A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Le partite di Venerdì 9 Marzo 2012:
Ore 20:45: Chievo (34) – Inter (37): 0-2
Ore 20:45: Napoli (43) – Cagliari (31): 6-3

Le partite di Sabato 10 Marzo 2012:
Ore 20:45: Palermo (34) – Roma (38):
Palermo (13/8 Palermo – Milan 0-4); Roma (8/8 Roma – Lazio 1-2).

Le partite di Domenica 11Marzo 2012:
Ore 15:00: Atalanta (38) – Parma (30):
Atalanta (12/8 Udinese – Atalanta 0-0); Parma (8/8 recupero Parma – Fiorentina 2-2).
Ore 15:00: Catania (35) – Fiorentina (32):
Catania (13/8 recupero Cesena – Catania 0-0); Parma (8/8 recupero Parma – Fiorentina 2-2).
Ore 15:00: Cesena (17) – Siena (29):
Cesena (13/8 recupero Cesena – Catania 0-0); Cagliari (9/8 Siena – Cagliari 3-0)
Ore 15:00: Genoa (32) – Juventus (52):
Genoa (8/8 Lecce – Genoa 2-2); Juventus (14/8 recupero Bologna – Juventus 1-1).
Ore 15:00: Milan (54) – Lecce (25):
Milan (17/8 Palermo – Milan 0-4); Lecce (13/8 Lecce – Genoa 2-2).
Si era detto e scritto che, psicologicamente, qualche problema l’avremmo creato ai gobbi nel caso di buone prestazioni e risultati. Così è stato. Oggi guardiamo la classifica, finalmente aggiornata e definitiva, e siamo a +2. Pensiamo a noi, e ad affrontare questo sorprendente Lecce, che ha fatto ben 13 punti nelle ultime 8 partite. Vogliono conquistare la salvezza e, osservando i numeri, nel gruppetto in fondo alla classifica sono quelli che lo stanno facendo con più impegno.
A parte il Cesena con 2 punti in 8 gare, ci sono Novara e Inter (si si, proprio loro…) con 5 punti. La media retrocessione è quella.
Giochiamo in casa e di pomeriggio. Facciamo un buon turn over e 3 punti. Non si può pensare, e volere, qualcosa di diverso.
Segnalo anche l’iniziativa, a favore del Sic, che il Milan attuerà sul campo prima del fischio d’inizio.
Ore 20:45: Lazio (48) – Bologna (32):
Lazio (15/8 Roma – Lazio 1-2); Bologna (13/8 recupero Bologna – Juventus 1-1).
Ore 20:45: Novara (17) – Udinese (46):
Novara (5/8 Bologna – Novara 1-0); Udinese (11/8 Udinese – Atalanta 0-0).

Partita da bollino rosso:
Domenica 11Marzo 2012:
Ore 15:00: Genoa (32) – Juventus (52)
La squadra del Papà dei Gormiti fa la battaglia a quella del Nipote della Marmitta Catalitica.
Confido nell’intervento, all’ultimo secondo, anche delle Tartarughe Ninjia per domare i quadrupedi vintage.
La mia speranza è:
Che finiscano poi, la singolar tenzone, nel Torrente Sturla
con un risultato che per i gobbi sia una beffa, una burla.
Se poi un Grifoniano, nella Buffonea porta, la sfera riesce a introdurla,
c’è il sospirato auspicio che il guardalinee, sia reso incapace ad “uscirla”.
Al zebroneo gobbo lamentoso, che la regola sportiva vorrebbe abolirla,
con gioia ed eleganza, gli si conferisca il titolo di Tricotico Pirla.

…così, tanto per dire…

Da alcuni giorni un lamento squarcia la quiete della Valle degli Orti, la Pinetina:
Oriali 1: ‘Tornare all’Inter? Speriamo ma è difficile, qualcuno non mi vuole’
Oriali 2: “Voglio tornare all’Inter, ma è difficile”
Oriali 3: “Io me lo auguro, ma è difficile che avvenga”
Ma con chi ce l’hai? Fai nomi e cognomi. Che fino ad ora hai sempre voluto credere che i gombloddi ci fossero solo nella case degli altri. Poverino.

La commozione regna nel nerazzureo parco dei divertimenti: chi viene sostituito piange, l’allenatore vince e piange. Poverini. Ma teneri.

Meno Conte, più conti: e adesso come la mettiamo? (dal Sole24ore)