SALA D’ATTESA – La Nazionale, ma anche protagonisti di questa settimana con poco calcio giocato..

Eccoli qui, i cinque rossoneri vestiti d’azzurro. In alto la coppia che ha avuto l’impatto più devastante contro Malta, Balo-De Sciglio, e sotto gli altri scudieri, Abate Elsha e Monto. Balo ne ha messi due, voto 7,5. De Sciglio ha fatto una buona partita difensiva e una grande, tecnicamente parlando, azione che l’ha portato all’assist per il secondo gol, voto 6,5 come Montolivo direttore di centrocampo e Elsha, che si è guadagnato il rigore dell’1-0. Abate voto 6, con imperterrita cecchinaggine nella “caccia al terzino”.
Insieme a loro c’erano sei gobbi. Buffon, croce e delizia del rigore maltese e meno “sicurezza” del solito, con la coppia Barzagli-Bonucci davanti a lui, Pirlo-Marchisio in mezzo e Giaccherini davanti. Un 6,5, due 6 e tre 5,5 i voti (presi dalla Gazzetta del 26.03).
Si dice che il gruppo Milan porti entusiasmo, non so se è vero…però fatto sta che martedì i nostri ragazzi hanno dominato la scena, tra davanti e dietro, e su questo non ci piove. L’italJuve direi che ha stufato. Ma, a proposito, di uno che si fa il culo come Giaccherini, ma che abbia anche dei piedi degni da nazionale, davvero non ce n’è??

In questa settimana però, non si festeggia solo la Nazionale. Ieri, infatti, è stato il 20° compleanno di Totti in maglia romanista. Su Totti se ne sono dette e se ne possono dire tante. Sull’uomo, che non è proprio un intellettuale fatto e finito, sulla sua romanità, arrivata al punto da affibbiare il “I” a Papa Francesco per differenziarlo da Francesco IO, ma per quanto riguarda il calcio, bhè, li c’è poco da  dire. O meglio, ci sarebbe tanto da dire, perchè tanto ha fatto e tanto sta facendo ora con la sua roma, di cui è simbolo e bandiera, mai lasciata in tutta a sua carriera. SI può amare, odiare, trovare simaptico, antipatico, rozzo, burino, però giocatori così..ad avercene! E ve lo dice uno che non è un estimatore così accanito di Totti, ma quel che è giusto è giusto.
Lascio due link: l’intervista rilasciata alla Gazzetta e un video con molte delle sue perle. AUGURI FRANCE!

Chi invece sta settimana l’ha combinata sono altri due giocatori, ex militanti della serie A ed ora volati in Brasile.
Il primo è Clarenzio, già protagonista del post, forse ingeneroso ma piccante il giusto, di ieri. Clarence, che si conosce per il suo carattere timido ed introverso, aveva voluto dire la sua (non richiesta) opinione riguardo alla decisione di Boateng di abbandonare il campo a seguito dei cori razzisti, durante l’amichevole giocata in gennaio Pro Patria – Milan. Ve la ricorderete tutti immagino: sostegno dalle grandi associazioni calcistiche, sportive, politiche, ma lui dice NO. Il professore dice NO, non ci sta, non è d’accordo. Per carità, oguno ha la sua opionione che, condivisibile o meno, si tende a rispettare. Sfiga vuole che, proprio ieri, esce quest’ANSA con la decisione dell’UEFA: l’Uefa nella sua riunione di ieri a Sofia ratificata oggi dall’esecutivo, ha ”invitato gli arbitri a fermare le partite in presenza di cori razzisti e chiede che, anche gli allenatori, denuncino gli atti, anche se questo dovesse andare a discapito dei propri sostenitori”.
Provaci ancora Clarence, magari la prossima la imbrocchi.
NEWS DELLA MATTINATA: pare che la cosa sia più grave di quanto si pensava…ahahahahaha

Ma parlavo di due giocatori. Infatti, oltre a Seedorf, in questi giorni l’ha sparata grossa anche Ze Eduardo. Si, lo stesso Ze Love che doveva venire al Milan…quello che Allegri non voleva se non dopo un provino…quello che se l’è presa a tal punto per questa cosa che ha rifiutato il Milan, quasi indispettito dall’atteggiamento del tecnico livornese (ma questo lo sappiamo, allegri è il solito coglione).
E che ha fatto questo disgraziato? Ha perso il suo essere Ze Love, per diventare un Ze Sigh…o per dirle con le sue parole, un Ze Shit...

Una piccola nota curiosa..Non parlerò di mercato, sarebbero troppi i nomi da riportare, perchè la carta prende tutto. Ma parlando dei vari ragazzini che sono in giro, che arriveranno al milan (come Saponara), che sono del Milan (come Beretta e Fossati, autori dei 3 gol dell’Under 20, due Jack e uno Marco), mi è capitato sottomano questo articolo di un ragazzino che era del milan. Ma ve li ricordate i vari fratelli Aubameyang? L’unico che aveva combinato qualcosa degno di nota era Pierre, il maggiore, autore del gol vittoria in un Milan-Juve trofeo Berlusconi di qualche anno fa, ed io ero pure allo stadio ricordo. Ebbene, questi tre fratelli rifilati uno alla volta a squadre francesi, prima in prestito, poi venduti del tutto per pochi soldi, ora pare stiano crescendo, soprattutto Pierre...Farà l’affare chi lo compra o il suo agente??Al futuro, ed al campo, la risposta…

.

PS: se leggete questo post, ma anche se non l’avete letto ed avete guardato solo le figure (…ma vorrà dire che non state nemmeno leggendo qui allora?), vuol dire che le votazioni per il cacciavite d’oro sono CONCLUSE. Quest’anno la lotta è più agguerrita che mai credo, e la vittoria si deciderà per una manciata di punti, ad occhio. Ma non temete, gli Screwtatori saranno impassibili, impeccabili, superpartes e tra pochi giorni, avremo e avrete, il vincitore. Per intanto…