Due titoli in uno per questo post, dovuti a quanto verificatosi a Montecarlo con i sorteggi dei gironi di Champions League; soffermiamoci su di essi (titoli e sorteggi):
 
1) CHE DUE… COJONES: 


Ovviamente, non fai in tempo ad essere contento per la dipartita (calcisticamente parlando) del demonio Mourinho che questi torna ad infestare la nostra vita, stavolta allenando le merengues
 
Se il Real può farmi paura ma fino ad un certo punto, so per certo che LUI il valore aggiunto lo può fare, eccome se può; il mio ricordo va all'esaltantissima vittoria dei nostri al Bernabeu lo scorso anno, un'impresa che, con questo disgraziato d'un portoghese che non perde una partita in casa da qualcosa come sette anni, difficilmente potrebbe ripetersi…
 
Sarebbe bello se Allegri, dopo aver scippato la panchina d'oro lo scorso anno proprio al lusitano, lo sputtanasse anche sul campo, ma qui mi sa che inizio a pretendere un po' troppo; vero è che Mourinho, anche lo scorso anno, non entusiasmò appieno nel girone eliminatorio, ma, parlandoci francamente, come avversario di seconda fascia, poteva andarci meglio, molto meglio…
 
2) IL NOSTRO FUTURO AFFRONTERÀ IL SUO PASSATO?

La notizia è già di per sé incredibile: il Milan sta facendo parlare di sé… in termini di mercato!!!
Sì, sì, si parla proprio del Milan, di quella squadra che non può (o vuole) spendere, del bilancio da salvaguardare, dei tempi che sono cambiati ecc; ebbene, questo Milan sembra ormai in dirittura d'arrivo nell'acquisto di Zlatan Ibrahimovic, giocatore svedese con un passato nel nostro campionato in due delle squadre non propriamente più amate dai più qui a Screwdrivers
 
Ora, non ho molto d'aggiungere a quanto commentato dai più in questi giorni, certo però che far tornare il blog a parlare di calcio lo trovo positivo…
 
Qualora Ibracadabra arrivasse, si ritroverebbe a giocare in Champions contro il suo passato, quell'Ajax (estratto nel nostro girone tra le squadre di terza fascia) forse non più squadra tosta come lo era nei decenni passati ma, senza dubbio, un club sempre dal grande nome e blasone; se parliamo di ricordi legati a questa compagine, beh, alcuni sono pessimi (finale di Champions 1994/95), altri notevolmente migliori (Milan-Ajax quarto di finale dell'edizione di Champions 2002/2003, con il più volte mancato pallone d'oro a crearci diversi problemi)…
 
Il recente passato, relativamente al nostro ultimo incrocio con questi olandesi, meglio di come finì non poteva andare: che il nostro futuro attaccante possa farci sognare, magari con un bel gol contro i suoi ex (e sarebbe anche ora che segnasse, almeno in Europa)? Che un nuovo ciclo possa scaturire dal passato, come già accaduto in più occasioni? Sperare non fa mai male…

 
3) ALTRE CONSIDERAZIONI:
 
Come avversario di quarta fascia, manco a dirlo, c'è capitato quello potenzialmente più rognoso, ovvero i francesi dell'Auxerre; tra Real, Ajax e Auxerre non si poteva chiedere di meglio… in termini di sfiga
 
All'Inter, sulla carta, non sembra essere andata molto meglio di noi, con Werder Brema, Tottenham e gli olandesi del Twente…

Per me la squadra di Benítez può fare bene; certo la concentrazione, in partite dal numero ridotto come quelle di Champions, dovrà sempre essere alta, ma, insomma, né i tedeschi né gli inglesi sono due formazioni che mi fanno venire i brividi al solo sentirle nominare, soprattutto se paragonate al Chelsea, all'Arsenal, al Manchester United o al Bayern Monaco
 
I bavaresi citati nella riga soprastante si sono beccati la terza ed ultima formazione italiana presente nella massima competizione calcistica continentale (la Roma), tuttavia, sul girone dei giallorossi, non mi voglio dilungare più di tanto: guardate da chi è costituito  e poi ditemi voi…