112 3 minuti 12 anni

Parma-Milan 0 a 1, rete fantastica di un Pirlo mostruoso. Abbiamo undici punti, abbiamo appena conquistato un primato (che verosimilmente nella giornata di oggi restituiremo a qualcun altro ma fa niente, siamo nel gruppone che conta). Inoltre siamo in piena corsa per la qualificazione agli ottavi di Champions.

Questa è la realtà. Chiara, inoppugnabile. Eppure c'è una parte considerevole del popolo cacciavite che rompe i coglioni all'allenatore.

Che ci sta, per carità, ciascuno la vede a modo suo. il calcio, oltre ad essere uno sport spettacolare, deve molto del suo successo al fatto che dentro ogni appassionato, sotto sotto, si annida la certezza di essere un piccolo mago del mercato o della panchina.  

Un buon numero di cacciaviti in questo momento si  è messo in testa di rompere i coglioni, difficilmente cambierà idea. Sarà l'astinenza da vittorie che dura ormai da troppo tempo, per lo meno per come siamo stati abituati nell'ultimo ventennio; oppure saranno 'ste cazzo di console che, oltre a bruciare  giovani cervelli, insinuano l'assurda convinzione che cacciare in panchina Clarence in una simulazione videoludica comporti le stesse difficoltà del farlo nei riguardi di un Clarence in carne ed ossa.

Fatto sta che, sin dalla prima giornata, dopo che Silvietto ha ricucito i rapporti con i tifosi-elettori con due acquisti  ottimi ma non sufficienti, per sedicenti blog di successo (su cui mi sono già negativamente espresso) e molti tifosi il bersaglio è diventato il povero Acciuga.

Lo scenario attuale è il seguente: un allenatore giovane, ambizioso, bravo, che dovrebbe lavorare in pace, di cui si dovrebbero tollerare gli errori ( o meglio: di cui si dovrebbero tollerare quelli che si ritengono errori); una parte della tifoseria che gli rompe i coglioni così, senza motivo apparente, in  una sorta di delirio autolesionistico che trovo sconcertante.

Neppure io sono d'accordo con qualche mossa di Acciuga, ci mancherebbe, un piccolo, presuntuoso, aspirante allenatore alberga anche in me, sennò che tifoso sarei? Anche io quindi, ieri sera, ad inizio partita mi sono domandato con una punta di stizza: perché Clarence e non Boateng, cazzo? Mi ha risposto Zorro Boban, uno che in materia di movimenti a centrocampo qualcosa sa: "Boateng è bravo, ma fa un pò come gli pare in mezzo al campo. Deve ancora lavorare per imparare a muoversi col resto della squadra."

Tieni e porta a casa  Marcovan, allenatore di 'sta cippa.
 

112 commenti su “HANDS OFF ACCIUGA

  1. eh betis, lo zio sa tutto.

    se questo blog non è mai come lo volevi tu
    se ti vien voglia di trollare e non fermarti più

    QUEL TROLL E' UN ANIMALE
    TROLLA COME NON CE N'E'

    LA SUA TROLLATA E' MICIDIALE
    CHE TI PRENDE CHE TI PORTA VIA CON SE

    NON CHE NON SMETTE DI TROLLARE FINO A QUANDO NON SARA'
    INSULTATO E DERISO DA TUTTO IL BLOG…UUUH!

     

  2. in effetti se gli fate pure i jinlge (si scriverà così?bha..) poi lui insisterà…

    cmq buona partita ieri sera..ci siamo divertiti un po', e stranamente quel bar era mezzo e mezzo, quando di solito è 80% interisti..
    c'è da dire che molti pro-juve che si sono alzati al gol,poi annullato, erano milanisti anti-inter..
    buone occasioni, risultato giusto, x classifica, fantacalcio 🙂 e un po' tutto..

    su krasic vs robinho io non saprei..
    krasic è un'ala di centrocampo, e come ala va benone (adesso) e bene in generale.
    corssa come nessuno sa fare al milan, punta e salta l'uomo, e fa buone incursioni (a cagliari lo sanno bene..)
    binho è un'ala d'attacco..non punta la fascia x arrivare a crossare, ma cerca di partire largo per accentrarsi e mirare l'area..
    sono giocatori differenti, secondo me poco paragonabili. e nel gioco del milan, krasic non ci stava..

