SALA D’ATTESA – 3/4 in attesa del Milan

..quelli che mancano e sanno mancare..

Comincia il mese di fuoco: alla domenica campionato, in settimana Coppa Italia, campionato, Coppa Italia, Champions. 4 settimane, 7/8 partite, tutte di un discreto livello tecnico, perchè in campionato, dopo il Cagliari, si ricomincia con Lazio, Napoli e Udinese.
Cosa non da poco, dovremo affrontarle pressochè tutte senza Aquilani, Boateng e Pato. Se dell’abulico attaccante abbiamo parlato a più non posso in questi giorni di calciomercato, dei due centrocampisti se ne è parlato meno, ma la loro assenza peserà molto di più di quella del Papero. Speriamo che il Mister non si inventi strane cose, ma prenda atto dei segnali arrivati nelle ultime partite sullo stato di forma, nonchè sulla posizione migliore in campo, di alcuni giocatori.

Giaccherini-Del Piero, grandi protagonisti della serata

   Dicevamo quindi che sto giro tocca alla Coppa Italia. Siamo ai quarti di finale, che vedono tre sfide molto interessanti tra squadre di alta classifica e una quarta con meno appeal, ma equilibrata anche quella.
Ieri sera si è giocata la prima, Juve – Roma: Luis Enrique voleva fare lo scherzetto ai gobbi, diventando il primo a batterli in stagione, ma è uscito dallo Juventus Stadium con la coda tra le gambe e 3 pere in saccoccia. Netta superiorità della juventus, che si porta in vantaggio dopo 10 minuti con Giaccherini (secondo gol di fila), e chiude il primo tempo sul 2-0 con uno splendido gol del capitano bianconero, uno di quelli “alla Del Piero“: palla a girare sul secondo palo che sbatte sulla parte inferiore della traversa ed entra in rete. Secondo tempo senza particolari emozioni, perchè la Roma non riesce a creare pericoli seri a Storari, complice il folle calcio rifilato a Chiellini da Lamela, che costa l’espulsione al giallorosso. Juve che chiude la partita al 90° con l’autorete di Kjaer (chiamato ignobilmente KEAR per tutta la partita) che fissa il punteggio sul definitivo 3-0 .

Oggi altre due sfide. Nel pomeriggio (ore 17.30) si giocherà Siena – Chievo, che si sono qualificate battendo rispettivamente Palermo e Udinese: quarto di finale un po’ atipico ma comunque interessante perchè sulla carta le due formazioni si equivalgono. In serata (ore 20.45), invece, sfida decisamente di portata più interessante: al San Paolo va in scena Napoli – Inter, coi nerazzurri che vogliono vendicare il 3-1 subito in campionato pochi mesi fa. Si prospetta una partita intensa con l’Inter (battuto il Genoa negli ottavi) in un ottimo periodo di forma e il Napoli (che ha sconfitto il Cesena) che non vuole rinunciare a questa competizione.

Domani sera, invece, a San Siro scenderanno in campo per l’ultimo quarto Milan e Lazio. Rossoneri che agli ottavi hanno superato il Novara ai supplementari, biancazzurri che hanno eliminato (non senza fatica) il Verona. Pare che, stavolta, di turnover ce ne sia poco per entrambe le squadre. A centrocampo noi siamo un po’ contati, potrebbe trovare spazio Merkel (e seedorf?), in avanti probabile conferma del trio Binho-El Shaarawy-Ibra. Dietro potrebbero esserci invece dei cambi tecnici per far rifiatare i centrali, con in porta ancora Amelia, dato il mancato recupero di Abbiati.

ancora una volta l'una contro l'altra

APPUNTAMENTI ESTERI: stasera, in Spagna, c’è il ritorno al Camp Nou del Clasico, valevole per i quarti di Copa del Re. Si parte dal 2-1 conquistano dai catalani al Bernabeu, con un Mourinho accerchiato dalla stampa (as usual) con la quale non ha nessuna voglia di parlare, ma stavolta anche con un semi-ammutinamento dello spogliatoio, finora arma vincente della sua carriera. Come finirà? Intanto in semifinale c’è arrivata una squadra di terza divisione, che ha eliminato L’espanyol (forte del 3-2 dell’andata) segnando un gol nel recupero. Per loro, il sogno continua.

.

.

…è già mezzogiorno!Sta uscendo il nipotino dal ‘punto giochi’, lo si sente da qui..