Ritorno al gol del Papero...

Il Milan, non senza fatica, piega per 2-1 il Novara a san Siro nel turno unico degli ottavi di Coppa Italia, accedendo ai quarti dove se la vedrà con la Lazio (sempre a turno unico). Partita non brillantissima da parte dei nostri, passati in vantaggio al 23′ con il Faraone El Shaarawy ma raggiunti a pochissimi minuti dalla fine da una punizione di Radovanovic. Si va così ai supplementari, con un Milan molto più combattivo rispetto al secondo tempo regolamentare. Il pressing è massiccio e si ritorna in vantaggio al 99′ con Pato, che viene ottimamente servito (anche se in posizione dubbia), scarta il portiere ospite Fontana ed insacca. A nulla serve la reazione nei minuti conclusivi degli ospiti, il risultato non cambierà.

Partita a tratti noiosa e soporifera, con i nostri che cercano di risparmiare forze pur con un solo gol di vantaggio. Inzaghi si sbatte davvero molto per tornare ad un gol che ormai gli manca da più di un anno, corre, lotta, sa sempre tenere in apprensione la difesa piemontese ma nulla; al 58′ Superpippo viene rilevato da Pato. Francamente, avrei davvero gradito la permanenza di Pippo per tutta la partita, ma alla fine il cambio ha fatto la differenza per cui legittima la scelta di Allegri nel sostituirlo.

Il Papero non sembra sulle prime incidere più di tanto (troppe le punizioni sconclusionate); l’impegno c’è così come c’è qualche buon fraseggio, ma sarà soltanto nei tempi supplementari che si sveglierà. Ottimo il Faraone con un gol davvero pregevole, bene Mexes con diversi disimpegni in difesa ed un bentornato anche al giovane Merkel (ripreso dal Genoa). Luci ed ombre per Emanuelson, bene Amelia anche se forse non troppo reattivo sul gol subito, accettabile il rendimento degli altri; tonico anche Robinho, che dà il cambio ad Urby e che colpisce anche un palo.

La partita, come detto, non è stata di quelle trascendentali, ma era tutto sommato importante rispondere in qualche modo dopo il brutto derby di domenica scorsa, andando avanti in un torneo comunque alla nostra portata. Ciò che preoccupa, però, sono i diversi acciacchi ed infortuni che hanno colpito alcuni nostri giocatori verso la fine di questo match (Pato, Ambrosini, El Shaarawy); speriamo davvero che l’infermeria non s’infoltisca come ad inizio stagione, sarebbe davvero un brutto guaio.

Ora, ironia della sorte, ancora il Novara, questa volta in casa loro. Rimbocchiamoci le maniche e pedaliamo.