  3. Alcuni voci non confermate, provenienti da siti vicini al Manchester United, vedrebbero Sir Alex Ferguson interessato alle prestazioni del terzino Bruno Montelongo. Il 23enne, giunto in prestito dal River Plate di Montevideo, sarebbe visto come un possibile sostituto per la fascia destra, dopo le buone impressioni destate in Uruguay. Il giocatore, a segno con la Primavera la scorsa settimana e ancora in attesa dell'esordio in prima squadra, andrebbe a concedere fiato all'esperto Gary Neville: il prezzo ipotizzato per l'operazione sarebbe di 8 milioni di sterline, ma per i britannici resta il dubbio riguardante l'eventuale possesso da parte del Milan di una opzione con priorità per l'acquisto definitivo. Secondo i rumors inglesi, gli scout del Manchester lo starebbero monitorando con attenzione per prendere una decisione definitiva a riguardo di questa operazione.

    …questa è una bufala x far sembrare il ns acquisto misterioso forte o abbiam ofatto x davvero un colp decente anche dietro, dopo i vari grimi, oniewu, cardacio e compagnia cantante?

  4. La Juventus fino al centrocampo è, secondo me (come si evinceva dalle mie pagelle di inizio stagione), una squadra che se la può giocare. L'attacco è però improponibile per puntare ai grandi obiettivi. In prospettiva futura, se aggiunge almeno un fuoriclasse davanti, se recupera il miglior Buffon e se migliora sulle fasce laterali, può tornare pericolosissima. Non in questa stagione, dalla prossima.

    Krasic vs Robinho. Oggettivamente il serbo ha fatto decisamente meglio del brasiliano in queste prime apparizioni e non di poco, di gran lunga meglio. Sono giocatori diversi quindi è difficile dire chi andava preso tra i due, dipende anche da come vuoi giocare. Secondo me per il 4-3-1-2 l'acquisto di Robinho si rivelerà più utile, diamogli tempo di recuperare una condizione fisica accettabile. Non è scarso.

    Detto questo io Benitez non lo capisco proprio. L'avrebbe vinta facilmente, a mio giudizio, se avesse lasciato Eto'o punta centrale, mettendogli dietro Sneijder-Coutinho, una volta uscito Biabiany. Perché ostinarsi a giocare col 4-2-3-1 mettendo centrale un improponibile Milito e togliendo Eto'o da quella posizione? Guarda caso da quel momento lì c'è stata addirittura più Juve che Inter con Bonucci-Chiellini che son tornati a respirare. Fare un punto in due partite con questa Roma allo sbando e questa Juventus senza attacco e non segnando è veramente poco, troppo poco per una squadra come l'Inter. Ovviamente contentissimo di ciò eh!

    Comunque il pareggio era quello che volevo, risultato perfetto. Due punti guadagnati su entrambe.

    Altra piccola considerazione a modi giochino, senza nessuna pretesa didascalica. Noi abbiamo affrontato: Lecce (8p), Cesena (7p), Catania (8p), Lazio (13p), Genoa (8p), Parma (5p). Abbiamo quindi affrontato squadre che fin qui hanno totalizzato 49 punti.

    L'Inter ha affrontato: Bologna (7p), Udinese (4p), Palermo (8p), Bari (8p), Roma (5p), Juventus (8p). Ha dunque affrontato squadre che fin qui hanno totalizzato 40 punti.

