Qualche cosa si sta muovendo. Resta da capire se la direzione sia quella giusta. Il dubbio che si tratti del solito mercato asfittico rimane forte, ma in tempi di carestia si è disposti anche ad accettare un giro di portieri.

Italia – Slovacchia. Ad inizio Mondiale ero certo che l’Italia sarebbe passata, ma uscita poi abbastanza in fretta, data la mediocre consistenza della squadra. Dopo il Paraguay mi ero illuso che la squadra fosse competitiva. Dopo la Nuova Zelanda, l’opinione cambia. Penso ancora che la squadra sia discreta, in grado di qualificarsi e giocare ad armi pari un eventuale ottavo di finale con l’Olanda, ma la totale assenza di giocatori e giocate risolutive mi porta anche a dubitare realmente delle possibilità di vincere con la Slovacchia. Per vincere un Mondiale non basta il gruppo, servono i campioni. L’Italia del 2006 è stata gruppo, ma con individualità che poi non si sono mai più espresse a quei livelli: Buffon, Cannavaro, Zambrotta, Materazzi, Pirlo, Gattuso, in parte Del Piero e Totti. Su questa ossatura di campioni (magari non fuoriclasse, ma campioni sì) si sono cementati Grosso, Iaquinta, Perrotta ecc. L’Italia attuale è piena di comprimari e gregari, ma priva di campioni.

Milan. Oggi, dopo un paio di settimane, spendo due parole sul Milan: facciamo cagare! Ok, mi sembrano due.

Si viene… Marco Amelia (1982). Portiere che in età giovane sembrava poter avere un buon avvenire ed un ottima carriera. Si è dimostrato un portiere solamente discreto, ma di affidamento. Speriamo che al Milan possa raggiungere maturità e consapevolezza, perché a mio parere sarà lui il portiere titolare. Abbiati mi pare fragile sia mentalmente sia fisicamente.

Si va… Marco Storari (1977). Poteva essere portiere del Milan per qualche stagione. Dopo un lungo tour in prestito, si è felicemente radicato tra i pali rossoneri. Poi uno sciocco “colpo dello scorpione” in allenamento e addio. Bravo, ma non mi mancherà.

Acquisti mondiali. Questi mondiali sono abbastanza una pena. Partite scialbe, molti errori e pochi giocatori in vetrina. Qualcuno mi ha comunque favorevolmente impressionato. Tre nomi su tutti: Vladimir Stojkovic (portiere della Serbia), Mesut Oezil (centrocampista della Germania – giocatore che non scopro certo io, ma che mi sembra stia diventando un campione vero) e Luis Suarez (attaccante Uruguay).

Domanda per i lettori. Ho letto di quanto è successo in seno alla Francia (godo!). Ho letto delle difficoltà caratteriali e ambientali di Gourcuff. Ho visto le prestazioni del francesino. Ho seguito l’ultima stagione di Yoann. Insomma, spero sia chiaro a tutti che Ancelotti non era proprio così scemo…