Nel giorno del compleanno del presidente-ombra, ritengo sia doveroso dare la nostra fiducia al governo Allegri. La partita di ieri sera non sarà stata magica o spettacolare, ma è stata caratterizzata da un’onesta e dignitosa prestazione, forse al di sopra delle mie aspettative. La grande corsa, l’indubbia freschezza e la gioventù dell’Ajax, alla resa dei conti, hanno prodotto il gol, tanta apprensione, ma poco altro. Al contrario il nostro gioco a scartamento ridotto, divenuto all’improvviso più verticale, non “palla lunga e pedalare” come definito da molti, ha generato 3 – 4 palle gol nitide con esiti rivedibili.
 
Cosa è andato: Thiago Silva è stato superlativo, da solo ha tenuto insieme una difesa sotto pressione con un Nesta sottotono e due terzini non sempre capaci di reggere l’urto di Suarez, peraltro grandissimo giocatore di poco superiore al suo sodale El Hamdaoui. Ibrahimovic, 3 gol in 2 partite di Champions bastano a scacciare qualunque dubbio sulla sua classe, la sua utilità e la sua cattiveria agonistica. Speriamo che si confermi anche nell’eventuale prosieguo dell’avventura europea. La coppia Pirlo-Seedorf affiancata da due incontristi assume completamente un altro significato. Rimango dell’idea che sia preferibile averne in campo solo uno dei due, ma ieri sulla loro prestazione ho ben poco da obiettare.
 
Cosa non è andato: il risultato non può soddisfare, servivano i 3 punti, anche alla luce della vittoria del Real in Francia. L’Ajax è ora atteso dal doppio impegno con l’Auxerre, noi dal doppio con i Mourinho-boys con prima manche a Madrid. Obiettivo minimo 3 punti, 4 sarebbe meglio. Flamini, voglio molto bene a questo ragazzo, ha enormi potenzialità, tante attenuanti, ma ieri non ha inciso in nessun modo sulla partita. Ha corso tanto, molto a vuoto e preso il solito giallo dopo 30 minuti. Con lui si rischia sistematicamente l’inferiorità numerica. Ragazzo mio, cresci! Robinho, lungi da me la volontà di bocciarlo subito. Ha gambe, corsa e volontà. E’ migliore di Ronaldinho in fase difensiva ed anche in fase di interdizione (forse!), ma un gol come quello di ieri proprio non puoi sbagliarlo. Proprio no.
 
Sabato si va a Parma, è una partita che per molteplici ragioni non si può assolutamente sbagliare. Il risultato della stessa lo scopriremo sin dalle 20.40 alla comunicazione delle formazioni ufficiali. Leggendo il nostro centrocampo, sapremo anche il nostro risultato.