Che cosa mi riporta alla mente quel Milan-Samp di dodici anni fa? Di certo il più entusiasmante scudo vinto nell'era Berlusconi. Entusiamante per tanti motivi: perché inaspettato (no dico, sapete chi c'era in rosa?: Ibou, Ganz, Sala, Guly...); perché vinto da un tecnico comunista, alla faccia del proprietario; perché conquistato dopo un'incredibile rimonta (a sette giornate dal termine ci trovavamo in ritardo rispetto alla Lazio capolista di qualcosa come sette/otto punti) (le correzioni da parte dei soliti pignoli sono ben accette). Da notare la bellezza dei capelli dell'autore del magnifico gol su punizione.

Stasera gradirei non soffrire come in quel Milan-Samp di dodici anni fa, grazie…