A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Sabato 31 Marzo 2012:
Ore 18:00: Catania (42) – Milan (63) (and. 0-4)
Ore 20:45: Parma (32) – Lazio (51) (and. 0-1)
Domenica 1 Aprile 2012:
Ore 12:30: Roma (44) – Novara (24) (and. 2-0)
Ore 15:00: Bologna (36) – Palermo (36) (and. 1-3)
Ore 15:00: Cagliari (34) – Atalanta (43) (and. 0-1)
Ore 15:00: Fiorentina (33) – Chievo (36) (and. 0-1)
Ore 15:00: Inter (41) – Genoa (34) (and. 1-0)
Ore 15:00: Lecce (27) – Cesena (18) (and. 1-0)
Ore 15:00: Siena (33) – Udinese (48): (and. 1-2)
Ore 20:45: Juventus (59) – Napoli (48) (and. 3-3)

La nostra partita:
Ore 18:00: Catania (42) – Milan (63)
Catania (15/8 Napoli – Catania 2-2); Milan (20/8 Milan – Roma 2-1).
La partita di andata, giocata il 6/11/2011 alle 15:00, finì 4-0. Marcatori: Ibra 8’, Robinho 24’, Lodi (A) 69’, Zambrotta 72.
Dopo il turno di Champions eccoci in scena a Catania. La tradizione al Cibali è positiva. Le ultime 3 stagioni si è vinto per 2-0 in tutte e tre le partite. Siamo in perenne e continua rotazione di guariti e malati.
Stavolta rientrano Abate e Merkel, ma mezza squadra è fuori tra infortuni e squalifiche.
La squadra di Montella ha pareggiato con il Napoli al San Paolo, rimontando una partita che la vedeva soccombere di 2 reti. Potevano anche sfangarla quella partita, errori arbitrali l’hanno impedito.
Sono abbastanza pericolosi sulle palle inattive. I loro marcatori sono Lodi 8 gol (6 su rigore..), Bergessio 6, Barrientos e Legrottaglie 4, Almiròn 3.
Il modulo di gioco prevalente è il 4-3-3. All’andata giocarono con un 3-5-2.
Troverei logico far macinare minuti ad Aquilani e verificherei Maxi Lopez facendolo subentrare nel 2° tempo. Che poi, essendo un ex, potrebbe anche decidere di non esultare nel caso segnasse. Dio lo voglia.
Così parlò Allegri:
“Non è nelle caratteristiche del Catania difendersi. Stanno facendo un ottimo campionato perché Montella è molto bravo e ci sono giocatori di grande qualità tecnica come Lodi, Almiron e Izco che abbinano corsa a qualità. Davanti sono molto pericolosi e dietro hanno una buona solidità. Sono in condizioni ottime, noi arriviamo da partite nelle quali abbiamo speso parecchie energie. Sarà dura.
Fisicamente stiamo discretamente bene, domani ho qualche giocatore fresco dal Barça, rienterà Abate. Siamo fiduciosi. Dobbiamo avere cattiveria e la convinzione di essere di fronte ad una gara chiave, simile a quella di Firenze dell’anno scorso
Parlare del Barcellona, però, oggi non serve a niente. E’ più importante quella del Catania, in questo momento.
Pato dovrebbe rientrare domani dall’America, le sue condizioni sono buone, valuteremo una sua disponibilità per martedì.

I convocati:
(Catania) Carrizo, Kosicky, Terracciano, Bellusci, Capuano, Legrottaglie, Marchese, Motta, Spolli, Almiron, Barrientos, Izco, Llama, Lodi, Ricchiuti, Seymour, Bergessio, Catellani, Ebagua, Gomez, Lanzafame, Suazo;
(Milan) Abbiati, Amelia, Piscitelli, Abate, Antonini, Bonera, De Sciglio, Mexes, Zambrotta, Yepes, Ambrosini, Aquilani, Boateng, Emanuelson, Gattuso, Merkel, Nocerino, El Shaarawy, Ibrahimovic, Maxi Lopez, Robinho.
Squalificati: Mesbah, Muntari; Diffidati: Aquilani, Ibrahimovic, Bonera, Seedorf; Indisponibili: Cassano, Strasser, Pato, Flamini, Inzaghi, Van Bommel, Nesta, Seedorf, Roma, Thiago Silva;

…così, tanto per dire…

Muamba su Twitter

Antonio Cassano ha imboccato la strada del ritorno al calcio giocato.
Se ne parlava già in questi giorni, le notizie giravano abbastanza omogenee nel contenuto, quindi era solo questione di aspettare un poco. Bentornato !!
Patrice Muamba non giocherà più, ma è tornato a vivere. In bocca al lupo !!
E un grande in bocca al lupo anche al Capitano dell’Aston Villa, Stiliyan Petrov. Gli hanno diagnosticato una forma di leucemia acuta e, ieri, l’hanno comunicato sul sito ufficiale.
Nulla da fare, purtroppo, per Francesco Mancini, ex portiere del Foggia e collaboratore di Zeman. 43 anni. Un infarto l’ha spento. Ciao

Glasgow Rangers

Sir Alex Ferguson, Mark Hateley, Ray Wilkins, Gennaro Gattuso, Lorenzo Amoruso, Filippo Maniero, Sergio Porrini, Paolo Vanoli, Gordon Durie, Ally McCoist (attuale coach e giocatore simbolo), Graeme Souness, Trevor Francis, Frank e Ronald De Boer,  Brian Laudrup, Tore Andre Flo, Mo Johnston, Dado Pršo… e molti, molti altri.
Hanno in comune la militatanza nei Glasgow Rangers.
Credo che in questo blog parecchi si ricorderanno di alcuni dei vecchi giocatori che ho riportato qui sopra.
Da oggi dovrebbe non esistere più, dunque, la gloriosa Società scozzese. Salvo miracoli dell’ultima ora, dovrebbe essere dichiarata fallita.
Non so di preciso come hanno fatto a finire in quel modo, ma ho trovato delle notizie qui. Penso alla sofferenza che possono provare i suoi tifosi. La Storia dice che sono stati fondati nel 1873. Peccato finire in questo modo, e con nessuno che può/vuole fare qualcosa.
Mi alzo in piedi e applaudo con rispetto. Per la loro Storia

In occasione della 30^a giornata di campionato i capitani delle squadre in campo e gli arbitri entreranno in campo con un fischietto giallo, simbolo della campagna di sensibilizzazione contro la fame nel Sahel (una regione africana) dove è in atto una gravissima crisi umanitaria.
L’iniziativa dell’Associazione Leghe europee di calcio (Epfl) coinvolge oltre 300 club di 16 Paesi.

La FIFA ha deciso che vanno indennizzati alle Società di appartenenza gli infortuni dei giocatori prestati alle rispettive Nazionali.
E’ una decisione importante e accoglie le aspettative di molti Presidenti di Società di calcio. Adrianone mi pare fosse uno dei sostenitori di questa iniziativa fin dai tempi dell’infortunio di Onyewu con la Nazionale Americana. Ora anche i medici dovranno prestare più attenzione a dare l’idoneità. Con ciò vedo all’orizzonte, oltre il solito cazzo di tramonto, problemi legati all’aspetto sanitario. Sarà così ?

E non sia mai che ci dimentichiamo della partita di domenica sera….