SALA D’ATTESA – L’Europa da, ma l’Europa toglie….

Si è conclusa la settimana europea..Tra poche ore ci saranno (o ci sono appena stati, dipende che ore saranno quando leggerete questo post)  i sorteggi per i quarti di finale di Champions ed Europa League, di cui vi riporto brevemente un elenco di qualificati:

CHAMPIONS: Barcellona, Bayern Monaco, Real Madrid, Borussia Dortmund, Paris Saint Germain, Juventus, Galatasaray, Malaga
EUROPA LEAGUE: Basilea, Rubin Kazan, Tottenham, Lazio, Chelsea, Newcastle, Benfica, Fenerbache

3 spagnole (tutte in CL), 3 inglesi (EL), 2 tedesche (CL), 2 italiane (1+1), 2 Turche (1+1) e poi una squadra francese, svizzera, russa e portoghese.

Potremmo definirla una situazione quasi classica ormai: Spagna e Inghilterra dominano sulle altre, anche se stavolta nessuna inglese arriva ai quarti champions, ma fanno strada solo in europa league; Italia e Germania un pelo dietro con, finalmente, una italiana che non snobba la competizione e arriva ai quarti di EL; a sorpresa (o dovremmo cominciare ad abituarci?) due squadre turche nei G8 europei, una conferma russa e portoghese (stavolta il Benfica) e solo il PSG a rappresentare l’oltralpe.
Curiosa è stata la partita tra Benfica e Bordeaux. Andata 1-0 per i lusitani, ritorno messo in cassaforte da Jardel nel primo tempo. Cosa accade poi?il Bordeaux riapre la partita, ma dopo 1 minuto torna sotto con gol di Cardozo. Al 90° riesce a pareggiare per salvare almeno l’onore, ma nell’azione successiva prende ancora gol, sempre da Cardozo. Facciamo partire l’inchiesta per seghinaggine qui.

SORTEGGI – Alle 12.30 circa si sapranno gli accoppiamenti, ma ovviamente ci sono stati già i soliti riti: il sorteggio simulato e le dichiarazioni con gli accoppiamenti sperati. Ora, il buon bomber Matri, che ci facesse il piacere di smetterla con le cagate. Altro che la fortuna, altro che il Malaga. Basta incontrare seghini! se volete la Champions, vattela a prendere al Camp Nou o al Bernabeu, all’Allianz, oppure a Dortmund e Parigi. Col Malaga stavamo pareggiando noi in un periodo in cui prendevamo mazzate a destra e a manca, troppo facile così! Ma questi sono talmente culatoni che dopo il Celtic troveranno il Galatasaray, altro che uno degli squadroni..MALEDETTI.
Personalmente gli auguro il demone di Setubal, concentrato con gli occhi fuori dalle orbite sulla Champions (e la coppa del Re) essendo ormai a distanza siderale dal barça capolista in Liga. Invece finirà col solito, ennesimo “clasico”, il Malaga beccherà una tedesca e la Juve godrà, magari prendendosi il PSG senza Ibra.
Auguro invece un sorteggio facile facile alla Lazio, perchè sta facendo un’ottima stagione, ha già eliminato avversari discreti (Borussia M. e Stoccarda) ed inoltre, più avanza in coppa, più fatica in campionato. L’europa da’ e l’Europa toglie….

LA CORSA CHAMPIONS – Se la Juventus, coi suoi 9 punti di vantaggio, può gestire il doppio impegno con più tranquillità per lo scudetto, meno può fare la Lazio, l’unica rimasta ora. Nelle ultime 10 partite ha fatto 11 punti e perso tutto il suo vantaggio sulle avversarie (il Milan ne ha fatti 24, più della Juve, 21 poi il Napoli 17, la Roma 15, la Fiorentina 13), ma facendo anche molti meno punti di Sampdoria e Cagliari (18), Catania e Bologna (17)…Un ritmo retrocessione, solo Parma (9), Palermo (6) e Pescara (4) ne han fatti meno.
Importante quindi, quest’altra giornata post impegni europei, al che dobbiamo distinguere chi ha giocato e chi no, con un’analisi sull’avversario e la forma fisica e mentale della squadra:

–> CHI HA GIOCATO: il Milan, reduce dalla trasferta catalana di Martedì riceve il fanalino di coda Palermo, all’ennesimo cambio d’allenatore. La batosta di martedì potrebbe pesare più sulla testa che sulle gambe dei rossoneri, dove presumibilmente giocheranno De Sciglio e Balotelli, nemmeno scesi in campo con un ricambio tra i centrali difensivi e di centrocampo. L’avversario sembra ormai allo sbando, ma ricordiamoci l’anno scorso quando, con Cosmi in panchina, il Palermo fece gli unici punti proprio contro il Milan. Sempre all’erta…e soprattutto, domenica ci sarà quasi tutto lo staff del blog, vediamo di non fare scherzi per l’occasione!!!
Lazio e Inter hanno giocato ieri sera, entrambe vittoriose ma con esiti diversi. La Lazio, dopo il 2-0 in Germania, ha liquidato lo Stoccarda con 3 gol di Kozak, ha passato il turno e va a Torino, sponda granata, col morale a mille e una discreta forma fisica. L’Inter, invece, ha anch’essa vinto, ma ha dovuto rimontare i 3 gol di svantaggio rimediati a Londra settimana scorsa. Impresa riuscita in 90′ giocati alla grande (ndr: un bravo anche al mio amico milanista che ha messo con colleghi 20 euro sul 3-0 al 90′, portandosene a casa 400 e bevendoseli probabilmente alla salute di Adebayor), ma vanificata dal gol di Adebayor nei supplementari, che ha permesso al Tottenham, pur prendendo un altro gol da Alvarez, di accedere ai quarti. I nerazzurri vanno a Genova, sponda Samp, nel posticipo (molto contestato) di domenica sera con un morale (e un gioco??) ritrovato, ma con le gambe a pezzi e forse un Jonathan in meno, anche se non so se sia un male o un bene. Affrontano un avversario discretamente in forma, che prima della sconfitta di Cagliari ha fatto 10 punti in 4 partite,  il cui ruolino di marcia in casa recita nelle ultime 5 giornate un pari e poi quattro vittorie consecutive. Attento attento Strama.

–> CHI NON HA GIOCATO: il Napoli, reduce da 4 pareggi e una sconfitta, domenica a Chievo, nelle ultime 5 partite, spera di ritrovare Cavani, anche se ovviamente uno spento walt crying diceva “non siamo Cavani dipendenti”, quando l’uruguagio ne metteva 2-3 a partita. Gioca tra le mura amiche del San Paolo contro l’altalenante Atalanta, che nell’ultimo mese vince o perde (2 e 2). La Fiorentina riceve in casa (ultime 3 partite al Franchi, 3 vittorie) il Genoa, per un “1 fisso” che sembra scontato. Kucka lancia proclami di battaglia, ma difficilmente faranno paura ai viola, ora che stanno recuperando anche Pepito Rossi davanti. In fondo al gruppo, c’è la Roma di Mr. Andreazzoli (ma non dello sceicco) che tenta un improbabile recupero, almeno alla zona Europa League, ospitando il Parma che prima della vittoria di domenica contro il Torino grazie ad un super Amauri aveva raccolto 2 punti in 8 partite.

Mi lancio in altri pronostici: vincono Milan e Lazio, pareggia l’Inter (con gon dal passato Cassano e dal futuro (??) Icardi).
Il Napoli vincerà a fatica, la Fiorentina facile e la Roma vincerà. Non so come, ma vincerà.