SALA D’ATTESA – Fine della storia

Stasera, a scanso di equivoci, sarà assegnato l’ultimo titulo della stagione, per quanto riguarda le competizioni tra club. In programma vi è infatti, al Vicente Calderon di Valencia la finale di Copa del Rey, tra Barcellona e Athletic Bilbao, che replicano la sfida di 3 anni fa, conclusasi 4-1 per i Blaugrana. Ma se i baschi temono il ripetersi del risultato, la comunità madrilena teme il ripetersi di quanto successo al momento dell’inno nazionale, minacciando la sospensione della partita.

Diamo un rapido sguardo a come sono finite le stagioni nei principali Paesi europei:

INGHILTERRA: il City vince la Premier League all’ultimo minuto dell’ultima giornata sullo United, al Chelsea la FA Cup (2-1 al Liverpool, marcatori Ramires e Drogba), oltre alla Champions.
SPAGNA: il Real fa sua la Liga col record di 100 punti fatti.
FRANCIA: Montpellier campione a +3 sul PSG di Ancelotti, Leonardo e gli arabi (figuraccia il cambio di panchina), coppa di Francia al Lione che batte in finale il Quevilly 1-0.
GERMANIA: Borussia Dortmund che bissa il successo dell’anno scorso, lasciando il Bayern Monaco a 8 lunghezze; coppa nazionale, il DFB Pokal, ancora contesa tra i gialli di Dortmund e i rossi di Monaco, con ancora il Borussia a prevalere in un pirotecnico 5-2.
OLANDA: titolo all’Ajax, +6 sul Feyenord, mentre la coppa va al PSV, che regola 3-0 in finale l’Heracles. Ma da segnalare anche, la commovente scena avvenuta appena dopo la retrocessione del De Graafschap, a dimostrazione che i bambini sono ancora quegli animi puri che tutti cerchiamo.

Tutti bravi…o no? – Campioni di qua, campioni di là, quindi tutti promossi alla fine? Bhè, almeno uno non direi, visto che, proprio nel finale, all’ultima partita, ha deciso di regalare a tutti un’emozione di cui avremmo fatto volentieri a meno; si tratta di Joey Barton, capitano del QPR, che ha deciso di chiudere il suo campionato in questo modo, ricevendo in cambio le belle parole, in questo video ancora di più che nel precedente che avevo visto, che si può sentire proprio colme, ricche di stima ed affetto del telecronista di Sky, Massimo Marianella, che stimo profondamente per quanto detto.

Sarebbe potuto entrare nella TOP5 delle seghinate del post di ieri (a tal proposito, andate a votare che c’è ancora tempo!), soprattutto perché proprio ieri è uscito il responso del giudice sportivo inglese: 12, si DODICI, partite di squalifica che gli faranno saltare quasi un terzo della prossima Premier League. GAME OVER anche, e soprattutto, per lui.