    Premesso che potrei aver fatto errori di calcolo così come errori sul calendario dell'Inter che prego, nel caso, di correggere: siamo così sicuri abbiano avuto un calendario più duro del nostro? Mi spiego. Non conta solo affrontare squadre che sulla carta hanno più nome o che sono più forti come rosa, conta anche lo stato di forma delle squadre che affronti. E' il concetto di "rosa mobile" che io introdussi nell'altro blog più di un anno fa e che valuta le forze in campo non in maniera "computeristica" ma tenendo conto degli sbalzi di rendimento che degli esseri umani possono avere e degli elementi esterni o interni che possono condizionarne la resa stessa. La Lazio che abbiamo affrontato noi magari tra due mesi si sarà già sgonfiata e sarà più facile da battere ed allo stesso modo la Roma magari sarà rinata tornando un avversario duro. Il Cesena della seconda giornata che ci ha battuto si sta già sgonfiando, piano piano, così può essere che quando l'affronterà l'Inter non avrà lo stesso piglio di quando l'abbiamo affrontato noi. Non so se sono riuscito a rendere il concetto che volevo esprimere. Se riceverò repliche del tipo, "adamos ma che cazzo dici?? Dici che affrontare Cesena e Lazio è più dura che affrontare Roma e Juventus?? Hai ancora il fegato a zampogna per il triplete dell'anno passato vecchio mio!", significherà che non sono riuscito a spiegarmi bene anche perché io non ho detto niente, semplicemente ho posto un quesito.

  5. Assolutamente no Elbonito, non possiamo farne a meno se ha la voglia di sacrificarsi e di correre, cose che sono richieste dal ruolo di trequartista. Se Ronaldinho mostrerà sempre quella disponibilità, e posto che la strada del 4-3-1-2 è quella tracciata, il posto da uomo dietro le punte sarà suo. Ho qualche dubbio che possa esprimersi sempre così, specialmente con squadre diverse dal Parma, ma sono sicuro che Allegri saprà scegliere, di volta in volta, la soluzione migliore.

  6. adamos, ti sei spiegato bene, lo pensavo anch'io..
    affrontare il parma sabato o 2 settimane fa, con giovinco e galloppa, non era la stessa cosa.
    idem il cesena della 2° e della 10° giornata non sarà uguale..

    però dai, ok la forma, ma il cesena resta il cesena. bogdani non diventa ibra x una notte. e la roma/juve, restano pur sempre roma/juve.
    per cui rosa mobile ok, ma se son da battere, si battono.
    non li si asfalta, come milan-lecce o inter-bari, am si vincono quella partite…

    OT: quando smetteranno di far giocare de jong?

  7. adamos, ti sei spiegato bene, lo pensavo anch'io..
    affrontare il parma sabato o 2 settimane fa, con giovinco e galloppa, non era la stessa cosa.
    idem il cesena della 2° e della 10° giornata non sarà uguale..

    però dai, ok la forma, ma il cesena resta il cesena. bogdani non diventa ibra x una notte. e la roma/juve, restano pur sempre roma/juve.
    per cui rosa mobile ok, ma se son da battere, si battono.
    non li si asfalta, come milan-lecce o inter-bari, am si vincono quella partite…

    OT: quando smetteranno di far giocare de jong?

  8. adamos, ti sei spiegato bene, lo pensavo anch'io..
    affrontare il parma sabato o 2 settimane fa, con giovinco e galloppa, non era la stessa cosa.
    idem il cesena della 2° e della 10° giornata non sarà uguale..

    però dai, ok la forma, ma il cesena resta il cesena. bogdani non diventa ibra x una notte. e la roma/juve, restano pur sempre roma/juve.
    per cui rosa mobile ok, ma se son da battere, si battono.
    non li si asfalta, come milan-lecce o inter-bari, am si vincono quella partite…

    OT: quando smetteranno di far giocare de jong?

  9. adamos, ti sei spiegato bene, lo pensavo anch'io..
    affrontare il parma sabato o 2 settimane fa, con giovinco e galloppa, non era la stessa cosa.
    idem il cesena della 2° e della 10° giornata non sarà uguale..

    però dai, ok la forma, ma il cesena resta il cesena. bogdani non diventa ibra x una notte. e la roma/juve, restano pur sempre roma/juve.
    per cui rosa mobile ok, ma se son da battere, si battono.
    non li si asfalta, come milan-lecce o inter-bari, am si vincono quella partite…

    OT: quando smetteranno di far giocare de jong?

I commenti sono chiusi.