che sopporta sacrifici economici veri per seguire la squadra sia in televisione, sia allo stadio, non si merita questo.
Ma ormai noi milanisti ci stiamo talmente abituando a queste schifezze che saremmo, quasi, pronti anche a sopportare una squadra dichiratamente inferiore alle top italiane (lo siamo già infatti!), solo ed unicamente se dichiarato e chiarito anche dalla società.

Chiarezza, chiarezza e chiarezza, non sembra così difficile. Invece ci troviamo al 22 Giugno senza allenatore, senza strategie per il mercato e senza idee, ma con un presidente che "sarebbe disposto ad investire per un grande campione che potrebbe fare la differenza…"

Stiamo allegri…(ogni riferimento è puramente casuale…)