E' semplicemente pazzesco. Siamo arrivati al punto che non posso più neppure permettermi, non dico di esternare, anche di pensare ad una qualsiasi previsione calcistica che accade l'esatto contrario. Per cui comprenderete se sono un pò restìo ad esprimere opinioni ultimamente.

Scrivo che asfaltiamo il Varese (dico: cazzo, vado sul sicuro) e ne becchiamo due; scrivo che in settimana Dinho e Rinho faranno le valigie e, tempo uno o due giorni, giungono le loro conferme. La mia opinione è che ci leggano e vi sia in atto un diabolico tentativo per delegittimare la mia autorevolezza.

Scherzi a parte: ho tentato di spiegarmi la sequela di prolungamenti e spalmature in cui Adrianone si è lanciato negli ultimi giorni, in barba all'annunciata svolta di orientamento giovanile ribadita peraltro anche nell'ormai storico show presidenziale durante il raduno.

Mi si chiederà perché perdo tempo a tentare di darmi spiegazioni del genere. Risponderò che sotto l'ombrellone non c'è un cazzo da fare. E che – giacché i sogni estivi di cui hanno diritto  tutte le tifoserie in astinenza da pallone  ci  vengono negati da anni da questa società – a noi milanisti non resta altro da fare che porci domande.

Dicevo, ho tentato di spiegarmi. Ma non sono stato in grado di farlo. Leggo che queste operazioni comporterebbero maggiori probabilità di  cessione di giocatori che altrimenti, con i contratti pre-spalmatura, non avrebbe voluto nessuno;  ma la spiegazione non mi convince, poiché non ho la sensazione che il Milan sia intenzionato a privarsi veramente di qualcuno. Inoltre ho sempre ritenuto questa dirigenza, anche nel suo periodo di massimo fulgore, abile a comprare disponendo di tanto denaro ma scarsa e soprattutto intempestiva (talvolta anche incapace) nel vendere (buuhh, brusìo di disapprovazione degli estimatori) (che sono sempre di meno ma ci sono).

Leggo anche che tali operazioni alleggerirebbero il bilancio di quest'anno, per cifre non trascendentali ma sufficienti per consentire di effettuare qualche mossa di mercato (più verosimilmente una, perché si sa, noi siamo sempre apostocosì), più che altro per accontentare il tecnico il quale, come farebbero tutti coloro che capiscono un minimo di calcio, gradirebbe qualche innesto, per la precisione un centrocampista in più (ma adesso che Gattuso resta è probabile che Acciuga debba nuovamente mettersi a tacere, leccarsi le ferite dovute alle due pappine varesine e lavorare sodo che ce n'è un gran bisogno). Ma anche qui sono perplesso: a parte il fatto che le cifre risparmiate con le spalmature non mi paiono chissà cosa, la mia impressione è che, denaro a disposizione o no, questa dirigenza non abbia mai avuto intenzione di fare assolutamente nulla già in partenza, sia in uscita sia in entrata.

Insomma, ciò che leggo in giro mi convince poco. Si accettano volentieri ulteriori opinioni. Anche perché non posso rispondere sempre le solite due o tre cagate ai vicini d'ombrellone interisti e juventini che mi domandano abbozzando un odioso sorrisetto ironico : "Che cavolo state combinando?"